HomeLavoro consiliarePartecipazione dei giovani migranti stabilmente residenti al servizio civile nazionale

Partecipazione dei giovani migranti stabilmente residenti al servizio civile nazionale

intercultura(1)Emendamento al Voto nr. 24/11

Alla fine dell’introduzione è aggiunto il seguente testo, che sostituisce anche l’intera parte impegnativa:

“Il Governo Monti ha impugnato a suo tempo la legge altoatesina sul servizio civile provinciale, che prevede una cifra intorno ai 450 euro al mese per giovani o pensionati che prestino un anno di volontariato. Tale legge consente ai giovani di avere un anno di orientamento dopo la maturità ed ai meno giovani di rendersi utili anche una volta cessata l’attività lavorativa. Questa forma originale di servizio civile provinciale non ha nulla a che fare con alcuna forma di sostituzione del servizio militare, la cui competenza è esclusivamente dello Stato. Da questo punto di vista ha fatto bene la Provincia di Bolzano a resistere in giudizio di fronte alla Corte Costituzionale.

Tutto ciò considerato,

iI Consiglio della Provincia autonoma di Bolzano,

Nell’attesa fiduciosa del pronunciamento della Corte Costituzionale, ribadisce la validità della normativa contenuta nella legge provinciale sul servizio civile provinciale per giovani o pensionati che prestino un anno di volontariato e conferma la propria convinzione che tale materia, che nulla ha a che vedere col servizio militare, ricada nelle competenze spettanti alla Provincia autonoma e che dunque sia pienamente legittima

E invita il Parlamento italiano

ad approvare al più presto una riforma della legge 6 marzo 2001, n. 64 per consentire l’accesso al servizio civile nazionale anche ai/alle giovani stranieri/e tra i 18 e i 28 anni di età, con residenza stabile nel nostro paese e una buona padronanza della lingua italiana (e/o tedesca per chi svolge servizio civile in provincia di Bolzano), che non abbiano procedimenti penali in corso, che abbiano i presupposti previsti per tutti i cittadini e le cittadine dal DLgs77/2002 per l’accesso al servizio civile e che ne facciano espressa richiesta”.

Consiglieri provinciali

Riccardo Dello Sbarba
Hans Heiss

Bolzano, 27 giugno 2013

 

TAGS:
Urbanistica, una rif
Iva sulla tassa rifi
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.