HomeNatura e ambienteIl limite dei 100 non è aria fritta: i risultati del BrennerLEC danno ragione ai Tirolesi

Il limite dei 100 non è aria fritta: i risultati del BrennerLEC danno ragione ai Tirolesi

Finalmente l’hanno capito anche a sud del Brennero: diminuire la velocità in autostrada anche di soli 15 km/h consente di abbassare le emissioni di ossido d‘azoto del 10%. I risultati della ricerca di BrennerLEC presentati ieri a Trento rafforzano quella che in Tirolo del Nord è un fatto da tempo acquisito: un limite di 100 km/h significa migliore qualità dell’aria, non solo per gli automobilisti, ma soprattutto per decine di migliaia di residenti lungo l’asse del Brennero.

Ancora di più: la riduzione del limite di velocità assicura un viaggio scorrevole, diminuisce le code e permette di procedere più rapidamente. Tutto il contrario dunque di quello che sostengono gli oppositori alla riduzione del limite di velocità.

Il limite dei 100 km/h diminuisce quindi le emissioni e rende più fluido il traffico – secondo i dati presentati da BrennerLEC, che sembrano confermare le esperienze in Tirolo. Il vertice sui transiti previsto per il 12 giugno deve assolutamente mettere all’ordine del giorno la riduzione del limite della velocità a 100 km/h e il primo a prendere questo impegno dovrebbe essere il Presidente Kompatscher, se davvero, come ha dichiarato, vuole fare sul serio.

Sul governo a Roma non incombono solo pressioni politiche. Dopo la recente sentenza del Lazio, l’8 giugno scade anche il termine per l’adozione di misure concrete per il miglioramento della qualità dell’aria. Siamo ansiosi di vedere come un eventuale governo pentastellato-leghista si comporterà su questa emergenza sanitaria, visto che gli adepti di Salvini in Parlamento e nelle Regioni hanno sempre fatto di tutto per opporsi a qualsiasi limite di velocità.

Mehr noch: Die reduzierte Höchstgeschwindigkeit sichert auch flüssigere Fahrt, mindert Staus und ermöglicht zügigeres Vorankommen. Völlig anders also, als Tempo-100-Gegner behaupten, erleichtert die Geschwindigkeitsreduzierung also sogar den Verkehr.

Der Lufthunderter senkt Emission und verflüssigt Verkehr – so die Erkenntnis der Forschungen von Brenner-LEC, die ganz auf der Linie der Tiroler Erfahrungen liegen. Der Transitgipfel am 12. Juni sollte diese Maßnahme „Tempo 100“ zügig auf die Agenda setzen, allen voran LH Kompatscher, der erklärtermaßen Ernst machen will. Und für die Regierung in Rom tickt nicht nur die politische Uhr: Nach dem jüngsten Gerichtsurteil von Latium sind konkrete Maßnahmen zur verbesserten Luftqualität bis zum 8. Juni fällig, auch wenn eine künftige Lega-Regierung dagegen bocken wird.

Hans Heiss
Brigitte Foppa
Riccardo Dello Sbarba

Bozen, 31. 5. 2018

ROUTINEN BEGRÜNEN -
Bonus di 500 Euro pe
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.