HomeBuon climaEmergenza climatica e adeguamenti salariali

Emergenza climatica e adeguamenti salariali

Nell’ultima settimana di luglio verrà discusso l’assestamento del bilancio di previsione. Per i Verdi questa è un’occasione per presentare sotto forma di ordini del giorno due richieste relative a due degli obiettivi principali verdi di questa legislatura: il clima e il lavoro.

  • Emergenza climatica

Dopo mesi in cui a livello mondiale i giovani hanno scosso e sensibilizzato l’opinione pubblica sul clima le discussioni si sono trasformate in provvedimenti. Uno dei temi è “l’emergenza climatica”. L’emergenza verrà dichiarata a tutti i livelli da numerose amministrazioni locali dimostrando in modo drastico e realistico che il momento per prendere provvedimenti è ampiamente superato. In Austria il Vorarlberg è stato il primo Land a dichiarare l’emergenza climatica. In Italia l’Alto Adige potrebbe essere il precursore, poiché finora vi sono state reazioni solo da parte di amministrazioni comunali (Varese, Torino, Siracusa, Lucca, Napoli, Milano, Acri), ma non a livello regionale o statale: il 5 luglio scorso il Senato ha respinto una proposta relativa a quest’emergenza. Nel maggio 2019 il gruppo verde ha presentato una mozione in cui si chiedeva alla Giunta Provinciale di accogliere le richieste del movimento Fridays-for-Future e di dichiarare lo stato di emergenza climatica. Per non perdere ulteriormente tempo la proposta relativa viene anticipata e presentata contestualmente alla discussione dell’assestamento del bilancio di previsione. In questo modo l’Alto Adige viene sollecitato ad ammettere che non c’è più tempo da perder se si vuole ancora riuscire a contrastare il riscaldamento climatico. Al “centro della questione c’è il clima, ma ci sono anche le persone” ribadisce Brigitte Foppa che ha presentato per prima la mozione. Bisogna assolutamente tenere conto dei rifugiati climatici e delle vittime di catastrofi. I provvedimenti sono inderogabili.

L’Alto Adige si è occupato già per tempo della tutela del clima. Tuttavia il Piano clima 2050 elaborato nel 2011 è troppo poco ambizioso. È necessario provvedere almeno all’adeguamento del piano a quelli che sono gli obiettivi dell’accordo di Parigi e alla definizione di un nuovo pacchetto di misure che tenga conto dell’emergenza climatica e in particolare del consumo di energia, della riduzione dei rifiuti e della mobilità sostenibile. Anche i Comuni devono essere costretti a prendere provvedimenti. La tutela del clima richiede la volontà di cambiare e l’impegno a tutti i livelli. “Dobbiamo questo alle generazioni future” dichiara Brigitte Foppa.

  • Adeguamenti delle retribuzioni: carenza di consapevolezza del problema, carenza di volontà politica

Quasi ogni giorno si sente ripetere che in molti settori mancano gli specialisti. Carenza di medici, di personale infermieristico, di insegnanti di scuola materna e soprattutto assenza di interesse per l’impiego pubblico. Non c’è da stupirsi di questo se dal 2010 il personale del settore sanitario, delle case di riposo, delle scuole, degli asili, dell’amministrazione provinciale e comunale deve di fatto accettare una riduzione retributiva superiore al 10 percento.

Secondo la legge l’amministrazione provinciale, in qualità di datrice di lavoro del pubblico impiego, dal 2015 in sede di contrattazione collettiva ha l’obbligo, sia di compensare la perdita di potere d’acquisto dei dipendenti del pubblico impiego sia di consentire loro di beneficiare dello sviluppo economico generale.

Per garantire un adeguato sviluppo del pubblico impiego, della collettività e dell’autonomia provinciale chiediamo l’immediato adeguamento dei salari e degli stipendi al significativo aumento del costo della vita. “Per poter dare attuazione a questa impellente necessità servono sia i mezzi finanziari sia la volontà politica”, così Hanspeter Staffler. Con un bilancio di più di 6 miliardi di Euro non mancano certo i mezzi finanziari, ciò che invece è carente è la volontà politica.

Qui l’ordine del giorno relativo.

Bolzano, 22/07/2019

Consiglieri provinciali

 

Brigitte Foppa

Hanspeter Staffler

Riccardo Dello Sbarba

 

Dal 2015 l'economia
Nessuna limitazione
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.