HomeLavoro consiliareInterrogazioniAbbiamo bisogno di migliaia di lavoratrici e lavoratori da fuori: chi darà loro una casa?

Abbiamo bisogno di migliaia di lavoratrici e lavoratori da fuori: chi darà loro una casa?

INTERROGAZIONE SU TEMI DI ATTUALITÀ.

Nel discorso sul bilancio, il Presidente Kompatscher ha affermato che per coprire il fabbisogno di forza lavoro di cui l’Alto Adige ha bisogno, e considerando l’andamento demografico interno, il Sudtirolo avrà bisogno entro il 2035 tra 20.000 e 60.000 nuovi lavoratrici e lavoratori, la maggioranza proveniente dall’estero. Poiché il maggior fabbisogno proviene dai settori alberghiero, edile e agricolo, la manodopera richiesta non sarà solo quella “qualificata”, ma in parte notevole anche di fascia medio-bassa, particolarmente esposta al caro vita e al caro casa.

Si chiede pertanto:

  1. Ha la Giunta un’idea di come questa nuova forza lavoro, nei suoi diversi livelli di qualificazione e di reddito, potrà trovare una casa in un mercato immobiliare così caro?
  2. Ha la giunta una previsione sul fabbisogno di alloggi che avranno queste persone, di quale tipo di alloggi, di quante potranno procurarseli sul libero mercato e quante invece dovranno essere sostenuti dalla mano pubblica, sia con agevolazioni, sia con alloggi Ipes?
  3. Di fronte al bisogno di manodopera dall’estero, ritiene la Giunta che siano ancora validi i limiti posti all’accesso agli alloggi Ipes per famiglie straniere? (attualmente viene applicata una formula che, di fronte a un fabbisogno di oltre il 25%, a richiedenti stranieri viene assegnata una quota di alloggi che più o meno corrisponde alla loro quota nella popolazione: 9% circa).

Bolzano, 11.12.2019

Cons. prov.
Riccardo Dello Sbarba
Brigitte Foppa
Hanspeter Staffler

Qui potete scaricare la risposta della giunta e la nostra replica.

Avatar

Author: Heidi

Salvi i consigli di
Programmi Ipes
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

Prima (il) Klima!