DE IT
Home5G – Veniamo al dunque!

5G – Veniamo al dunque!

Il 5G risveglia associazioni e immaginari. La maggior parte delle volte non sono positivi. Una connessione migliore e più veloce porta anche a una maggiore esposizione, più insicurezza dei dati e più malattie? L’unica certezza: ne sappiamo ancora troppo poco.

Già nel settembre 2019 abbiamo organizzato insieme ad altri gruppi consiliari una Conferenza stampa, sulla necessità di una audizione su questo tema così complesso.

Il Convegno “5G – Veniamo al dunque. Tra aspettative e rischi” ha avuto finalmente luogo il 27 febbraio 2020 ed è stato organizzato dai gruppi dei Verdi, del PD, del Movimento 5*, dei Freiheitlichen, del Team K e dekka Süd-Tiroler Freiheit. Esperti ed esperte da diversi ambiti scientifici ed economici hanno portato dati, fatti, informazioni per offrire un quadro il più ampio e obiettivo possibile.

Il programa completo può essere scaricato qui.

Le dichiarazioni di alcune esperte e dei gruppi responsabili dell’organizzazione del convegno possono essere visualizzate su questo canale video.

Abbiamo riassunto la situazione giuridica dell’UE, quella italiana e quella altoatesina in queste schede.

Per i Comuni abbiamo elaborato una mozione modello, nella quale viene chiesto di far valere il principio di cautela.

In questa cartella stampa potete vedere la reazione mediatica al convegno.

Le esperte e gli esperti

Lo dice il direttore del laboratorio provinciale d’analisi aria e radioprotezione

Luca Verdi è fisico e negli ultimi mesi una delle persone più richieste di tutta la Provincia. Va in giro per tutto il territorio per portare informazioni e chiarimenti sul 5G nei vari comuni. Non esiste ormai quasi conferenza in cui non sia presente.

Qui potete scaricare la presentazione.

Lo dice Direttrice scientifica dell’Istituto Ramazzini

Fiorella Belpoggi è biologa ed esperta di ricerche sugli agenti che possono provocare il cancro o altre malattie degenerative (amianto, pesticidi, radiazioni, campi elettromagnetici, ecc.). Tra le altre cose è membro dell’Accademia internazionale per patologie tossicologiche  e della New York Academy of Sciences.

Qui potete scaricare la presentazione.

Lo dice il CTO

Elmar Grasser, originario della Val Venosta ha studiato informatica a Vienna e ha poi lavorato come manager per diversi operatori di telefonia mobile in Austria e in Germania. Attualmente è CTO (direttore tecnico) dell’operatore svizzero per le telecomunicazioni “Sunrise”.

Qui potete scaricare la presentazione.

Lo dice l’oncologa

Patrizia Gentilini è membro del Comitato scientifico dell’ISDE (Associazione Italiana Medici per l’Ambiente Radiofrequenze) e dispone di una lunga esperienza clinica in oncologia e in ematologia. Si occupa principalmente di prevenzione e tutela della salute pubblica attraverso la riduzione dei fattori di rischio legati all’ambiente.

Qui potete scaricare la presentazione.

Lo dice l’epidemiologo ambientale

Martin Röösli è docente di epidemiologia ambientale e dirige l’unità “Ambiente e salute” presso l’Istituto svizzero Tropical and Public Health  dell’Università di Basilea. Dedica la sua ricerca all’esposizione e alle sue conseguenze sulla salute di diversi fattori ambientali come radiazioni, inquinamento atmosferico, rumore, clima, pesticidi e fumo passivo. Ha realizzato decine di studi e pubblicato alcune centinaia di testi scientifici.

Qui potete scaricare la presentazione.