Sicurezza sulle piste da sci

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

gatto-delle-nevi

MOZIONE

Sulle piste da sci le ore successive alla chiusura degli impianti possono diventare molto pericolose. Infatti, quando la pista è ufficialmente chiusa cominciano i lavori di preparazione per la giornata successiva. Tali lavori sono eseguiti da gatti delle nevi che percorrono più volte i pendii: in quel momento chi si trova sulle piste, diventate ormai cantieri a cielo aperto, è esposto a notevoli pericoli. Numerosi sono i casi di incidenti di sciatori ritardatari, di persone su slittino o di pedoni investiti da gatti delle nevi al lavoro.

L’ultimo grave incidente si è verificato la notte di sabato 16 febbraio: un ragazzo di 19 anni di Tesero è stato investito sulle piste di Obereggen nella tarda serata, a piste chiuse, da un gatto delle nevi al lavoro.

Quest’ultimo incidente ha fatto tornare di attualità un vecchio problema, quello degli orari di chiusura dei locali adiacenti alle piste da sci.

Il ragazzo di Tesero, infatti, aveva trascorso la serata a una festa presso il Genischer Alm di Obereggen e stava tornando a valle lungo la pista quando è accaduto l’incidente.

Nei giorni successivi diversi esponenti del personale medico, del soccorso alpino, delle forze dell’ordine e anche autorità politiche del vicino Trentino hanno chiesto una normativa omogenea sugli orari di chiusura dei locali limitrofi alle piste da sci: essi devono chiudere contemporaneamente agli impianti, oppure – in caso di autorizzazione alla apertura prolungata – i gestori devono preoccuparsi di riportare a valle i clienti con mezzi e lungo itinerari che garantiscano la massima sicurezza.

In particolare, dopo la chiusura degli impianti le piste da sci devono restare totalmente sgombre.

Tutto ciò considerato,

il Consiglio provinciale impegna la Giunta provinciale

a varare la necessaria normativa e a coordinarsi con le forze dell’ordine, con i gestori dei locali e degli impianti da sci e con i responsabili politici delle province confinanti affinché:

  1. I locali limitrofi alle piste da sci chiudano contemporaneamente alla chiusura degli impianti delle piste stesse.
  2. Le piste restino dunque totalmente sgombre nel momento in cui entrano in azione gatti delle nevi e altri mezzi nei lavori di preparazione delle piste per la giornata successiva.
  3. Nel caso di autorizzazioni al prolungamento degli orari di apertura dei locali, di cene, feste e simili, tali autorizzazioni siano sottoposte alla condizione che i gestori si assumano il compito e la responsabilità di ricondurre a valle i propri clienti su mezzi e per itinerari sicuri, senza alcun ingombro delle piste.

Consiglieri provinciali

Riccardo Dello Sbarba
Hans Heiss

Bolzano, 18 febbraio 2013

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ritorno del lupo: le misure di prevenzione ci sono, ma in Alto Adige nessuno le adotta

Ritorno del lupo: le misure di prevenzione ci sono, ma in Alto Adige nessuno le adotta

La conferma ora è ufficiale: sebbene esistano misure efficaci per prevenire gli attacchi del lupo alle greggi e che esse siano finanziate generosamente dalla Provincia, in Alto Adige finora nessuno ne ha adottato neppure una. Sono queste le conseguen[...]
Mozione approvata: "Cercasi uomini che vogliano fare i maestri"

Mozione approvata: "Cercasi uomini che vogliano fare i maestri"

Siamo molto contente/i che la nostra mozione sia stata approvata! La Giunta provinciale ha accettato di avviare una campagna sia per informare uomini e giovani sul mestiere di maestro di scuola dell’infanzia o primaria, sia e per lottare contro gli s[...]
Proteggere le minoranze anziché la SVP nel parlamento italiano

Proteggere le minoranze anziché la SVP nel parlamento italiano

L’opposizione al completo (16 consigliere e consiglieri provinciali) chiedono una nuova e più giusta legge elettorale. Anche il Gruppo Verde ha partecipato oggi alla conferenza stampa comune e ha sostenuto in aula la mozione-voto unitaria. “Vogliamo [...]
Verità per i prodotti a marchio Alto Adige

Verità per i prodotti a marchio Alto Adige

Il marchio Alto Adige – Südtirol dovrebbe essere garanzia di qualità, origine e autenticità. La carne di maiale da cui vengono confezionati i salumi però, proprio come lo speck, può arrivare anche da fuori regione. È dunque impossibile per la [...]
Mozione: Ius soli - il parlamento concluda l’iter legislativo

Mozione: Ius soli - il parlamento concluda l’iter legislativo

Il Parlamento italiano sta discutendo un disegno di legge per istituire lo ius soli temperato e lo ius culturae per l’attribuzione della cittadinanza italiana a bambine e bambini nati e/o cresciuti sul territorio italiano. La situazione attuale A[...]
Paesaggio in pericolo – Interessi delle lobby sotto tutela

Paesaggio in pericolo – Interessi delle lobby sotto tutela

Un primo commento sulla nuova legge urbanistica Politica degli annunci e strategia della zebra: questi i principali punti critici sottolineati dai Verdi alla presentazione della nuova legge urbanistica „territorio e paesaggio“. Il processo che ha [...]
Interrogazione: Maestre tramutate in guardie sanitarie?

Interrogazione: Maestre tramutate in guardie sanitarie?

Dal gruppo di rappresentanza del personale pedagogico delle scuole materne (KAS) riceviamo una lettera piena di dubbi e domande sulla questione vaccini. Noi Verdi condividiamo pienamente le loro perplessità. Le maestre si chiedono, in vista dell’att[...]
Visite private contro le liste d’attesa – non è una buona soluzione

Visite private contro le liste d’attesa – non è una buona soluzione

Da tempo le pazienti e i pazienti sudtirolesi soffrono delle lunghe liste d’attesa nella sanità. Oggi veniamo a sapere dal direttore generale Schael e dalla Giunta che l’emergenza verrà affrontata con l’aumento delle visite private e che al momento s[...]