Sicurezza sulle piste da sci

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

gatto-delle-nevi

MOZIONE

Sulle piste da sci le ore successive alla chiusura degli impianti possono diventare molto pericolose. Infatti, quando la pista è ufficialmente chiusa cominciano i lavori di preparazione per la giornata successiva. Tali lavori sono eseguiti da gatti delle nevi che percorrono più volte i pendii: in quel momento chi si trova sulle piste, diventate ormai cantieri a cielo aperto, è esposto a notevoli pericoli. Numerosi sono i casi di incidenti di sciatori ritardatari, di persone su slittino o di pedoni investiti da gatti delle nevi al lavoro.

L’ultimo grave incidente si è verificato la notte di sabato 16 febbraio: un ragazzo di 19 anni di Tesero è stato investito sulle piste di Obereggen nella tarda serata, a piste chiuse, da un gatto delle nevi al lavoro.

Quest’ultimo incidente ha fatto tornare di attualità un vecchio problema, quello degli orari di chiusura dei locali adiacenti alle piste da sci.

Il ragazzo di Tesero, infatti, aveva trascorso la serata a una festa presso il Genischer Alm di Obereggen e stava tornando a valle lungo la pista quando è accaduto l’incidente.

Nei giorni successivi diversi esponenti del personale medico, del soccorso alpino, delle forze dell’ordine e anche autorità politiche del vicino Trentino hanno chiesto una normativa omogenea sugli orari di chiusura dei locali limitrofi alle piste da sci: essi devono chiudere contemporaneamente agli impianti, oppure – in caso di autorizzazione alla apertura prolungata – i gestori devono preoccuparsi di riportare a valle i clienti con mezzi e lungo itinerari che garantiscano la massima sicurezza.

In particolare, dopo la chiusura degli impianti le piste da sci devono restare totalmente sgombre.

Tutto ciò considerato,

il Consiglio provinciale impegna la Giunta provinciale

a varare la necessaria normativa e a coordinarsi con le forze dell’ordine, con i gestori dei locali e degli impianti da sci e con i responsabili politici delle province confinanti affinché:

  1. I locali limitrofi alle piste da sci chiudano contemporaneamente alla chiusura degli impianti delle piste stesse.
  2. Le piste restino dunque totalmente sgombre nel momento in cui entrano in azione gatti delle nevi e altri mezzi nei lavori di preparazione delle piste per la giornata successiva.
  3. Nel caso di autorizzazioni al prolungamento degli orari di apertura dei locali, di cene, feste e simili, tali autorizzazioni siano sottoposte alla condizione che i gestori si assumano il compito e la responsabilità di ricondurre a valle i propri clienti su mezzi e per itinerari sicuri, senza alcun ingombro delle piste.

Consiglieri provinciali

Riccardo Dello Sbarba
Hans Heiss

Bolzano, 18 febbraio 2013

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Giunta provinciale: troppe decisioni fondamentali prese a colpi di “delibere fuori sacco”. La giunta Kompatscher si era presentata annunciando un nuovo stile, caratterizzato da trasparenza e partecipazione. Nel corso del tempo queste promesse sono[...]
Convegno internazionale a Merano

Convegno internazionale a Merano

#greeningtourism – limiti e opportunità dello sviluppo turistico in Europa e sull’Arco alpino All Inclusive? Con questa domanda i Verdi del Sudtirolo hanno accolto una platea internazionale per analizzare il conflitto, ma anche le possibili simbio[...]
Ennesima omnibus

Ennesima omnibus

Meno diritti per le persone immigrate e meno garanzie sugli OGM per consumatori e consumatrici. La legge omnibus (LGE Nr. 125/17) è l’ennesimo esempio di come non si fa legislazione. Un anno fa, in occasione della omnibus precedente, il Gruppo Ver[...]
La legge sulla dirigenza arriva in Consiglio provinciale

La legge sulla dirigenza arriva in Consiglio provinciale

Una piramide d’oro con la base d’argilla Dopo il dibattito in Commissione legislativa, giovedì 29 giugno la legge sulla struttura dirigenziale dell’amministrazione provinciale approda in Consiglio provinciale. Le nostre valutazioni iniziali resta[...]
Natura e turismo, conflitto e simbiosi: conferenza internazionale a Merano con patrocinio verde.

Natura e turismo, conflitto e simbiosi: conferenza internazionale a Merano con patrocinio verde.

All Inclusive? Nature and tourism between conflict and symbiosis – Questo è il titolo della conferenza internazionale organizzata dai Verdi sudtirolesi in collaborazione con i Verdi europei il prossimo fine settimana a Merano. Venerdì 23 giugno si[...]
Natura e turismo, conflitto e simbiosi: Conferenza internazionale a Merano

Natura e turismo, conflitto e simbiosi: Conferenza internazionale a Merano

All Inclusive? Nature and tourism between conflict and symbiosis – è il titolo della conferenza internazionale, organizzata il 24/25 giugno a Merano dai Verdi dell’Alto Adige/Südtirol in collaborazione con i Verdi Europei. Il fitto fine settimana [...]
Referente per la comunicazione cercasi

Referente per la comunicazione cercasi

Il Gruppo Verde in Consiglio provinciale e regionale cerca un*a referente per la comunicazione Il lavoro del gruppo consiste nella critica costruttiva e nel controllo dell’azione della giunta provinciale. In Consiglio vengono presentate proposte per[...]
C’è ancora speranza per la Turchia? UE e occidente alla prova.

C’è ancora speranza per la Turchia? UE e occidente alla prova.

C’è ancora speranza per la Turchia? UE e occidente alla prova. Venerdì, 9. giugno 2017, ore 18.30 Incontro e discussione c/o Ristorante Jona (Via Crispi 38, Bolzano) Dopo un periodo di modernizzazione e di apertura, dal 2012 il presidente turc[...]