HomeLavoro consiliareSussidio casa: in quanti l’hanno perso passando dal vecchio al nuovo sistema?

Sussidio casa: in quanti l’hanno perso passando dal vecchio al nuovo sistema?

Ipes

Dal 1.1.2013 è entrato in vigore il nuovo sistema che unifica l’ex sussidio casa erogato dall’Ipes con il contributo all’affitto dei servizi sociali. Il nuovo sussidio si chiama “Contributo al canone di locazione e per le spese accessorie” e viene erogato dai Distretti sociali.

Chi riceveva già il contributo Ipes continuerà a riceverlo fino alla scadenza del contratto stesso, o fino al suo rinnovo o prolungamento; dopo di che la persona interessata dovrà rivolgersi ai Distretti sociali ed entrare nel nuovo sistema. Così come i nuovi contratti.

I Distretti applicano criteri diversi a quelli finora applicati dall’Ipes, per cui il rischio è che chi fino a oggi era “coperto” dal contributo Ipes si trovi improvvisamente privo dei requisiti e dunque del sussidio stesso. Nel momento dell’approvazione delle “riforma”, il gruppo verde ha più volte avvertito la giunta provinciale e i due assessori su questo rischio.

Ora stanno scadendo i primi contratti dopo la riforma e purtroppo ci sono stati segnalati diversi casi di persone che ricevevano il contributo Ipes e che l’hanno perso al momento del rinnovo e adesso si trovano in condizioni davvero disperate: loro non possono più pagare l’affitto e i padroni non ribassano il canone (al contrario di quanto teorizzava la Giunta provinciale: “Se daremo meno sussidi agli inquilini i proprietari saranno costretti a calare gli affitti!”) e minacciano lo sfratto (con la domanda di case in affitto che c’è, un inquilino in sostituzione si trova sempre).

Il tema della casa è delicatissimo e influisce in modo sensibile sulla condizione economica delle famiglie. È importante dunque seguire l’evoluzione della situazione.

 

Si chiede:

A partire dal 1.1.2013 fino ad oggi:

  1. gli assessorati all’edilizia e quello al sociale hanno predisposto un sistema di monitoraggio e raccolta dati per capire come avvenga la transizione dal vecchio al nuovo sistema di contributo all’Affitto, per capire chi ottiene di più , chi dimeno e chi nulla rispetto al vecchio sussidio, in modo da valutare l’impatto sociale del nuovo sistema? Se non l’hanno predisposto, perché?
  2. a quanti titolari di sussidio casa dell’Ipes è scaduto, è stato rinnovato o prolungato il contratto di affitto e dunque è scaduto contemporaneamente il diritto al sussidio Ipes?
  3. a quante delle persone di cui alla domanda nr. 3 è stato assegnato il nuovo “Contributo al canone di locazione e per le spese accessorie” e a quante invece è stato rifiutato? A quali classi di reddito appartenevano le persone le cui domande sono state respinte?
  4. IN GENERALE: quante domande in totale sono pervenute ai Distretti sociali per il nuovo “Contributo al canone di locazione e per le spese accessorie”? Quante di queste domande sono state respinte e quante accolte? A quali classi di reddito appartenevano le persone le cui domande sono state respinte?

Consiglieri provinciali

Riccardo Dello Sbarba

Hans Heiss

Bolzano, 13.8.2013

 

Funivia del Renon: l
Idee di riciclo in c
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.