HomeComunicati stampaReferendum: Sei buoni motivi per un NO verde

Referendum: Sei buoni motivi per un NO verde

Referendum_HP

Sei buoni motivi per un NO verde alla legge Svp sulla democrazia diretta 

  1. La Svp si è votata da sola questa legge, quando ancora aveva la maggioranza assoluta, senza neppure i voti del proprio partner di coalizione. È questo che intende la Svp per partecipazione e democrazia!
  2. Per poter convocare un referendum, la legge SVP prevede una soglia irraggiungibile di firme: 26.000!
  3. Ulteriore condizione perché queste firme per un referendum possano essere raccolte è che, prima, venga presentata al consiglio e alla giunta provinciale una “istanza” sullo stesso tema, accompagnata da 8.000 firme, che chiaramente si aggiungono alle 26.000!
  4. Su temi come gli stipendi dei politici o le tasse non si può votare.
  5. Non viene data la possibilità di votare su una legge prima che essa entri in vigore.
  6. I cittadini e le cittadine dovrebbero avere diritto a una corretta e completa informazione sui contenuti degli eventuali referendum. Su questo nella legge Svp neppure una parola!

Invitiamo tutti e tutte a votare NO al referendum del 9 Febbraio.

 [gview file=”http://www.verdi.bz.it/wp-content/uploads/2014/01/Plakat_februar-31.pdf”]

L’Alto Adige deve
Assemblea provincial
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.