HomeLavoro consiliareInceneritore senza carburante: arriverà “combustibile da rifiuto” dal Trentino?

Inceneritore senza carburante: arriverà “combustibile da rifiuto” dal Trentino?

INTERROGAZIONE

Muell_artikelBoxSembra che il nuovo inceneritore di Bolzano riceva dal 30% al 40% di rifiuti in meno rispetto alla quantità ottimale per il suo funzionamento. Com’è noto il Trentino ha intanto rinunciato a costruire un suo inceneritore. Il nuovo assessore trentino Mauro Gilmozzi ha perciò auspicato “una maggiore integrazione tra Alto Adige e Trentino” per quanto riguarda la politica dei rifiuti. Altrimenti detto: il Trentino trasformerebbe il suo rifiuto secco in Css, cioè combustibile da rifiuto – Combustibile solido secondario (CSS) – , che potrebbe essere poi incenerito a Bolzano. Anche il governatore trentino Ugo Rossi ha dichiarato di aver inviato a Bolzano una simile proposta. Il progetto partirebbe a metà 2014, anche in considerazione dell’imminente esaurimento delle discariche disponibili in Trentino.

Va ricordato che la nostra legge provinciale vieta l’importazione di rifiuti da fuori provincia.

Considerato tutto ciò,

Si chiede:

  • Gli amministratori Gilmozzi e/o Rossi hanno davvero avanzato alla Provincia proposte che prevedano l’incenerimento del loro rifiuto secco, come tale o in forma di Css, nell’inceneritore di Bolzano?
  • Se sì, qual’era esattamente la proposta e che cosa ha risposto la Provincia di Bolzano?
  • A quali normative generali è sottoposto il Css? Non è più considerato vero e proprio rifiuto? E che trattamento è consentito?
  • Il Css è compreso dalla norma di legge altoatesina che vieta l’importazione di rifiuti da fuori provincia, oppure tali materiali non rientrano nelle fattispecie pdella nostra legge, per cui non ne sarebbe vietata l’importazione?
  • Ritiene la provincia di Bolzano che, se perdurasse l’attuale penuria di “carburante” per l’inceneritore di Bolzano, l’utilizzo di Css o “combustibile da rifiuto” possa essere presa in considerazione per portare l’impianto al suo funzionamento ottimale? Se sì, con quali ragioni e in base a quali bilanci ambientali, energetici ed economici?

Cons. provinciali

Riccardo Dello Sbarba
Brigitte Foppa
Hans Heiss

Bolzano, 22.11.2013

La posizione dei Ver
Giunta Svp-Pd: avant
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.