HomeComunicati stampaGlifosato: permesso prolungato. Un regalo per le multinazionali.

Glifosato: permesso prolungato. Un regalo per le multinazionali.

 

Gli effetti del glifosato sono noti da tempo: dove viene utilizzato la biodiversità diminuisce drasticamente. L’erbicida uccide piante verdi naturali e così elimina l’habitat di altre forme viventi come insetti, rettili e uccelli, tutte necessarie al mantenimento di ecosisistemi vivi e funzionali.
Ma è soprattutto l’effetto cancerogeno l’aspetto più problematico. L’IARC, l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro, ha classificato il glifosato come sostanza probabilmente cancerogena.
Per questi motivi oltre un milione di persone da tutta Europa ha alzato la voce per dire no al prolungamento del permesso di diffusione e utilizzo. Anche il Parlamento europeo ha rafforzato questa posizione, votando per la riduzione del suo uso e per un più rapido ritiro dal mercato. Ora però il permesso per il suo utilizzo è stato prolungato e questo perché il dimissionario ministro tedesco per l’agricoltura si è presa il diritto di esprimersi contro gli accordi presi internamente e ha quindi votato a favore della proroga. Ai margini va detto che Monsanto, la multinazionale che vende le sementi resistenti al glifosato, a breve dovrebbe venire acquistata dalla multinazionale tedesca Bayer.
La decisione presa dall’UE è antidemocratica e lesiva della salute. Ma il confronto continua e l’ultima parola non è stata ancora pronunciata. I Verdi sudtirolesi continueranno a impegnarsi con forza per l’eliminazione del glifosato soprattutto nella nostra provincia. La vittoria della Monsanto per ora è solo una vittoria di Pirro.
 
Bolzano, 28/11/2017
Hans Heiss
Riccardo Dello Sbarba
Brigitte Foppa
 

I Verdi dell'Al
Ampio consenso per p
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.