HomeComunicati stampaAutismo e barriere

Autismo e barriere

Un ottimo esempio del “nuovo stile di dialogo con le opposizioni” l’abbiamo vissuto oggi in Consiglio Provinciale.
Avevamo proposto con una mozione, concordata con associazioni di familiari di persone con disturbi dello spettro autistico, di cercare una collaborazione con il Trentino per quel che riguarda il Centro Sebastiano a Coredo. Questo centro sta nascendo, appena dietro il confine di provincia in Val di Non e potrebbe offrire una soluzione, anche transitoria, alla mancanza di una struttura organica per persone che soffrono di questo disturbo. Su suggerimento dei colleghi della Südtiroler Freiheit avevamo allargato la proposta anche a un centro analogo e di alta specializzazione di Innsbruck. Dopo lunghe trattative non è stato possibile avere il consenso dell’assessora Stocker. Era disposta ad accogliere una parte della proposta, ma non si è trovato l’accordo sul verbo da usare. “Sondare la possibilità (ausloten)” andava bene, “perseguire la possibilità (anstreben)” era già troppo. Abbiamo capito il meccanismo. Il massimo a cui possiamo arrivare con le nostre mozioni è che la maggioranza la considera senza impegno. Ma guai a chiedere una chiara direzione! Ecco allora che si continuerà a non sfruttare la vicinanza delle nostre provincie – anche nei casi dove sarebbe logico, facile e di grande aiuto per le nostre famiglie, superare qualche barriera – anche mentale!

Brigitte Foppa, Hans Heiss e Riccardo Dello Sbarba

Bolzano, 03/12/2014

Censura e controllo
Autismo e barriere
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.