Solidarietà a Francesco Palermo

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

-contro la diffamazione da parte del „Dolomiten“ e della destra tedesca.

PAlermo

Francesco Palermo non è solo un Senatore (eletto con i voti di PD, SVP e sostenuto anche da noi Verdi), ma anche un riconosciuto esperto di minoranze. A causa di presunte affermazioni contro le minoranze espresse durante una conferenza della OSCE a Vienna si è beccato pagine intere di accuse sul quotidiano “Dolomiten”. Avrebbe minato la tutela delle minoranze, in primis quelle del Sudtirolo, con affermazioni di questo tipo: “La sfida più grande è quella di tenere presente la società intera e non solo le singole parti (minoranze).

Per il quotidiano e per vari rappresentanti della destra tedesca queste sono affermazioni “scandalose” che metterebbero radicalmente in dubbio la credibilità scientifica e politica di Palermo. Da giorni assistiamo a uno spregevole tribunale dell’inquisizione che non sembra diminuire, ma che anzi si acuisce di giorno in giorno.

Chi conosce Palermo anche solo un po’, sa con quanta cautela tratti la tematica della tutela delle minoranze e quanto sia distante da lui qualsiasi attacco all’autonomia dell’Alto Adige/Südtirol e alle minoranze linguistiche. È invece più che comprensibile che uno studioso rifletta sul fatto che le società in Europa e nel mondo siano sempre più caratterizzate da un crescente individualismo e da “vecchie” e nuove minoranze.

Sostenere che la coesione tra società e Stati oggi, a queste condizioni, debba essere ridefinita senza per questo trascurare la tutela delle minoranze, è una riflessione da prendere sul serio. Ma sostenere da questo che Palermo voglia eliminare le minoranze, in primis quelle dell’Alto Adige/Sütirol, sciogliendole nel “brodo unitario” dello Stato, è una accusa ridicola.

L’attuale campagna mediatica non circola però tanto intorno al discorso della tutela delle minoranze, ma tende piuttosto a discreditare il patto concluso a Roma tra SVP e centro-sinistra. Che con questa azione si colpisca senza pietà la serietà di uno studioso riconosciuto a livello internazionale, è solo un danno collaterale.

È deplorevole che sia da parte della SVP, ma anche dalle fila dei docenti di diritto internazionale non si sia levata nessuna voce di solidarietà. Dovrebbero essere loro i primi a difendere un collega ingiustamente diffamato.

E il PD? Fa quello che sa fare meglio: tace.

Hans Heiss
Brigitte Foppa                                 
Riccardo Dello Sbarba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Solidarietà a Ägidius Wellenzohn – il mondo politico e il Bauernbund devono prendere le distanze con decisione dagli avvelenamenti.

Solidarietà a Ägidius Wellenzohn – il mondo politico e il Bauernbund devono prendere le distanze con decisione dagli avvelenamenti.

Da quanto ci è dato sapere, il coltivatore di mele Ägidius Wellenzohn, un coltivatore biologico impegnato della Val Venosta, è stato vittima da poco dell’avvelenamento sistematico dei suoi campi con il glifosato. Wellenzohn, che da ormai 30 anni colt[...]
Elezioni in Germania: un segnale per l’Europa, cinque lezioni per l’Alto Adige /Südtirol

Elezioni in Germania: un segnale per l’Europa, cinque lezioni per l’Alto Adige /Südtirol

Le elezioni appena conclusesi in Germania cambiano il panorama politico, confermano la stabilità della democrazia tedesca e sono un segnale per tutta Europa. Il crollo clamoroso di CDU/CSU e SPD arriva inaspettato, ma è l’evidente conseguenza dell’af[...]
Ritorno del lupo: le misure di prevenzione ci sono, ma in Alto Adige nessuno le adotta

Ritorno del lupo: le misure di prevenzione ci sono, ma in Alto Adige nessuno le adotta

La conferma ora è ufficiale: sebbene esistano misure efficaci per prevenire gli attacchi del lupo alle greggi e che esse siano finanziate generosamente dalla Provincia, in Alto Adige finora nessuno ne ha adottato neppure una. Sono queste le conseguen[...]
Mozione approvata: "Cercasi uomini che vogliano fare i maestri"

Mozione approvata: "Cercasi uomini che vogliano fare i maestri"

Siamo molto contente/i che la nostra mozione sia stata approvata! La Giunta provinciale ha accettato di avviare una campagna sia per informare uomini e giovani sul mestiere di maestro di scuola dell’infanzia o primaria, sia e per lottare contro gli s[...]
Proteggere le minoranze anziché la SVP nel parlamento italiano

Proteggere le minoranze anziché la SVP nel parlamento italiano

L’opposizione al completo (16 consigliere e consiglieri provinciali) chiedono una nuova e più giusta legge elettorale. Anche il Gruppo Verde ha partecipato oggi alla conferenza stampa comune e ha sostenuto in aula la mozione-voto unitaria. “Vogliamo [...]
Verità per i prodotti a marchio Alto Adige

Verità per i prodotti a marchio Alto Adige

Il marchio Alto Adige – Südtirol dovrebbe essere garanzia di qualità, origine e autenticità. La carne di maiale da cui vengono confezionati i salumi però, proprio come lo speck, può arrivare anche da fuori regione. È dunque impossibile per la [...]
Mozione: Ius soli - il parlamento concluda l’iter legislativo

Mozione: Ius soli - il parlamento concluda l’iter legislativo

Il Parlamento italiano sta discutendo un disegno di legge per istituire lo ius soli temperato e lo ius culturae per l’attribuzione della cittadinanza italiana a bambine e bambini nati e/o cresciuti sul territorio italiano. La situazione attuale A[...]
Paesaggio in pericolo – Interessi delle lobby sotto tutela

Paesaggio in pericolo – Interessi delle lobby sotto tutela

Un primo commento sulla nuova legge urbanistica Politica degli annunci e strategia della zebra: questi i principali punti critici sottolineati dai Verdi alla presentazione della nuova legge urbanistica „territorio e paesaggio“. Il processo che ha [...]