Una nuova legge per le telecomunicazioni che sa già di vecchio

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Domani in Consiglio verrà discusso il disegno di legge sulle telecomunicazioni.

mediaBrigitte Foppa ha scritto una relazione di minoranza, in quale i punti che critichiamo in modo particolare sono i seguenti:

  • Il mancato coinvolgimento degli utenti della comunicazione nella genesi della legge e l‘insufficiente coinvolgimento di giornalisti e giornaliste nella sua elaborazione e correzione.
  • Punto di partenza sbagliato: si è cercato di rispondere alla domanda „Come finanziare i media“ e non a „Di quale comunicazione ha bisogno la nostra provincia“. Ne è prova l‘inserimento in una legge per le telecomunicazioni anche di un articolo dedicato alla comunicazione istituzionale della Provincia. Dovrebbe essere invece quest‘ultima ad adattarsi al vero obiettivo, cioè a come informare i cittadini e le cittadine.
  • Approccio datato: sono stati utilizzati dei parametri rigidi soprattutto di tipo quantitativo che corrisponde a uno spirito mediatico del 20° secolo, ma sicuramente non del 21°.
  • Non c‘è spazio per nuove e sperimentali forme di comunicazione.
  • In generale mancano criteri qualitativi: noi sosterremmo il lavoro di ricerca e la produzione locale e non articoli acquisiti, che nella legge vengono denominati come „autoprodotti“!
  • Mancanza di trasparenza: in Commissione è stata bocciata la nostra proposta di mettere in evidenza negli annunci i costi delle pubblicità istituzionali e che i programmi televisivi acquistati dalla Provincia lo riportino chiaramente nei titoli di testi e di coda.

Troviamo positivo che siano state accolte alcune proposte correttive soprattutto per quello che riguarda l‘articolo 4.

Per il dibattito generale, in aggiunta ai nostri 19 emendamenti, presenteremo poi un ordine del giorno con il quale impegniamo la Giunta a prevedere dei criteri di finanziamento particolari per i media gestiti da cooperative di giornalisti.

Brigitte Foppa
Hans Heiss
Riccardo dello Sbarba

La relazione di minoranza:

Download (PDF, 131KB)

L’ordine del giorno:

Download (PDF, 100KB)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Solidarietà a Ägidius Wellenzohn – il mondo politico e il Bauernbund devono prendere le distanze con decisione dagli avvelenamenti.

Solidarietà a Ägidius Wellenzohn – il mondo politico e il Bauernbund devono prendere le distanze con decisione dagli avvelenamenti.

Da quanto ci è dato sapere, il coltivatore di mele Ägidius Wellenzohn, un coltivatore biologico impegnato della Val Venosta, è stato vittima da poco dell’avvelenamento sistematico dei suoi campi con il glifosato. Wellenzohn, che da ormai 30 anni colt[...]
Elezioni in Germania: un segnale per l’Europa, cinque lezioni per l’Alto Adige /Südtirol

Elezioni in Germania: un segnale per l’Europa, cinque lezioni per l’Alto Adige /Südtirol

Le elezioni appena conclusesi in Germania cambiano il panorama politico, confermano la stabilità della democrazia tedesca e sono un segnale per tutta Europa. Il crollo clamoroso di CDU/CSU e SPD arriva inaspettato, ma è l’evidente conseguenza dell’af[...]
Ritorno del lupo: le misure di prevenzione ci sono, ma in Alto Adige nessuno le adotta

Ritorno del lupo: le misure di prevenzione ci sono, ma in Alto Adige nessuno le adotta

La conferma ora è ufficiale: sebbene esistano misure efficaci per prevenire gli attacchi del lupo alle greggi e che esse siano finanziate generosamente dalla Provincia, in Alto Adige finora nessuno ne ha adottato neppure una. Sono queste le conseguen[...]
Mozione approvata: "Cercasi uomini che vogliano fare i maestri"

Mozione approvata: "Cercasi uomini che vogliano fare i maestri"

Siamo molto contente/i che la nostra mozione sia stata approvata! La Giunta provinciale ha accettato di avviare una campagna sia per informare uomini e giovani sul mestiere di maestro di scuola dell’infanzia o primaria, sia e per lottare contro gli s[...]
Proteggere le minoranze anziché la SVP nel parlamento italiano

Proteggere le minoranze anziché la SVP nel parlamento italiano

L’opposizione al completo (16 consigliere e consiglieri provinciali) chiedono una nuova e più giusta legge elettorale. Anche il Gruppo Verde ha partecipato oggi alla conferenza stampa comune e ha sostenuto in aula la mozione-voto unitaria. “Vogliamo [...]
Verità per i prodotti a marchio Alto Adige

Verità per i prodotti a marchio Alto Adige

Il marchio Alto Adige – Südtirol dovrebbe essere garanzia di qualità, origine e autenticità. La carne di maiale da cui vengono confezionati i salumi però, proprio come lo speck, può arrivare anche da fuori regione. È dunque impossibile per la [...]
Mozione: Ius soli - il parlamento concluda l’iter legislativo

Mozione: Ius soli - il parlamento concluda l’iter legislativo

Il Parlamento italiano sta discutendo un disegno di legge per istituire lo ius soli temperato e lo ius culturae per l’attribuzione della cittadinanza italiana a bambine e bambini nati e/o cresciuti sul territorio italiano. La situazione attuale A[...]
Paesaggio in pericolo – Interessi delle lobby sotto tutela

Paesaggio in pericolo – Interessi delle lobby sotto tutela

Un primo commento sulla nuova legge urbanistica Politica degli annunci e strategia della zebra: questi i principali punti critici sottolineati dai Verdi alla presentazione della nuova legge urbanistica „territorio e paesaggio“. Il processo che ha [...]