Successo femminile verde: Ecco come si fa!

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

WebGià da tempo noi Donne Verdi dell’Alto Adige-Südtirol teniamo uno stretto contatto con le nostre colleghe di partito al di là del Brennero. Negli ultimo tempi poi abbiamo seguito le loro vicende con particolare interesse e seguito i loro successi.
Sabato 18 maggio, ad elezioni vinte e dopo l’ingresso di Ingrid Felipe e Christine Baur nella Giunta Regionale, si è tenuto un incontro transfrontaliero delle Donne Verdi, al quale abbiamo invitato anche i candidati e  le candidate alle Primarie Verdi altoatesine per capire le ragioni del successo elettorale verde in Tirolo.

Questo il racconto di Felipe e Baur:

Dopo la sconfitta elettorale del 2008 i Verdi tirolesi si sono sottoposti a un forte rinnovamento strutturale che portò a un ricambio generazionale e in cui le donne iniziarono ad occupare ruoli di guida – fino ad arrivare alla situazione attuale in cui tutte le posizioni dirigenziali all’interno dei Verdi tirolesi sono occupate da donne: dalla portavoce (Felipe) alla capogruppo in Consiglio (Baur), compresa la vicesindaca di Innsbruck (Pitscheider).

Su questa base si presentarono poi 2 donne alle Primarie per il posto di capolista alle Regionali, in cui Ingrid Felipe vinse contro Christine Baur. Insieme avevano elaborato il modello di “concorrenza cooperativa” per prevenire esperienze negative di battaglie elettorali polarizzanti.
Alla fine i Verdi vinsero le elezioni regionali con una campagna incentrata sui classici temi „verdi“, cioè con temi meramente ambientali. “Eravamo coraggiosi abbastanza per fare delle scelte difficili e spesso scegliendo la strada più ripida piuttosto quella più facile”, racconta la vicepresidente della Giunta Regionale in pectore, Ingrid Felipe. Una di queste scelte era ad esempio la coraggiosa assegnazione ad Ahmet Demir di posto in lista con buone possibilità di elezione: ora Demir è il primo consigliere regionale di origini turche del Tirolo.

Le trattative di coalizione con la ÖVP ci vengono descritte da Christine Baur come difficili ma interessanti, un processo incentrato sulla formazione della fiducia reciproca e la ricerca di un consenso minimo su temi brucianti come il Tunnel di Base e le zone sciistiche.

Noi Donne Verdi sudtirolesi vogliamo agganciarci a queste esperienze e dichiariamo sin d’ora la nostra volontà di successo e di governo. Certamente vogliamo dare, sia nel processo delle Primarie che nella campagna elettorale vera e propria, un chiaro segnale di una politica forte al femminile per il futuro della nostra terra.

Foto: da sx a dx:
Johanna Donà, Sybille Atz, Brigitte Foppa, Evelyn Gruber-Fischnaller, Christine Baur, Ingrid Felipe, Riccardo Dello Sbarba, Raffaela Vanzetta, Flavia Basili, Valentino Liberto.

Bolzano, 18 maggio 2013

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Interrogazione: “Bike & Sci” nel parco naturale

Interrogazione: “Bike & Sci” nel parco naturale

Il 5 gennaio 2018, sull’Alpe di Siusi, si è tenuto l’evento “Bike & Sci”. La manifestazione, che vedeva in gara sulla pista Bullaccia una combinazione di motociclisti e sciatori, è stata organizzata dall’Alpe di Siusi Marketing Soc. coop. Da [...]
A Bolzano il Vertice Euregio sul traffico: tre azioni concrete invece di inutili promesse

A Bolzano il Vertice Euregio sul traffico: tre azioni concrete invece di inutili promesse

Se oggi i governatori dell’Euregio e gli/le assessori/e competenti di ambiente e trasporti si incontrano per un vertice su traffico e trasporti, vuol dire che tutti hanno preso atto della gravità della situazione del traffico sull’asse del Brennero: [...]
No thumbnail available
I Verdi del Alto Adige – Südtirol con Liberi e Uguali

I Verdi del Alto Adige – Südtirol con Liberi e Uguali

Il Coordinamento Provinciale dei Verdi ha deciso nella sua riunione di sabato, 30 dicembre, di aderire alla Lista „Liberi e Uguali“ guidata dal Presidente del Senato Pietro Grasso e dalla Presidente della Camera Laura Boldrini. La decisione è stata [...]
Pensiamo alle  conseguenze - Posizione dei Verdi sulla doppia cittadinanza 

Pensiamo alle  conseguenze - Posizione dei Verdi sulla doppia cittadinanza 

  Partiamo dai fatti: già oggi in Europa migliaia di persone hanno un doppio passaporto. Ciò rispecchia a buon diritto la storia loro e della loro famiglia in un’Europa i cui confini sono stati continuamente attraversati. La nostra posizi[...]
Il governo ÖVP-FPÖ in Austria è fatto: comincia una trasformazione blu-turchese della vicina Repubblica - con preoccupanti conseguenze per l'Alto Adige

Il governo ÖVP-FPÖ in Austria è fatto: comincia una trasformazione blu-turchese della vicina Repubblica - con preoccupanti conseguenze per l'Alto Adige

I vertici di ÖVP e FPÖ hanno concluso velocemente la formazione del nuovo governo a Vienna. Esattamente due mesi dopo le elezioni, nasce il gabinetto Kurz-Strache. Con tre sorprese: tante nuove facce, una folta rappresentanza di donne nelle file dell[...]
Biotestamento: grazie a Mina Schett Welby

Biotestamento: grazie a Mina Schett Welby

Per una volta, la politica italiana si è assunta grande responsabilità. Con il voto a larga maggioranza di questa mattina al Senato, il cosiddetto testamento biologico è finalmente legge. Pazienti irreversibilmente malati, le loro famiglie e gli oper[...]
Più che sicurezza ci vuole coraggio

Più che sicurezza ci vuole coraggio

Questa mattina si è concluso il dibattito generale sul bilancio provinciale. La presentazione di numeri e cifre offre a maggioranza e minoranza l’occasione per valutare il corso delle politiche attuate dalla Giunta provinciale negli ultimi quattro an[...]