Successo femminile verde: Ecco come si fa!

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

WebGià da tempo noi Donne Verdi dell’Alto Adige-Südtirol teniamo uno stretto contatto con le nostre colleghe di partito al di là del Brennero. Negli ultimo tempi poi abbiamo seguito le loro vicende con particolare interesse e seguito i loro successi.
Sabato 18 maggio, ad elezioni vinte e dopo l’ingresso di Ingrid Felipe e Christine Baur nella Giunta Regionale, si è tenuto un incontro transfrontaliero delle Donne Verdi, al quale abbiamo invitato anche i candidati e  le candidate alle Primarie Verdi altoatesine per capire le ragioni del successo elettorale verde in Tirolo.

Questo il racconto di Felipe e Baur:

Dopo la sconfitta elettorale del 2008 i Verdi tirolesi si sono sottoposti a un forte rinnovamento strutturale che portò a un ricambio generazionale e in cui le donne iniziarono ad occupare ruoli di guida – fino ad arrivare alla situazione attuale in cui tutte le posizioni dirigenziali all’interno dei Verdi tirolesi sono occupate da donne: dalla portavoce (Felipe) alla capogruppo in Consiglio (Baur), compresa la vicesindaca di Innsbruck (Pitscheider).

Su questa base si presentarono poi 2 donne alle Primarie per il posto di capolista alle Regionali, in cui Ingrid Felipe vinse contro Christine Baur. Insieme avevano elaborato il modello di “concorrenza cooperativa” per prevenire esperienze negative di battaglie elettorali polarizzanti.
Alla fine i Verdi vinsero le elezioni regionali con una campagna incentrata sui classici temi „verdi“, cioè con temi meramente ambientali. “Eravamo coraggiosi abbastanza per fare delle scelte difficili e spesso scegliendo la strada più ripida piuttosto quella più facile”, racconta la vicepresidente della Giunta Regionale in pectore, Ingrid Felipe. Una di queste scelte era ad esempio la coraggiosa assegnazione ad Ahmet Demir di posto in lista con buone possibilità di elezione: ora Demir è il primo consigliere regionale di origini turche del Tirolo.

Le trattative di coalizione con la ÖVP ci vengono descritte da Christine Baur come difficili ma interessanti, un processo incentrato sulla formazione della fiducia reciproca e la ricerca di un consenso minimo su temi brucianti come il Tunnel di Base e le zone sciistiche.

Noi Donne Verdi sudtirolesi vogliamo agganciarci a queste esperienze e dichiariamo sin d’ora la nostra volontà di successo e di governo. Certamente vogliamo dare, sia nel processo delle Primarie che nella campagna elettorale vera e propria, un chiaro segnale di una politica forte al femminile per il futuro della nostra terra.

Foto: da sx a dx:
Johanna Donà, Sybille Atz, Brigitte Foppa, Evelyn Gruber-Fischnaller, Christine Baur, Ingrid Felipe, Riccardo Dello Sbarba, Raffaela Vanzetta, Flavia Basili, Valentino Liberto.

Bolzano, 18 maggio 2013

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Natura e turismo, conflitto e simbiosi: conferenza internazionale a Merano con patrocinio verde.

Natura e turismo, conflitto e simbiosi: conferenza internazionale a Merano con patrocinio verde.

All Inclusive? Nature and tourism between conflict and symbiosis – Questo è il titolo della conferenza internazionale organizzata dai Verdi sudtirolesi in collaborazione con i Verdi europei il prossimo fine settimana a Merano. Venerdì 23 giugno si[...]
Natura e turismo, conflitto e simbiosi: Conferenza internazionale a Merano

Natura e turismo, conflitto e simbiosi: Conferenza internazionale a Merano

All Inclusive? Nature and tourism between conflict and symbiosis – è il titolo della conferenza internazionale, organizzata il 24/25 giugno a Merano dai Verdi dell’Alto Adige/Südtirol in collaborazione con i Verdi Europei. Il fitto fine settimana [...]
Referente per la comunicazione cercasi

Referente per la comunicazione cercasi

Il Gruppo Verde in Consiglio provinciale e regionale cerca un*a referente per la comunicazione Il lavoro del gruppo consiste nella critica costruttiva e nel controllo dell’azione della giunta provinciale. In Consiglio vengono presentate proposte per[...]
C’è ancora speranza per la Turchia? UE e occidente alla prova.

C’è ancora speranza per la Turchia? UE e occidente alla prova.

C’è ancora speranza per la Turchia? UE e occidente alla prova. Venerdì, 9. giugno 2017, ore 18.30 Incontro e discussione c/o Ristorante Jona (Via Crispi 38, Bolzano) Dopo un periodo di modernizzazione e di apertura, dal 2012 il presidente turc[...]
Musei e collezioni: spazio a dialogo, diversità e apertura

Musei e collezioni: spazio a dialogo, diversità e apertura

È da quasi 30 anni che in provincia stiamo aspettando una nuova legge sui musei. Dal 1988, anno in cui è stata varata la legge vigente, il settore museale ha conosciuto una rapida evoluzione in tutta Europa e così anche in Alto Adige. In questi 25 an[...]
Libertà di scelta per il parto!

Libertà di scelta per il parto!

In occasione della Giornata internazionale del parto in casa, il Collegio delle ostetriche dell'Alto Adige ha ribadito con forza che la libera scelta del luogo in cui  partorire deve essere maggiormente sostenuta. Il diritto a un parto autodeterminat[...]
Partenza ecosociale verso gli appuntamenti elettorali - commiato e nuove elezioni all’assemblea provinciale verde

Partenza ecosociale verso gli appuntamenti elettorali - commiato e nuove elezioni all’assemblea provinciale verde

C’era un fitto ordine del giorno all’assemblea provinciale verde il 27 maggio 2017 nella sala di Rappresentanza del Comune di Bolzano. Hans Heiss è stato salutato con una Standing Ovation dopo 14 mesi di co-portavoce. Sono seguite le votazioni.[...]