SOUTH POINT = NOₓ-Point

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

NOX in BZApprendiamo dai media che la Podini-Holding vorrebbe realizzare un progetto in Via Galilei per la riqualificazione di aree urbane, così come previsto dall’art. 55 della Legge provinciale sull‘urbanistica. A „South Point“ sarebbero previsti 17.000 m³ di spazi abitativi, 57.000 m³ di spazi commerciali, 57.000 m³ di spazi per uffici e tempo libero e altri 50.000 m³ di spazi per il commercio al dettaglio.

I nostri presagi espressi ancora in tempi non sospetti sui problemi che sarebbero potuti sorgere con la „Lex Benco“ ora iniziano ad avverarsi: non è più il pubblico a decidere dello sviluppo cittadino, ma sono i privati facoltosi e in grado di investire a prendere le decisioni.

In questo caso specifico, però, sorgono dei dubbi anche riguardo alla location scelta e ai rischi per la salute, a cui i Verdi avevano fatto riferimento già durante la votazione in Consiglio comunale per l’ampliamento del Twenty, proprio nella stessa area.
Secondo il piano per la qualità dell’aria dell’Agenzia dell‘ambiente, Programma per la riduzione dell’inquinamento da NO₂, l’area del South Point era stata individuata come una delle zone maggiormente colpite di tutta la provincia. Proprio lì vi è stato misurato un valore medio annuo di 62 µg/m³, ben superiore al valore limite di 40 µg/m³.
Ricordiamo che valori elevati di NO₂ portano a malattie respiratorie, all’aumento di quelle cardiovascolari e del tasso di mortalità. Per questo una direttiva dell‘UE (2008/50/EG) obbliga gli Stati a raggiungere i valori limite entro il 2015.
Soprattutto se si guardano i valori della qualità dell’aria, già preoccupanti di per sé, in relazione con la densità di popolazione nell’area urbana di Bolzano (si veda il Piano per la qualità dell’aria: „L’area di superamento di Bolzano ha un‘estensione di circa 3,4 Km² dove risiede una popolazione stimabile in circa 25.000 persone. I valori più alti delle concentrazioni di NO₂ sono stati individuati lungo l’autostrada“) ci si domanda se un tale progetto sia davvero sensato. Attirerebbe una grande quantità di persone in un solo luogo che non si può certo definire salubre. Prevedere in quell’area zone abitative e offrire impianti sportivi e di svago ci sembra quanto meno una mossa azzardata, per non dire irresponsabile o addirittura cinica.

Su tale tema presentiamo una interrogazione alla Giunta provinciale per capire come la stessa giudichi il progetto sulla base dell’attuale qualità dell’aria.
21.11.2014

Brigitte Foppa, Hans Heiss, Riccardo Dello Sbarba

Allegato: Estratto dal Programma per la riduzione dell’inquinamento da NO₂, Agenzia provinciale per l’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Le scuole materne „tedesche“ e le contraddizioni della politica scolastica in Alto Adige

Le scuole materne „tedesche“ e le contraddizioni della politica scolastica in Alto Adige

Il dibattito sulle iscrizioni di bambini e bambine „non-tedeschi/e“ nelle scuole materne tedesche apre svariate questioni tipiche della politica scolastica sudtirolese degli ultimi decenni. Ora più che mai è evidente quanto la politica della separazi[...]
Disposizioni sull’assestamento di bilancio in Consiglio provinciale

Disposizioni sull’assestamento di bilancio in Consiglio provinciale

Breve guida verde nella giungla di norme Nel corso della odierna conferenza stampa del Gruppo Verde, Hans Heiss, Riccardo Dello Sbarba e Brigitte Foppa hanno commentato la legge sull'assestamento di bilancio che verrà discussa nella sessione di Cons[...]
È tempo di cambiare!

È tempo di cambiare!

Il sistema scolastico separato è agli sgoccioli Da molti anni noi Verdi ci impegniamo con decisione per un rinnovamento radicale del sistema scolastico sudtirolese, i cui obiettivi principali, in una provincia con più gruppi linguistici, dovrebbero [...]
Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Giunta provinciale: troppe decisioni fondamentali prese a colpi di “delibere fuori sacco”. La giunta Kompatscher si era presentata annunciando un nuovo stile, caratterizzato da trasparenza e partecipazione. Nel corso del tempo queste promesse sono[...]
Convegno internazionale a Merano

Convegno internazionale a Merano

#greeningtourism – limiti e opportunità dello sviluppo turistico in Europa e sull’Arco alpino All Inclusive? Con questa domanda i Verdi del Sudtirolo hanno accolto una platea internazionale per analizzare il conflitto, ma anche le possibili simbio[...]
Ennesima omnibus

Ennesima omnibus

Meno diritti per le persone immigrate e meno garanzie sugli OGM per consumatori e consumatrici. La legge omnibus (LGE Nr. 125/17) è l’ennesimo esempio di come non si fa legislazione. Un anno fa, in occasione della omnibus precedente, il Gruppo Ver[...]
La legge sulla dirigenza arriva in Consiglio provinciale

La legge sulla dirigenza arriva in Consiglio provinciale

Una piramide d’oro con la base d’argilla Dopo il dibattito in Commissione legislativa, giovedì 29 giugno la legge sulla struttura dirigenziale dell’amministrazione provinciale approda in Consiglio provinciale. Le nostre valutazioni iniziali resta[...]
Natura e turismo, conflitto e simbiosi: conferenza internazionale a Merano con patrocinio verde.

Natura e turismo, conflitto e simbiosi: conferenza internazionale a Merano con patrocinio verde.

All Inclusive? Nature and tourism between conflict and symbiosis – Questo è il titolo della conferenza internazionale organizzata dai Verdi sudtirolesi in collaborazione con i Verdi europei il prossimo fine settimana a Merano. Venerdì 23 giugno si[...]