SOUTH POINT = NOₓ-Point

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

NOX in BZApprendiamo dai media che la Podini-Holding vorrebbe realizzare un progetto in Via Galilei per la riqualificazione di aree urbane, così come previsto dall’art. 55 della Legge provinciale sull‘urbanistica. A „South Point“ sarebbero previsti 17.000 m³ di spazi abitativi, 57.000 m³ di spazi commerciali, 57.000 m³ di spazi per uffici e tempo libero e altri 50.000 m³ di spazi per il commercio al dettaglio.

I nostri presagi espressi ancora in tempi non sospetti sui problemi che sarebbero potuti sorgere con la „Lex Benco“ ora iniziano ad avverarsi: non è più il pubblico a decidere dello sviluppo cittadino, ma sono i privati facoltosi e in grado di investire a prendere le decisioni.

In questo caso specifico, però, sorgono dei dubbi anche riguardo alla location scelta e ai rischi per la salute, a cui i Verdi avevano fatto riferimento già durante la votazione in Consiglio comunale per l’ampliamento del Twenty, proprio nella stessa area.
Secondo il piano per la qualità dell’aria dell’Agenzia dell‘ambiente, Programma per la riduzione dell’inquinamento da NO₂, l’area del South Point era stata individuata come una delle zone maggiormente colpite di tutta la provincia. Proprio lì vi è stato misurato un valore medio annuo di 62 µg/m³, ben superiore al valore limite di 40 µg/m³.
Ricordiamo che valori elevati di NO₂ portano a malattie respiratorie, all’aumento di quelle cardiovascolari e del tasso di mortalità. Per questo una direttiva dell‘UE (2008/50/EG) obbliga gli Stati a raggiungere i valori limite entro il 2015.
Soprattutto se si guardano i valori della qualità dell’aria, già preoccupanti di per sé, in relazione con la densità di popolazione nell’area urbana di Bolzano (si veda il Piano per la qualità dell’aria: „L’area di superamento di Bolzano ha un‘estensione di circa 3,4 Km² dove risiede una popolazione stimabile in circa 25.000 persone. I valori più alti delle concentrazioni di NO₂ sono stati individuati lungo l’autostrada“) ci si domanda se un tale progetto sia davvero sensato. Attirerebbe una grande quantità di persone in un solo luogo che non si può certo definire salubre. Prevedere in quell’area zone abitative e offrire impianti sportivi e di svago ci sembra quanto meno una mossa azzardata, per non dire irresponsabile o addirittura cinica.

Su tale tema presentiamo una interrogazione alla Giunta provinciale per capire come la stessa giudichi il progetto sulla base dell’attuale qualità dell’aria.
21.11.2014

Brigitte Foppa, Hans Heiss, Riccardo Dello Sbarba

Allegato: Estratto dal Programma per la riduzione dell’inquinamento da NO₂, Agenzia provinciale per l’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

60 anni da Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l’oggi Il 17/11/1957 a Castel Firmiano resta una data di riferimento per l’Alto Adige. Circa 35.000 persone, donne e uomini, espressero con la loro presenza e [...]
Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Mozione: Consiglio Regionale La ferrovia della Val di Fiemme (in tedesco Fleimstalbahn) era una ferrovia a scartamento ridotto, costruita dal Genio militare austriaco all’inizio del ‘900 che congiungeva la ferrovia del Brennero da Ora a Predazzo[...]
L’università trilingue merita il patentino

L’università trilingue merita il patentino

  In occasione del 40° compleanno dell’esame di bilinguismo, il Gruppo Verde in Consiglio provinciale ha presentato questa mozione. Ci sembra paradossale che chi frequenta una scuola superiore in italiano e una università in Germania, o v[...]
I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

In fondo si tratta di una cosa molto semplice: pubblicare nei menù delle mense pubbliche (di scuole, case di riposo, ospedali, asili) la provenienza della carne offerta nei piatti. Perché è importante? Solo una piccolissima parte della carne che arri[...]
Aeroporto: la pista non deve essere allungata

Aeroporto: la pista non deve essere allungata

Aeroporto: Kompatscher promette che “la pista non sarà allungata”. Bene! E allora perché non fissare questo impegno nel piano urbanistico di Laives? La maggioranza SVP-PD ha oggi votato contro la mozione dei Verdi che chiedeva di eliminare dal p[...]
Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Sulla morte del piccolo Adan l’assessora si nasconde dietro un muro di burocratico silenzio. Con una interrogazione del Gruppo verde la TRAGICA vicenda del profugo curdo irakeno è arrivata per la prima volta in Consiglio provinciale. Dall’assessora [...]
Oggi il Parlamento europeo vota
Consultazioni in Veneto e Lombardia: forte segnale democratico, risultato ambiguo

Consultazioni in Veneto e Lombardia: forte segnale democratico, risultato ambiguo

La consultazione popolare sull’autonomia in Veneto e Lombardia si è conclusa con una notevole partecipazione popolare, rispettivamente del 60% e del 39%. Un risultato, impressionante per il Veneto e considerevole per la Lombardia, che dà adito a inte[...]