SOUTH POINT = NOₓ-Point

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

NOX in BZApprendiamo dai media che la Podini-Holding vorrebbe realizzare un progetto in Via Galilei per la riqualificazione di aree urbane, così come previsto dall’art. 55 della Legge provinciale sull‘urbanistica. A „South Point“ sarebbero previsti 17.000 m³ di spazi abitativi, 57.000 m³ di spazi commerciali, 57.000 m³ di spazi per uffici e tempo libero e altri 50.000 m³ di spazi per il commercio al dettaglio.

I nostri presagi espressi ancora in tempi non sospetti sui problemi che sarebbero potuti sorgere con la „Lex Benco“ ora iniziano ad avverarsi: non è più il pubblico a decidere dello sviluppo cittadino, ma sono i privati facoltosi e in grado di investire a prendere le decisioni.

In questo caso specifico, però, sorgono dei dubbi anche riguardo alla location scelta e ai rischi per la salute, a cui i Verdi avevano fatto riferimento già durante la votazione in Consiglio comunale per l’ampliamento del Twenty, proprio nella stessa area.
Secondo il piano per la qualità dell’aria dell’Agenzia dell‘ambiente, Programma per la riduzione dell’inquinamento da NO₂, l’area del South Point era stata individuata come una delle zone maggiormente colpite di tutta la provincia. Proprio lì vi è stato misurato un valore medio annuo di 62 µg/m³, ben superiore al valore limite di 40 µg/m³.
Ricordiamo che valori elevati di NO₂ portano a malattie respiratorie, all’aumento di quelle cardiovascolari e del tasso di mortalità. Per questo una direttiva dell‘UE (2008/50/EG) obbliga gli Stati a raggiungere i valori limite entro il 2015.
Soprattutto se si guardano i valori della qualità dell’aria, già preoccupanti di per sé, in relazione con la densità di popolazione nell’area urbana di Bolzano (si veda il Piano per la qualità dell’aria: „L’area di superamento di Bolzano ha un‘estensione di circa 3,4 Km² dove risiede una popolazione stimabile in circa 25.000 persone. I valori più alti delle concentrazioni di NO₂ sono stati individuati lungo l’autostrada“) ci si domanda se un tale progetto sia davvero sensato. Attirerebbe una grande quantità di persone in un solo luogo che non si può certo definire salubre. Prevedere in quell’area zone abitative e offrire impianti sportivi e di svago ci sembra quanto meno una mossa azzardata, per non dire irresponsabile o addirittura cinica.

Su tale tema presentiamo una interrogazione alla Giunta provinciale per capire come la stessa giudichi il progetto sulla base dell’attuale qualità dell’aria.
21.11.2014

Brigitte Foppa, Hans Heiss, Riccardo Dello Sbarba

Allegato: Estratto dal Programma per la riduzione dell’inquinamento da NO₂, Agenzia provinciale per l’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ritorno del lupo: le misure di prevenzione ci sono, ma in Alto Adige nessuno le adotta

Ritorno del lupo: le misure di prevenzione ci sono, ma in Alto Adige nessuno le adotta

La conferma ora è ufficiale: sebbene esistano misure efficaci per prevenire gli attacchi del lupo alle greggi e che esse siano finanziate generosamente dalla Provincia, in Alto Adige finora nessuno ne ha adottato neppure una. Sono queste le conseguen[...]
Mozione approvata: "Cercasi uomini che vogliano fare i maestri"

Mozione approvata: "Cercasi uomini che vogliano fare i maestri"

Siamo molto contente/i che la nostra mozione sia stata approvata! La Giunta provinciale ha accettato di avviare una campagna sia per informare uomini e giovani sul mestiere di maestro di scuola dell’infanzia o primaria, sia e per lottare contro gli s[...]
Proteggere le minoranze anziché la SVP nel parlamento italiano

Proteggere le minoranze anziché la SVP nel parlamento italiano

L’opposizione al completo (16 consigliere e consiglieri provinciali) chiedono una nuova e più giusta legge elettorale. Anche il Gruppo Verde ha partecipato oggi alla conferenza stampa comune e ha sostenuto in aula la mozione-voto unitaria. “Vogliamo [...]
Verità per i prodotti a marchio Alto Adige

Verità per i prodotti a marchio Alto Adige

Il marchio Alto Adige – Südtirol dovrebbe essere garanzia di qualità, origine e autenticità. La carne di maiale da cui vengono confezionati i salumi però, proprio come lo speck, può arrivare anche da fuori regione. È dunque impossibile per la [...]
Mozione: Ius soli - il parlamento concluda l’iter legislativo

Mozione: Ius soli - il parlamento concluda l’iter legislativo

Il Parlamento italiano sta discutendo un disegno di legge per istituire lo ius soli temperato e lo ius culturae per l’attribuzione della cittadinanza italiana a bambine e bambini nati e/o cresciuti sul territorio italiano. La situazione attuale A[...]
Paesaggio in pericolo – Interessi delle lobby sotto tutela

Paesaggio in pericolo – Interessi delle lobby sotto tutela

Un primo commento sulla nuova legge urbanistica Politica degli annunci e strategia della zebra: questi i principali punti critici sottolineati dai Verdi alla presentazione della nuova legge urbanistica „territorio e paesaggio“. Il processo che ha [...]
Interrogazione: Maestre tramutate in guardie sanitarie?

Interrogazione: Maestre tramutate in guardie sanitarie?

Dal gruppo di rappresentanza del personale pedagogico delle scuole materne (KAS) riceviamo una lettera piena di dubbi e domande sulla questione vaccini. Noi Verdi condividiamo pienamente le loro perplessità. Le maestre si chiedono, in vista dell’att[...]
Visite private contro le liste d’attesa – non è una buona soluzione

Visite private contro le liste d’attesa – non è una buona soluzione

Da tempo le pazienti e i pazienti sudtirolesi soffrono delle lunghe liste d’attesa nella sanità. Oggi veniamo a sapere dal direttore generale Schael e dalla Giunta che l’emergenza verrà affrontata con l’aumento delle visite private e che al momento s[...]