SCANDALO SEL – Dopo il patteggiamento, va ripristinata la legalità nelle concessioni

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Bolzano, 28 febbraio 2013

Le sentenze non si commentano, ma è responsabilità della politica trarne le dovute conseguenze.
Con l’accoglimento da parte del tribunale di Bolzano del patteggiamento per l’ex assessore provinciale Michl Laimer e per l’ex direttore Sel Maximilian Rainer è ora sancito da un atto che ha valore di sentenza il fatto che, attraverso la manipolazione dei progetti SEL, la procedura delle concessioni idroelettriche del 2005-2010 fu falsificata e che le decisioni della Giunta provinciale si basarono su una documentazione illegittima.

Questa verità accertata e sancita dal tribunale, e ammessa dagli stessi protagonisti, non può più essere ignorata, né cancellata da “soluzioni politiche” pasticciate. Prima di tutto va riportata la legalità nelle grandi concessioni. Ciò significa eliminare dalle procedure di concessione gli atti illegali che sono stati compiuti ed i loro effetti.

Se un senso l’incarico dato al professor Giuseppe Caia può averlo, è innanzitutto questo: l’esperto in “servizi pubblici e tutela della concorrenza” deve indicare qual è la strada migliore per riportare la certezza del diritto nelle concessioni assegnate.
Ciò deve avvenire nel più breve tempo possibile, poiché è interesse di tutti i cittadini che la legalità sia ripristinata e perché nessuna nuova politica energetica è possibile se non si rimuove il macigno che rende illegittime le concessioni attualmente assegnate a SEL.

Anche i Comuni devono farsi sentire per far valere fino in fondo i propri diritti, poiché sono stati proprio i Comuni i primi e più grandi danneggiati dalla manipolazione delle gare. I Comuni e le loro società infatti erano presenti con propri progetti alle gare per tutte le 14 centrali in scadenza nel 2010 e da tutte furono esclusi con l’inganno.
Nessuna soluzione sarà possibile senza eliminare l’inganno perpetrato nelle gare e tutti i suoi effetti.

Consiglieri provinciali

Riccardo Dello Sbarba
Hans Heiss

Doppia cittadinanza o doppia strategia?

Doppia cittadinanza o doppia strategia?

L'atteggiamento ballerino della SVP sulla doppia cittadinanza è un flirt rischioso con i secessionisti. La lettera firmata da 19 consiglieri al governo austriaco sulla doppia cittadinanza ha fatto scalpore... non tanto per i contenuti, quanto piut[...]
Il fango resta attaccato alla mano che lo lancia. I Verdi del Sudtirolo e i Verdi di Bolzano condannano l’azione leghista contro la collega Maria Laura Lorenzini

Il fango resta attaccato alla mano che lo lancia. I Verdi del Sudtirolo e i Verdi di Bolzano condannano l’azione leghista contro la collega Maria Laura Lorenzini

Oggi i consiglieri comunali della Lega a Bolzano hanno distribuito ai passanti delle finte banconote da 1000 Euro con l’immagine dell’assessora Maria Laura Lorenzini. Questa azione  vuole portare l’attenzione (e l’odio!) della gente sull’iniziativa[...]
Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

60 anni da Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l’oggi Il 17/11/1957 a Castel Firmiano resta una data di riferimento per l’Alto Adige. Circa 35.000 persone, donne e uomini, espressero con la loro presenza e [...]
Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Mozione: Consiglio Regionale La ferrovia della Val di Fiemme (in tedesco Fleimstalbahn) era una ferrovia a scartamento ridotto, costruita dal Genio militare austriaco all’inizio del ‘900 che congiungeva la ferrovia del Brennero da Ora a Predazzo[...]
L’università trilingue merita il patentino

L’università trilingue merita il patentino

  In occasione del 40° compleanno dell’esame di bilinguismo, il Gruppo Verde in Consiglio provinciale ha presentato questa mozione. Ci sembra paradossale che chi frequenta una scuola superiore in italiano e una università in Germania, o v[...]
I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

In fondo si tratta di una cosa molto semplice: pubblicare nei menù delle mense pubbliche (di scuole, case di riposo, ospedali, asili) la provenienza della carne offerta nei piatti. Perché è importante? Solo una piccolissima parte della carne che arri[...]
Aeroporto: la pista non deve essere allungata

Aeroporto: la pista non deve essere allungata

Aeroporto: Kompatscher promette che “la pista non sarà allungata”. Bene! E allora perché non fissare questo impegno nel piano urbanistico di Laives? La maggioranza SVP-PD ha oggi votato contro la mozione dei Verdi che chiedeva di eliminare dal p[...]
Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Sulla morte del piccolo Adan l’assessora si nasconde dietro un muro di burocratico silenzio. Con una interrogazione del Gruppo verde la TRAGICA vicenda del profugo curdo irakeno è arrivata per la prima volta in Consiglio provinciale. Dall’assessora [...]