Riccardo racconta

17 Flares Filament.io 17 Flares ×

Parco dello Stelvio: la politica preferisce le bandiere

Riccardo Dello SbarbaLa commissione dei 12 ha varato una bozza di nuova norma di attuazione che ora è all’esame dei ministeri. Momento opportuno, dunque, perché anche il Consiglio provinciale si esprima. Per questo avevamo presentato una dettagliata mozione in difesa delle piante, degli animali e del paesaggio unico e meraviglioso del Parco.
La norma di attuazione prevede la delega dell’amministrazione del Parco alle Province di Bolzano e Trento e alla Regione Lombardia. Fin qui tutto bene. Tuttavia mette in serio pericolo la tutela del patrimonio naturale del Parco poiché affida alle tre amministrazioni, in forma separata, la decisione sui confini, sulle tutele, sulle regole e sul piano del Parco, che ognuno deciderà da sé per il proprio territorio. Uno spezzatino di un territorio a “tutele variabili”. Di un parco degno di questo nome non resta molto.
La nostra mozione voleva invece rafforzare il carattere unitario del Parco nazionale dello Stelvio, attraverso un piano unico e unitario per tutto il Parco e un organismo anch’esso unitario che lo approva, il previsto Coordinamento implementato con una più forte rappresentanza delle associazioni ambientaliste e della comunità scientifica. Nella bozza della Commissione dei 12, invece, il coordinamento ha funzioni solo consultive e su 12 membri solo uno rappresenta gli ambientalisti, tutti gli altri le amministrazioni.
La discussione che ne è seguita ieri 14 maggio in Consiglio è stata kafkiana. Si parlava di “Parco nazionale dello Stelvio” e su quale concetto si sono accapigliati consiglieri e consigliere? Non su “Parco”, ma su “Nazionale”! Eva Klotz e Alessandro Urzì hanno furiosamente litigato sull’appartenenza nazionale e sull’autodeterminazione, Zimmerhofer ha proposto la fusione col Nationalpark Hohe Tauern, che ha un solo difetto: è piuttosto lontano dallo Stelvio (noi proponevamo un parco europeo transfrontaliero allargando lo Stelvio ai confinanti parco della Svizzera e all’Adamello-Brenta).
Anche la Svp si è dedicata a questo depistaggio: per Steger e Teiner con la provincializzazione si sarebbe superata la ferita (il parco nacque nel 1935) ben rappresentata dal termine “nazionale”. Peccato che nella norma approvata anche dalla SVP l’unica cosa a rimanere invariata è proprio la denominazione: “Parco NAZIONALE dello Stelvio”.
E così aquile, camosci e larici secolari hanno fatto le spese dell’ottusità di una politica capace solo di guardare indietro. Tra natura e bandiere, la politica preferisce le bandiere.

Bolzano Bozen, 15.5.2014

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Pedala anche tu! 2017

Pedala anche tu! 2017

Anche quest'anno partecipiamo al cicloconcorso Alto Adige. Pedala anche tu e registrati sul sito https:/www.altoadigepedala.bz.it/ e scegli Verdi Grüne Vërc come organizzazione!   [...]
Marco Pappalardo promuoverà anche l'immagine dell'Alto Adige, ma soprattutto quella della Giunta provinciale

Marco Pappalardo promuoverà anche l'immagine dell'Alto Adige, ma soprattutto quella della Giunta provinciale

La nomina di Marco Pappalardo, finora capo della società di marketing IDM, a capo dell'ufficio stampa della Provincia, lascia un retrogusto amaro. E' infatti davvero molto discutibile che a capo della comunicazione istituzionale della Provincia venga[...]
Richiedenti asilo - Buone pratiche e soluzioni a confronto

Richiedenti asilo - Buone pratiche e soluzioni a confronto

Una serata con l'assessora verde del Tirolo Landesrätin Christine Baur, a colloquio con Chiara Rabini incaricata sui temi della migrazione del Comune di Bolzano Karl Tragust Sprecher social&green und ehem. Flüchtlingsbeauftragter des La[...]
Sepp Kusstatscher alles Gute zum 70.ten! Auguri, Sepp!

Sepp Kusstatscher alles Gute zum 70.ten! Auguri, Sepp!

Am 17. März 2017 wird er 70: Der ehemalige Landtagsabgeordnete der Grünen (nach respektabler SVP-Arbeitnehmer-Vergangenheit), Co-Vorsitzende und EU-Parlamentarier Sepp Kusstatscher. Wir gratulieren! Wer ihn kennt, weiß um Sepp Kusstatschers Stärken:[...]
Impegno per i diritti delle donne - attuale come sempre

Impegno per i diritti delle donne - attuale come sempre

Grazie alle nostre predecessore, a tutte le donne che hanno lottato per i loro diritti, a tutte le femministe, pacifiste, artiste e scienziate, nonne, madri, amiche che ci hanno dato il coraggio di vivere e essere protagoniste della nostra vita. Graz[...]
Per un'autonomia più moderna ed europea

Per un'autonomia più moderna ed europea

Le proposte dei Verdi per la riforma dello Statuto La “Convenzione per l'autonomia” discuterà oggi, venerdì 24 febbraio, sul tema della “Tutela delle minoranze”. Il rappresentante dei Verdi, Riccardo Dello Sbarba, ha depositato una serie di propost[...]
Appello per il coraggio civile

Appello per il coraggio civile

Diciamo basta alla “valanga di fango”. Serve un sussulto collettivo per il coraggio civile. Anche in Sudtirolo è arrivato il metodo della “valanga di fango”, del mobbing e dell’umiliazione contro chi la pensa diversamente. I media elettronici molt[...]