Restrizioni all’uso del glifosato

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

INTERROGAZIONE.

Come garantirne la rigorosa applicazione in provincia di Bolzano?

glifosate-no grazieIl 22 agosto 2016 sono entrate in vigore in Italia nuove restrizioni all’uso e al commercio del glifosato, l’erbicida brevettato dalla Monsanto nel 1974 che è il più diffuso al mondo ed è stato indicato come cancerogeno nel 2015 dall’International agency for research on cancer, l’organo dell’Organizzazione mondiale della sanità ritenuto la massima autorità in campo oncologico.
Le restrizioni sono state fissate dal Ministero della salute con Decreto Dirigenziale 16 agosto 2016, che rettifica l’allegato al decreto 9 agosto 2016 recante la “revoca di autorizzazioni all’immissione in commercio e modifica delle condizioni d’impiego di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva glyphosate” (in attuazione del regolamento di esecuzione della Commissione n.1313 del 1 agosto 2016).
Il decreto del Ministero della salute stabilisce ad esempio la revoca delle autorizzazioni all’immissione in commercio di 85 prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva “glifosate” e che il glifosato non possa essere usato nella fase di pre-raccolta, “al solo scopo di ottimizzare il raccolto e la trebbiatura” e in aree sensibili come parchi, giardini, campi sportivi, aree gioco per bambini, cortili ed aree verdi interne a complessi scolastici e strutture sanitarie.

Si chiede:

  1. Quanto è diffuso nell’agricoltura della Provincia di Bolzano l’uso del glifosato nella fase di pre-raccolta?
  2. Quali sono in Provincia di Bolzano le norme vigenti per l’uso del glifosato in aree sensibili come quelle citate del decreto dirigenziale del 16 agosto 2016?
  3. Le nuove norme emanate a livello nazionale col citato decreto trovano immediata applicazione anche in provincia di Bolzano, o la Giunta deve emanare un ulteriore provvedimento applicativo?
  4. Quali sono sul nostro territorio i soggetti , sia pubblici che privati, interessati dalle nuove disposizioni?
  5. Che cosa intende fare la giunta provinciale per garantire la più rigorosa applicazione anche sul territorio della provincia di Bolzano del Decreto Dirigenziale 16 agosto 2016 e per sorvegliare sul suo rispetto?
  6. In particolare, sono previste azioni di informazione verso gli utilizzatori, siano essi soggetti privati o enti pubblici? Se sì, che cosa è previsto di fare? Se no, come mai la Giunta ritiene di non dover mettere in campo iniziative mirate per informare sulla novità del decreto tutti coloro che lo devono rispettare?

Bolzano, 24 agosto 2016

Firmato Cons.

Riccardo Dello Sbarba
Brigitte Foppa
Hans Heiss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Iniziative popolari per la DEMOCRAZIA DIRETTA: Raccolta firme prolungata!

Iniziative popolari per la DEMOCRAZIA DIRETTA: Raccolta firme prolungata!

IMPORTANTE!!! Raccolta firme prolungata! Affrettati a FIRMARE le due iniziative popolari per la DEMOCRAZIA DIRETTA fino al 18 agosto! Il numero di firme necessario non è ancora raggiunto, per cui la scadenza è stata posticipata. Informazioni e mat[...]
Pausa sudtirolese per Cem Özdemir – con intermezzo Verde

Pausa sudtirolese per Cem Özdemir – con intermezzo Verde

Anche i candidati e le candidate alle elezioni del Bundestag si prendono una pausa estiva. Accanto alle altre personalità di spicco della politica tedesca, anche Cem Özdemir, uno dei candidati di punta dei Verdi alle prossime elezioni del Bundestag, [...]
Orientamento eco-sociale per i prossimi appuntamenti elettorali. Seminario estivo dei Verdi a Montagna

Orientamento eco-sociale per i prossimi appuntamenti elettorali. Seminario estivo dei Verdi a Montagna

Le elezioni provinciali 2018 si avvicinano in fretta. E proprio a questo tema noi Verdi Grüne Vërc abbiamo dedicato la nostra tradizionale clausura estiva che ha avuto luogo il 5 agosto sull’assolato Elsenhof a Montagna. In primo piano: un bilancio d[...]
Risparmio con il passaggio a Microsoft?

Risparmio con il passaggio a Microsoft?

Per i Verdi sarà tutto a discapito di democrazia e innovazione. Il direttore generale della SIAG Stefan Gasslitter ha spiegato in questi giorni che il passaggio del sistema informatico dell’amministrazione pubblica a Microsoft è stato voluto, tra le[...]
Le scuole materne „tedesche“ e le contraddizioni della politica scolastica in Alto Adige

Le scuole materne „tedesche“ e le contraddizioni della politica scolastica in Alto Adige

Il dibattito sulle iscrizioni di bambini e bambine „non-tedeschi/e“ nelle scuole materne tedesche apre svariate questioni tipiche della politica scolastica sudtirolese degli ultimi decenni. Ora più che mai è evidente quanto la politica della separazi[...]
Disposizioni sull’assestamento di bilancio in Consiglio provinciale

Disposizioni sull’assestamento di bilancio in Consiglio provinciale

Breve guida verde nella giungla di norme Nel corso della odierna conferenza stampa del Gruppo Verde, Hans Heiss, Riccardo Dello Sbarba e Brigitte Foppa hanno commentato la legge sull'assestamento di bilancio che verrà discussa nella sessione di Cons[...]
È tempo di cambiare!

È tempo di cambiare!

Il sistema scolastico separato è agli sgoccioli Da molti anni noi Verdi ci impegniamo con decisione per un rinnovamento radicale del sistema scolastico sudtirolese, i cui obiettivi principali, in una provincia con più gruppi linguistici, dovrebbero [...]
Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Giunta provinciale: troppe decisioni fondamentali prese a colpi di “delibere fuori sacco”. La giunta Kompatscher si era presentata annunciando un nuovo stile, caratterizzato da trasparenza e partecipazione. Nel corso del tempo queste promesse sono[...]