Presa di posizione Tobe Planer: candidatura separata di Verdi e Projekt Bozen alle comunali 2015

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Presentazione Cecilia Stefanelli_27

Presa di posizione riguardo l’attuale situazione per una candidatura separata di Verdi e Projekt Bozen alle comunali 2015.

Dopo le turbolenze degli ultimi giorni in cui si è venuta a delineare la spaccatura tra il sindaco uscente e l’ala ecosociale, desidero chiarire alcune cose:

  • Continuo a sostenere convintamente che una lista unica tra Verdi e Projekt Bozen con una candidata sindaca comune sarebbe più sensata e futuribile! Ritengo che si dovrebbe continuare a puntare a una collaborazione politica tra una lista civica ecosociale attiva da tanti anni e i Verdi-Grüne-Verc, perché, citando proprio lo stesso Benedikter del non lontano 2010, “Solo insieme siamo forti!”
  • Già da alcuni mesi chiedo, almeno per la prima tornata elettorale, di non presentarci alle prossime elezioni comunali insieme a Luigi Spagnolli, soprattutto perché nell’ultimo periodo alcuni aspetti della politica comunale hanno preso una piega negativa che non condivido: come la fusione AEW-SEL, il progetto Benko, la tendenza al proibizionismo e alla repressione della cultura giovanile, il continuo flirtare di Spagnolli con i partiti di centro e centro-destra e il formarsi della sua lista civica intorno a personaggi come Oberrauch, Degasperi, Bonvicini & Co.
  • L’argomento che “il posticipo della votazione su Benko a dopo le elezioni sia un successo” non lo trovo valido, anzi, lo vedo solo come un rallentamento tattico per puro opportunismo elettorale e per niente un buon motivo per continuare a sostenere Spagnolli senza se e senza ma.
  • Il mio percorso politico è iniziato con “Projekt Bozen” quando mi sono candidato sulla lista con i Verdi per le comunali 2010 (sarò sempre grato a Martin Fink e Rudi Benedikter per questo) ed è stato un grande successo poter lavorare insieme a Brigitte Foppa e Rudi Benedikter nel gruppo consiliare Verdi-Projekt Bozen. Nel corso degli anni ho continuato a collaborare con entusiasmo con il Gruppo dei giovani Verdi, ho dato il mio supporto all’ufficio del partito, ho sostenuto e collaborato attivamente alle campagne elettorali di Florian Kronbichler e Oktavia Brugger, sono membro del Grüner Rat, ho creduto alle primarie di partito per le provinciali 2013 dove mi sono anche candidato ottenendo un ottimo risultato. Tutto questo mostra la mia propensione verso il gioco di squadra e proprio per questo sono contro ogni spaccatura delle forze di centro-sinistra. Intendo quindi essere coerente con il mio percorso e il 10 maggio 2015 mi candiderò sulla lista dei Verdi e insieme a SEL e a “La sinistra per Bolzano” sosterrò con gioia e convinzione la nostra candidata sindaca comune Cecilia Stefanelli.

Prendo atto della separazione di Projekt Bozen da questo percorso e resta la speranza di possibili e fruttuose collaborazioni future.
Distinti saluti

 

Tobias “Tobe” Planer
Consigliere comunale, capogruppo

 

Bolzano, 20 marzo 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Doppia cittadinanza o doppia strategia?

Doppia cittadinanza o doppia strategia?

L'atteggiamento ballerino della SVP sulla doppia cittadinanza è un flirt rischioso con i secessionisti. La lettera firmata da 19 consiglieri al governo austriaco sulla doppia cittadinanza ha fatto scalpore... non tanto per i contenuti, quanto piut[...]
Il fango resta attaccato alla mano che lo lancia. I Verdi del Sudtirolo e i Verdi di Bolzano condannano l’azione leghista contro la collega Maria Laura Lorenzini

Il fango resta attaccato alla mano che lo lancia. I Verdi del Sudtirolo e i Verdi di Bolzano condannano l’azione leghista contro la collega Maria Laura Lorenzini

Oggi i consiglieri comunali della Lega a Bolzano hanno distribuito ai passanti delle finte banconote da 1000 Euro con l’immagine dell’assessora Maria Laura Lorenzini. Questa azione  vuole portare l’attenzione (e l’odio!) della gente sull’iniziativa[...]
Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

60 anni da Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l’oggi Il 17/11/1957 a Castel Firmiano resta una data di riferimento per l’Alto Adige. Circa 35.000 persone, donne e uomini, espressero con la loro presenza e [...]
Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Mozione: Consiglio Regionale La ferrovia della Val di Fiemme (in tedesco Fleimstalbahn) era una ferrovia a scartamento ridotto, costruita dal Genio militare austriaco all’inizio del ‘900 che congiungeva la ferrovia del Brennero da Ora a Predazzo[...]
L’università trilingue merita il patentino

L’università trilingue merita il patentino

  In occasione del 40° compleanno dell’esame di bilinguismo, il Gruppo Verde in Consiglio provinciale ha presentato questa mozione. Ci sembra paradossale che chi frequenta una scuola superiore in italiano e una università in Germania, o v[...]
I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

In fondo si tratta di una cosa molto semplice: pubblicare nei menù delle mense pubbliche (di scuole, case di riposo, ospedali, asili) la provenienza della carne offerta nei piatti. Perché è importante? Solo una piccolissima parte della carne che arri[...]
Aeroporto: la pista non deve essere allungata

Aeroporto: la pista non deve essere allungata

Aeroporto: Kompatscher promette che “la pista non sarà allungata”. Bene! E allora perché non fissare questo impegno nel piano urbanistico di Laives? La maggioranza SVP-PD ha oggi votato contro la mozione dei Verdi che chiedeva di eliminare dal p[...]
Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Sulla morte del piccolo Adan l’assessora si nasconde dietro un muro di burocratico silenzio. Con una interrogazione del Gruppo verde la TRAGICA vicenda del profugo curdo irakeno è arrivata per la prima volta in Consiglio provinciale. Dall’assessora [...]