Oktavia in Europa

1 Flares Filament.io 1 Flares ×

Presentazione della candidata dei Verdi altoatesini e SEL sulla Lista „Tsipras“v.l./d.s. Riccardo Dello Sbarba, Nicola Fratoianni, Oktavia Brugger, Brigitte Foppa
Nicola Fratoianni, coordinatore nazionale di SEL, in visita a Bolzano – un’occasione per i Verdi e SEL, per presentare in una conferenza stampa la candidatura di Oktavia Brugger all’interno della lista “Tsipras”, “L’altra Europa”.

Oktavia Brugger, ex giornalista RAI, ha esposto le linee guida della sua campagna elettorale. Al contrario delle tante voci e i toni spesso populisti che stroncano l’Europa, Oktavia vuole sottolineare il progetto di pace che l’Europa rappresenta e che va protetto, difeso e sviluppato, per fare dell’unione economica un’unione politica a tutti gli effetti. Non c’è bisogno di meno Europa, ma di più Europa, nel senso di una politica comunitaria del lavoro e del sociale. Allo stesso momento l’Europa deve imparare a gestire meglio la sua pluralità umana e ambientale.

Infatti l’uscita dalla crisi può avvenire solo nel senso della sostenibilità, visto anche che la via del cieco neoliberalismo è già stata percorsa con gli esiti disastrosi che conosciamo e che ci hanno portato in un vicolo cieco. La solidarietà, valore alla base dell’Europa stessa, dovrà tornare ad essere la linea guida della politica europea – su questo hanno concordato tutti i presenti alla conferenza stampa (tra cui gli esponenti di punta dei Verdi e di SEL locali e l’ex europarlamentare Sepp Kusstatscher).

Nicola Fratoianni ha aggiunto che la crisi non può certo essere combattuta solo con la politica dell’austerità come ha dimostrato il caso della Grecia. Questo paese ha maggiormente pagato il prezzo della politica antisolidale dell’Europa. Anche in questa prospettiva l’alleanza con Alexis Tsipras è carica di senso.

I Verdi altoatesini ci vedono un ideale completamento dei propri valori, sostenuti da sempre – e allo stesso momento offre le chances migliori per superare la soglia nazionale del 4 %.

Nel panorama dei candidati altoatesini al Parlamento europeo Oktavia Brugger costituisce l’unico vero elemento di novità, un volto conosciuto e allo stesso tempo fresco e politicamente nuovo. L’alternativa per tutti gli elettori e le elettrici ecosociali, democratici, critici ed aperti al mondo il 25 maggio è proprio lei.

Bolzano, 23/04/2014

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Iniziative popolari per la DEMOCRAZIA DIRETTA: Raccolta firme prolungata!

Iniziative popolari per la DEMOCRAZIA DIRETTA: Raccolta firme prolungata!

IMPORTANTE!!! Raccolta firme prolungata! Affrettati a FIRMARE le due iniziative popolari per la DEMOCRAZIA DIRETTA fino al 18 agosto! Il numero di firme necessario non è ancora raggiunto, per cui la scadenza è stata posticipata. Informazioni e mat[...]
Pausa sudtirolese per Cem Özdemir – con intermezzo Verde

Pausa sudtirolese per Cem Özdemir – con intermezzo Verde

Anche i candidati e le candidate alle elezioni del Bundestag si prendono una pausa estiva. Accanto alle altre personalità di spicco della politica tedesca, anche Cem Özdemir, uno dei candidati di punta dei Verdi alle prossime elezioni del Bundestag, [...]
Orientamento eco-sociale per i prossimi appuntamenti elettorali. Seminario estivo dei Verdi a Montagna

Orientamento eco-sociale per i prossimi appuntamenti elettorali. Seminario estivo dei Verdi a Montagna

Le elezioni provinciali 2018 si avvicinano in fretta. E proprio a questo tema noi Verdi Grüne Vërc abbiamo dedicato la nostra tradizionale clausura estiva che ha avuto luogo il 5 agosto sull’assolato Elsenhof a Montagna. In primo piano: un bilancio d[...]
Risparmio con il passaggio a Microsoft?

Risparmio con il passaggio a Microsoft?

Per i Verdi sarà tutto a discapito di democrazia e innovazione. Il direttore generale della SIAG Stefan Gasslitter ha spiegato in questi giorni che il passaggio del sistema informatico dell’amministrazione pubblica a Microsoft è stato voluto, tra le[...]
Le scuole materne „tedesche“ e le contraddizioni della politica scolastica in Alto Adige

Le scuole materne „tedesche“ e le contraddizioni della politica scolastica in Alto Adige

Il dibattito sulle iscrizioni di bambini e bambine „non-tedeschi/e“ nelle scuole materne tedesche apre svariate questioni tipiche della politica scolastica sudtirolese degli ultimi decenni. Ora più che mai è evidente quanto la politica della separazi[...]
Disposizioni sull’assestamento di bilancio in Consiglio provinciale

Disposizioni sull’assestamento di bilancio in Consiglio provinciale

Breve guida verde nella giungla di norme Nel corso della odierna conferenza stampa del Gruppo Verde, Hans Heiss, Riccardo Dello Sbarba e Brigitte Foppa hanno commentato la legge sull'assestamento di bilancio che verrà discussa nella sessione di Cons[...]
È tempo di cambiare!

È tempo di cambiare!

Il sistema scolastico separato è agli sgoccioli Da molti anni noi Verdi ci impegniamo con decisione per un rinnovamento radicale del sistema scolastico sudtirolese, i cui obiettivi principali, in una provincia con più gruppi linguistici, dovrebbero [...]
Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Giunta provinciale: troppe decisioni fondamentali prese a colpi di “delibere fuori sacco”. La giunta Kompatscher si era presentata annunciando un nuovo stile, caratterizzato da trasparenza e partecipazione. Nel corso del tempo queste promesse sono[...]