Migranti, sull’integrazione la Giunta provinciale fa populismo

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

La Giunta provinciale ha annunciato un giro di vite sui sussidi “aggiuntivi”, che andranno d’ora in poi riservati solo a chi “mostra volontà di integrazione”. L’annuncio si riferisce all’articolo 18 della legge Omnibus n. 125/2017 che verrà discusso lunedì 22 maggio nella 4. Commissione legislativa del Consiglio provinciale.
Se si tratta di una sparata propagandistica a scapito delle persone più deboli (e prive di diritto di voto) in una campagna elettorale già cominciata con un anno di anticipo, lo vedremo. Il Gruppo Verde in Consiglio provinciale ha già presentato una interrogazione in cui si evidenziano tutte le contraddizioni della nuova norma:

  1. Su questo nuovo regolamento per i sussidi non è stata nemmeno sentita la Consulta provinciale per l’integrazione, come sarebbe obbligo di legge.
  2. Nelle scarse 16 righe dell’articolo 18 non sono definiti né i sussidi che andrebbero negati, né i criteri per accertare su una persona mostra volontà di integrazione o meno.
  3. La nuova norma non si appoggia su nessun studio scientifico, né locale né europeo, sulla complessa materia della “volontà di integrarsi” e sulle misure conseguenti.
  4. Nella presentazione della legge non si fa alcun cenno alle norme in vigore, ai limiti che esse già contengono (5 anni di residenza e di lavoro in provincia), che i tribunali italiani ed europei hanno già giudicato sufficienti, bocciando gli ulteriori limiti che in passato la Giunta provinciale aveva provato a introdurre, per esempio sul sussidio casa.
  5. Da parte sua la Provincia è inadempiente verso la stessa propria legge sull’integrazione, poiché non ha mai istituito il “Centro di tutela contro le discriminazioni” previsto dalla legge provinciale n. 12 del 2011. Quindi prima di dare lezione di integrazione ai migranti, dovrebbe la Provincia rispettare le stesse proprie leggi sulle misere per favorire l’integrazione.
  6. La Giunta fa la faccia cattiva contro i migranti, ma non ci è dato di sapere se intende anche promuovere campagne contro la discriminazione, il razzismo, la xenofobia e l’islamofobia che si manifestano anche da noi, dagli annunci di case in affitto “riservate a persone locali” alle centinaia di pubblicazioni razziste in internet da parte di persone residenti sul nostro territorio.

In queste condizioni la nuova norma è inaccettabile e, se approvata, non resisterà alle sicure impugnazioni.

Cons. prov.
Riccardo Dello Sbarba
Brigitte Foppa
Hans Heiss

Qui l’interrogazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Partenza ecosociale verso gli appuntamenti elettorali - commiato e nuove elezioni all’assemblea provinciale verde

Partenza ecosociale verso gli appuntamenti elettorali - commiato e nuove elezioni all’assemblea provinciale verde

C’era un fitto ordine del giorno all’assemblea provinciale verde il 27 maggio 2017 nella sala di Rappresentanza del Comune di Bolzano. Hans Heiss è stato salutato con una Standing Ovation dopo 14 mesi di co-portavoce. Sono seguite le votazioni.[...]
Salvata la pace domenicale

Salvata la pace domenicale

Legge omnibus: la Giunta provinciale voleva autorizzare i cantieri rumorosi anche nei giorni festivi. Grazie a un emendamento dei Verdi il passo è stato eliminato! Oggi si è riunita la 2 commissione legislativa del Consiglio provinciale per discut[...]
Studio Kolipsi II: peggioramento delle conoscenze della seconda lingua

Studio Kolipsi II: peggioramento delle conoscenze della seconda lingua

Studio Kolipsi II: il peggioramento delle conoscenze della seconda lingua tra gli/le studenti non è un incidente di percorso, ma un difetto del sistema Sudtirolo. Le proposte verdi. L’analisi approfondita realizzata da Kolipsi mostra un risultat[...]
Vaccini obbligatori: un gesto quanto meno precipitoso

Vaccini obbligatori: un gesto quanto meno precipitoso

In questi giorni in Alto Adige si discute sul provvedimento spropositato e sproporzionato del Governo che prevede 12 vaccini obbligatori con multe draconiane in caso di inadempimento. Noi Verdi sudtirolesi ci siamo sempre impegnati per la libertà di [...]
Lasciamo crescere l’erba

Lasciamo crescere l’erba

No all'uso di erbicidi a livello provinciale e comunale I Verdi presentano un disegno di legge e una proposta di mozione per limitare l’utilizzo di erbicidi che metteranno a disposizione di rappresentanti comunali. In alcuni casi si è arrivati ad[...]
Una piramide d’oro con la base d’argilla

Una piramide d’oro con la base d’argilla

Il nuovo disegno di legge sulla struttura dirigenziale dell’amministrazione provinciale punta sugli alti dirigenti. Questo a discapito di competenza ed equità sociale – e con indennità fino a 240.000 Euro! Il 18 maggio la giunta provinciale ha app[...]
La legge elettorale va in aula: migliorarla è possibile!

La legge elettorale va in aula: migliorarla è possibile!

Questa settimana il Consiglio provinciale si occupa della legge elettorale SVP per le elezioni provinciali. Già in commissione legislativa noi Verdi abbiamo sottolineato le gravi mancanze del disegno di legge. Dopo un lungo, ma costruttivo lavoro, an[...]
DAI COMUNI
Appuntamenti
07/06/2017
09/06/2017
10/06/2017
11/06/2017