Malles liberata dai pesticidi

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Ora la provincia crei i presupposti giuridici per realizzare la volontà popolare

malles libera dai pesticidi

Il 70% di partecipazione al voto, il 75% dei voti per il sì a un’agricoltura senza pesticidi, per la salute, per l’ambiente, per l’agricoltura biologica. Malles è il primo comune d’Europa a dichiararsi libero da pesticidi e siamo sicuri farà da apripista per molti altri territori.

Rivolgiamo un commosso grazie ai promotori e alle promotrici del referendum, all’Umweltschutzgruppe Vinschgau, ai cittadini e alle cittadine di Malles/Mals e delle sue frazioni. La grande affluenza al voto dimostra la voglia di partecipare direttamente a decisioni vitali per ciascuno e ciascuna, la schiacciante vittoria dei sì dimostra quanto sia cambiato l’Alto Adige/Südtirol.
Il comune, in testa il sindaco Veith, si sono impegnati a considerare vincolante il referendum e a darne attuazione.
Ora però anche la Provincia deve predisporre il quadro giuridico necessario per dare piena attuazione alla volontà popolare.
All’inizio di ottobre andrà in aula in Consiglio provinciale la legge omnibus sull’agricoltura. Noi Verdi abbiamo già ripresentato gli emendamenti sui pesticidi già proposti alla commissione legislativa.

Essi prevedono:

  1. Che la Provincia emani norme severe – in linea con le disposizioni europee e statali – per la difesa della salute e delle coltivazioni biologiche dal rischio derivante dall’uso massiccio di pesticidi nell’agricoltura convenzionale.
  2. Che la Provincia monitori costantemente la possibile presenza di pesticidi nell’ambiente e che i singoli comuni possono chiedere in ogni momento che vengano indagini sul proprio territorio.
  3. Che i singoli comuni, in considerazione delle loro particolari condizioni, possano individuare nel proprio territorio zone specifiche su cui fissare una “tutela rafforzata” (questo darebbe copertura di legge al referendum di Malles).
  4. Che nel caso di danni a persone, animali, coltivazioni biologiche o altre cose provocati dalla deriva di pesticidi, i responsabili ne debbano pagare le spese.
  5. Che le sanzioni per chi usa i pesticidi in violazione delle norme di tutela siano erogate non dai sindaci (a volte essi stessi agricoltori convenzionali), ma le autorità preposte alla vigilanza (forze dell’ordine, forestali, vigili urbani ecc…).

Speriamo che il referendum a Malles abbia aperto gli occhi a tutti i partiti e che questi emendamenti trivino una maggioranza in Consiglio provinciale.

Riccardo Dello Sbarba
Brigitte Foppa
Hans Heiss
Giorgio Zanvettor

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Tram Bolzano-Oltradige, il Consiglio provinciale approva la mozione del gruppo Verde. La scelta per il tram diventa così irreversibile

Tram Bolzano-Oltradige, il Consiglio provinciale approva la mozione del gruppo Verde. La scelta per il tram diventa così irreversibile

Con l'approvazione della mozione favorevole al Tram del Gruppo Verde, firmata in una versione modificata anche da alcuni colleghi del Gruppo Svp, il Consiglio provinciale fissa in modo definitivo la scelta di fondo di realizzare un collegamento su bi[...]
Doppia cittadinanza: come la politica è in grado di crearsi i problemi ed è poi incapace di risolverli

Doppia cittadinanza: come la politica è in grado di crearsi i problemi ed è poi incapace di risolverli

Chiediamo ai partiti al governo una linea chiara e di prendere in considerazione tutti i gruppi linguistici dell’Alto Adige nella discussione sul doppio passaporto. Durante il suo primo incontro con il Ministro degli esteri Alfano a Roma, la nuova[...]
Interrogazione: “Bike & Sci” nel parco naturale

Interrogazione: “Bike & Sci” nel parco naturale

Il 5 gennaio 2018, sull’Alpe di Siusi, si è tenuto l’evento “Bike & Sci”. La manifestazione, che vedeva in gara sulla pista Bullaccia una combinazione di motociclisti e sciatori, è stata organizzata dall’Alpe di Siusi Marketing Soc. coop. Da [...]
A Bolzano il Vertice Euregio sul traffico: tre azioni concrete invece di inutili promesse

A Bolzano il Vertice Euregio sul traffico: tre azioni concrete invece di inutili promesse

Se oggi i governatori dell’Euregio e gli/le assessori/e competenti di ambiente e trasporti si incontrano per un vertice su traffico e trasporti, vuol dire che tutti hanno preso atto della gravità della situazione del traffico sull’asse del Brennero: [...]
Disegno di legge provinciale - Democrazia diretta, partecipazione e formazione politica
I Verdi del Alto Adige – Südtirol con Liberi e Uguali

I Verdi del Alto Adige – Südtirol con Liberi e Uguali

Il Coordinamento Provinciale dei Verdi ha deciso nella sua riunione di sabato, 30 dicembre, di aderire alla Lista „Liberi e Uguali“ guidata dal Presidente del Senato Pietro Grasso e dalla Presidente della Camera Laura Boldrini. La decisione è stata [...]
Pensiamo alle  conseguenze - Posizione dei Verdi sulla doppia cittadinanza 

Pensiamo alle  conseguenze - Posizione dei Verdi sulla doppia cittadinanza 

  Partiamo dai fatti: già oggi in Europa migliaia di persone hanno un doppio passaporto. Ciò rispecchia a buon diritto la storia loro e della loro famiglia in un’Europa i cui confini sono stati continuamente attraversati. La nostra posizi[...]
Il governo ÖVP-FPÖ in Austria è fatto: comincia una trasformazione blu-turchese della vicina Repubblica - con preoccupanti conseguenze per l'Alto Adige

Il governo ÖVP-FPÖ in Austria è fatto: comincia una trasformazione blu-turchese della vicina Repubblica - con preoccupanti conseguenze per l'Alto Adige

I vertici di ÖVP e FPÖ hanno concluso velocemente la formazione del nuovo governo a Vienna. Esattamente due mesi dopo le elezioni, nasce il gabinetto Kurz-Strache. Con tre sorprese: tante nuove facce, una folta rappresentanza di donne nelle file dell[...]