Malles liberata dai pesticidi

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Ora la provincia crei i presupposti giuridici per realizzare la volontà popolare

malles libera dai pesticidi

Il 70% di partecipazione al voto, il 75% dei voti per il sì a un’agricoltura senza pesticidi, per la salute, per l’ambiente, per l’agricoltura biologica. Malles è il primo comune d’Europa a dichiararsi libero da pesticidi e siamo sicuri farà da apripista per molti altri territori.

Rivolgiamo un commosso grazie ai promotori e alle promotrici del referendum, all’Umweltschutzgruppe Vinschgau, ai cittadini e alle cittadine di Malles/Mals e delle sue frazioni. La grande affluenza al voto dimostra la voglia di partecipare direttamente a decisioni vitali per ciascuno e ciascuna, la schiacciante vittoria dei sì dimostra quanto sia cambiato l’Alto Adige/Südtirol.
Il comune, in testa il sindaco Veith, si sono impegnati a considerare vincolante il referendum e a darne attuazione.
Ora però anche la Provincia deve predisporre il quadro giuridico necessario per dare piena attuazione alla volontà popolare.
All’inizio di ottobre andrà in aula in Consiglio provinciale la legge omnibus sull’agricoltura. Noi Verdi abbiamo già ripresentato gli emendamenti sui pesticidi già proposti alla commissione legislativa.

Essi prevedono:

  1. Che la Provincia emani norme severe – in linea con le disposizioni europee e statali – per la difesa della salute e delle coltivazioni biologiche dal rischio derivante dall’uso massiccio di pesticidi nell’agricoltura convenzionale.
  2. Che la Provincia monitori costantemente la possibile presenza di pesticidi nell’ambiente e che i singoli comuni possono chiedere in ogni momento che vengano indagini sul proprio territorio.
  3. Che i singoli comuni, in considerazione delle loro particolari condizioni, possano individuare nel proprio territorio zone specifiche su cui fissare una “tutela rafforzata” (questo darebbe copertura di legge al referendum di Malles).
  4. Che nel caso di danni a persone, animali, coltivazioni biologiche o altre cose provocati dalla deriva di pesticidi, i responsabili ne debbano pagare le spese.
  5. Che le sanzioni per chi usa i pesticidi in violazione delle norme di tutela siano erogate non dai sindaci (a volte essi stessi agricoltori convenzionali), ma le autorità preposte alla vigilanza (forze dell’ordine, forestali, vigili urbani ecc…).

Speriamo che il referendum a Malles abbia aperto gli occhi a tutti i partiti e che questi emendamenti trivino una maggioranza in Consiglio provinciale.

Riccardo Dello Sbarba
Brigitte Foppa
Hans Heiss
Giorgio Zanvettor

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Salvata la pace domenicale

Salvata la pace domenicale

Legge omnibus: la Giunta provinciale voleva autorizzare i cantieri rumorosi anche nei giorni festivi. Grazie a un emendamento dei Verdi il passo è stato eliminato! Oggi si è riunita la 2 commissione legislativa del Consiglio provinciale per discut[...]
Studio Kolipsi II: peggioramento delle conoscenze della seconda lingua

Studio Kolipsi II: peggioramento delle conoscenze della seconda lingua

Studio Kolipsi II: il peggioramento delle conoscenze della seconda lingua tra gli/le studenti non è un incidente di percorso, ma un difetto del sistema Sudtirolo. Le proposte verdi. L’analisi approfondita realizzata da Kolipsi mostra un risultat[...]
Vaccini obbligatori: un gesto quanto meno precipitoso

Vaccini obbligatori: un gesto quanto meno precipitoso

In questi giorni in Alto Adige si discute sul provvedimento spropositato e sproporzionato del Governo che prevede 12 vaccini obbligatori con multe draconiane in caso di inadempimento. Noi Verdi sudtirolesi ci siamo sempre impegnati per la libertà di [...]
Lasciamo crescere l’erba

Lasciamo crescere l’erba

No all'uso di erbicidi a livello provinciale e comunale I Verdi presentano un disegno di legge e una proposta di mozione per limitare l’utilizzo di erbicidi che metteranno a disposizione di rappresentanti comunali. In alcuni casi si è arrivati ad[...]
Una piramide d’oro con la base d’argilla

Una piramide d’oro con la base d’argilla

Il nuovo disegno di legge sulla struttura dirigenziale dell’amministrazione provinciale punta sugli alti dirigenti. Questo a discapito di competenza ed equità sociale – e con indennità fino a 240.000 Euro! Il 18 maggio la giunta provinciale ha app[...]
Migranti, sull’integrazione la Giunta provinciale fa populismo

Migranti, sull’integrazione la Giunta provinciale fa populismo

La Giunta provinciale ha annunciato un giro di vite sui sussidi “aggiuntivi”, che andranno d’ora in poi riservati solo a chi “mostra volontà di integrazione”. L’annuncio si riferisce all’articolo 18 della legge Omnibus n. 125/2017 che verrà discusso [...]
La legge elettorale va in aula: migliorarla è possibile!

La legge elettorale va in aula: migliorarla è possibile!

Questa settimana il Consiglio provinciale si occupa della legge elettorale SVP per le elezioni provinciali. Già in commissione legislativa noi Verdi abbiamo sottolineato le gravi mancanze del disegno di legge. Dopo un lungo, ma costruttivo lavoro, an[...]
DAI COMUNI
Appuntamenti
27/05/2017
09/06/2017
  • 2. Alpenraumtagung

    ven, ore 00:00-23:59
    Propstei in St. Gerold (Biosphärenpark Gr. Walsertal in Vorarlberg)
10/06/2017
  • 2. Alpenraumtagung

    ven, ore 00:00-23:59
    Propstei in St. Gerold (Biosphärenpark Gr. Walsertal in Vorarlberg)
11/06/2017
  • 2. Alpenraumtagung

    ven, ore 00:00-23:59
    Propstei in St. Gerold (Biosphärenpark Gr. Walsertal in Vorarlberg)