La posizione dei Verdi Grüne Vёrc sulla formazione della prossima Giunta provinciale

19 Flares Filament.io 19 Flares ×

DSC_0279Il coordinamento provinciale dei Verdi ha analizzato ieri il risultato delle elezioni e dato precise indicazioni in vista dei futuri colloqui con gli altri partiti e con Arno Kompatscher, candidato presidente della Svp.

Di fronte alle diverse ipotesi comparse sui media, i Verdi ritengono importante precisare che finora non c´è stato alcun contatto con la Svp o altri partiti e attendiamo ancora l´invito al confronto piú volte annunciato da Arno Kompatscher. In tale confronto i Verdi parteciperanno sulla base dei seguenti punti:

1. Rinnovamento.
Il risultato elettorale ha mostrato che la popolazione altoatesina desidera un profondo rinnovamento. Noi siamo disposti a parteciparvi, essendo convinti che i Verdi sono essenzialmente i garanti di un autentico rinnovamento.

2. Contenuti.
Dunque per i Verdi è possibile una partecipazione alla futura Giunta provinciale. Per noi non contano tanto incarichi e “poltrone”, quanto piuttosto un chiaro orientamento sul programma e i contenuti. Noi vogliamo cambiare l´Alto Adige per garantire più giustizia, più democrazia, più ecologia, più convivenza. Questo è il mandato che ci hanno dato gli elettori e le elettrici e a questo ci sentiamo vincolati. Venerdì prossimo si terrá una riunione straordinaria del Coordinamento verde che dovrà fissare la piattaforma programmatica che porteremo negli eventuali colloqui di coalizione.

3. Metodo.
Noi apprezziamo la promessa di Arno Kompatscher di coinvolgere tutte le forze politiche e avviare uno stile partecipativo. L´indicazione di questo metodo processuale ci trova d´accordo. Per questo ci attendiamo un confronto sulla base della pari dignità. Noi siamo disponibili solo come partner a uno stesso tavolo. In nessun caso accetteremo di essere ridotti a “ruota di scorta” e messi di fronte a fatti compiuti o ad essere “aggiunti” alla fine di un processo svoltosi senza di noi.

4. O dentro, o fuori.
In base a quanto detto sopra, é chiaro che non siamo disponibili a sostenere una Giunta semplicemente „dall´esterno“. Noi vogliamo attuare le nostre idee per un Alto Adige migliore. Dunque abbiamo bisogno delle condizioni, politiche e di lavoro, per poterlo fare. Per noi le uniche opzioni possibili sono: o in Giunta o all´opposizione.

Con queste premesse siamo disposti/e a mettere a disposizione le nostre competenze per adempiere in condizioni del tutto nuove al mandato che ci è stato conferito dalle elettrici e dagli elettori.

Bolzano, 05.11.2013
Riccardo Dello Sbarba, Brigitte Foppa, Hans Heiss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

60 anni da Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l’oggi Il 17/11/1957 a Castel Firmiano resta una data di riferimento per l’Alto Adige. Circa 35.000 persone, donne e uomini, espressero con la loro presenza e [...]
Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Mozione: Consiglio Regionale La ferrovia della Val di Fiemme (in tedesco Fleimstalbahn) era una ferrovia a scartamento ridotto, costruita dal Genio militare austriaco all’inizio del ‘900 che congiungeva la ferrovia del Brennero da Ora a Predazzo[...]
L’università trilingue merita il patentino

L’università trilingue merita il patentino

  In occasione del 40° compleanno dell’esame di bilinguismo, il Gruppo Verde in Consiglio provinciale ha presentato questa mozione. Ci sembra paradossale che chi frequenta una scuola superiore in italiano e una università in Germania, o v[...]
I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

In fondo si tratta di una cosa molto semplice: pubblicare nei menù delle mense pubbliche (di scuole, case di riposo, ospedali, asili) la provenienza della carne offerta nei piatti. Perché è importante? Solo una piccolissima parte della carne che arri[...]
Aeroporto: la pista non deve essere allungata

Aeroporto: la pista non deve essere allungata

Aeroporto: Kompatscher promette che “la pista non sarà allungata”. Bene! E allora perché non fissare questo impegno nel piano urbanistico di Laives? La maggioranza SVP-PD ha oggi votato contro la mozione dei Verdi che chiedeva di eliminare dal p[...]
Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Sulla morte del piccolo Adan l’assessora si nasconde dietro un muro di burocratico silenzio. Con una interrogazione del Gruppo verde la TRAGICA vicenda del profugo curdo irakeno è arrivata per la prima volta in Consiglio provinciale. Dall’assessora [...]
Oggi il Parlamento europeo vota
Consultazioni in Veneto e Lombardia: forte segnale democratico, risultato ambiguo

Consultazioni in Veneto e Lombardia: forte segnale democratico, risultato ambiguo

La consultazione popolare sull’autonomia in Veneto e Lombardia si è conclusa con una notevole partecipazione popolare, rispettivamente del 60% e del 39%. Un risultato, impressionante per il Veneto e considerevole per la Lombardia, che dà adito a inte[...]