La Giunta all’opposizione

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

LandtagLIVELe mozioni dei Verdi hanno provocato ieri in Consiglio discussioni che andavano oltre il mero contenuto delle stesse. Interessi ed emozioni vi erano fortemente coinvolte: il Consiglio ha respinto così le proposte verdi di rendere più chiari i dati sullo smaltimento dei rifiuti, di rafforzare i controlli sulle derive dei pesticidi, di istituire degli incentivi per i comuni che rinunciano allo sfruttamento idroelettrico dei fiumi e di istituire un comitato per la gestione dei grandi predatori. Non per questo tali temi e i problemi a loro connessi smetteranno di occupare l’opinione pubblica.

La proposta dei Verdi di andare oltre il provvedimento già positivo avviato dall’assessore Schuler per un maggiore controllo delle derive dei pesticidi e tutelare così meglio l‘agricoltura biologica messa in seria difficoltà da quella convenzionale ha scosso gli animi, come già accaduto in altre occasioni. Esperienze e interessi personali hanno portato automaticamente a ignorare il merito della questione e i Verdi sono stati accusati di voler demonizzare l‘agricoltura convenzionale.

La richiesta di fare maggiore chiarezza sui dati relativi allo smaltimento dei rifiuti tramite un rapporto semplificato da parte della ASTAT è stata „fraintesa“ dall‘assessore Theiner come una pretesa di maggiori dati e quindi di più burocrazia.

Premiare i comuni che preferiscono mantenere intatti gli ultimi fiumi rimasti, piuttosto che sfruttarli dal punto di vista idroelettrico, è stato giudicato come provvedimento non compatibile con il sistema sudtirolese, perché sarebbe mutuato dalla vicina Svizzera, dove funziona egregiamente.

E richiedere un „Comitato grandi predatori” incaricato di gestire tutti gli aspetti derivanti dal ritorno di orsi e lupi nel nostro territorio, nominando al suo interno, accanto a rappresentanti dell’amministrazione provinciale, delle categorie e dei territori interessati, anche uno o più esponenti del mondo scientifico è stato inteso come la richiesta di favorire l‘ingresso di orsi e lupi nel nostro territorio e ha polarizzato la discussione sulla paura e sui danni inevitabili che dovranno subire i contadini. Secondo l‘assessore Schuler, gli esperti non sono utili per un tale comitato, mentre i contadini e gli amministratori locali con i loro interessi e le loro paure sono sufficienti. E così, in conclusione di giornata, anche questa mozione, per un soffio (14 sì, 14 no) è stata respinta.

I Verdi non si lasceranno scoraggiare da questa muraglia di opposizione da parte di Giunta a maggioranza a proposte più che ragionevoli, derivate anche da esigenze concrete di cittadini e cittadine e intendono continuare su questa strada: fare richieste propositive per agire e non solo reagire a problemi inevitabili, con cui il nostro territorio è costretto a confrontarsi giornalmente.

I consiglieri provinciali
Brigitte Foppa, Riccardo Dello Sbarba, Hans Heiss
Bolzano, 10. luglio 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Per gli animali e le persone

Per gli animali e le persone

Presentazione del disegno di legge per un “Divieto di utilizzo di esche e bocconi avvelenati” Il disegno di legge è stato presentato trasversalmente da Brigitte Foppa, Riccardo Dello Sbarba, Hans Heiss, Andreas Pöder e Paul Köllensperger e il 21 apr[...]
La legge sul fine vita

La legge sul fine vita

Serata-Info-Abend Bolzano-Bozen, Sala Comune/Gemeindesaal, Vicolo Gumer Gasse La legge sul fine vita Die Patientenverfügung con/mit On. DELIA MURER e/und MINA WELBY On. DELIA MURER, deputata "Articolo1-MDP", è prima-firmataria della legge[...]
Osservatore elettorale in Turchia.

Osservatore elettorale in Turchia.

Questa domenica, domenica di Pasqua, in Turchia avrà luogo il contestato referendum sulla cosiddetta riforma costituzionale con la quale il presidente Erdogan cerca di legalizzare ed assicurare a sé stesso e al suo partito AKP quel potere pressoché a[...]
Sguardi 2016

Sguardi 2016

Per il Gruppo Verde si è concluso ormai un altro anno intenso. Ancora una volta possiamo guardarci indietro soddisfatti e fare un bilancio delle attività svolte nel 2016. Ci siamo impegnate e impegnati su tutti i fronti caldi dell’attualità provin[...]
Riforma sanità: il buon lavoro politico paga

Riforma sanità: il buon lavoro politico paga

Ben dieci importanti emendamenti dei Verdi approvati dal Consiglio provinciale (cui se ne aggiungono altri due già approvati in commissione). La riforma resta problematica, ma qualche passo avanti è stato fatto, tramite il reciproco ascolto tra maggi[...]
Maestri cercasi

Maestri cercasi

Consenso sulla proposta "Cercasi uomini che vogliano fare i maestri" Il Consiglio provinciale oggi ha discusso le nostre proposte per incentivare la presenza maschile nelle scuole materne e nelle scuole elementari. Il dibattito ha dimostrato che s[...]
Sanità, una riforma malriuscita.

Sanità, una riforma malriuscita.

Le proposte del gruppo Verde per garantire il diritto alla salute a cittadine e cittadini Non è la „grande riforma“ che era stata promessa. Restano due diverse leggi a regolare il settore. Manca qualsiasi piano finanziario. L'auspicato coordinam[...]