It’s rainin’ again.

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

FlashMobLe proposte verdi per migliorare le condizioni di lavoro del personale delle scuole materne.

Ieri le maestre delle scuole materne si sono riunite ancora una volta sotto la pioggia davanti al Consiglio provinciale. Hanno protestato contro l’aumento di lavoro e responsabilità e hanno ribadito l’importanza delle scuole materne nel percorso di formazione di bambini e bambine.

La protesta delle maestre, in seguito alle quali ci sono state alcune reazioni da parte della giunta, fa capo anche alla legge sull‘istruzione che verrà discussa oggi in Consiglio provinciale. I Verdi hanno trovato il modo di portare in aula il dibattito sulla situazione del personale delle scuole materne.

In un primo momento abbiamo fatto il punto della situazione grazie a diverse interrogazioni con cui abbiamo potuto appurare l’impressionante mole di lavoro che grava oggi sulle insegnanti delle scuole materne: il limite di sopportazione è stato superato e le nostre proposte dovranno essere tenute in considerazione anche in futuro.

Abbiamo preparato due emendamenti alla legge che riguardano:

  1. La dotazione del personale per sezione. La legge provinciale del 16 luglio 2008, n. 5 dice che per ogni sezione “sono assegnati due insegnanti, di cui una o uno in possesso del relativo titolo di specializzazione, ed una collaboratrice pedagogica o un collaboratore pedagogico.” Al momento questo passo viene interpretato in modo che i posti di insegnante e di collaboratrice pedagogica possono essere anche part-time e quindi non devono essere integrati con ulteriore personale. Questa grave interpretazione della legge è concausa dell’attuale carico di lavoro. Spesso infatti c‘è solo una persona a dover gestire un gruppo di più bambini. Le implicazioni anche di responsabilità legale possono essere pesanti. I due posti di lavoro devono quindi essere intesi come equivalenti al 100%.
  2. La grandezza massima delle sezioni deve essere ridotta da 25 a 20 bambini. La grandezza attuale delle sezioni con un massimo di 25 bambini comporta regolarmente il superamento del limite di sopportazione da parte del personale. Nell’articolo 6 della legge provinciale del 16 luglio 2008, n. 5 la grandezza massima delle sezioni di 25 bambini deve essere sostituita con 20.

In più abbiamo presentato un ordine del giorno (mozione relativa alla legge) in cui chiediamo al Consiglio e alla Giunta i seguenti provvedimenti:

  • Dare ascolto a rappresentanti di scuole materne, genitori e sindacati in una audizione in Consiglio provinciale.
  • Accanto a provvedimenti immediati per il nuovo anno scolastico nella legge di bilancio 2017 aumentare il personale nelle scuole materne in modo che alleggerisca davvero la mole di lavoro.
  • Iniziare immediatamente la trattativa sul contratto di categoria per il personale delle scuole materne.

Insieme alle maestre che ieri hanno di nuovo alzato la loro voce, pensiamo che così non si possa continuare. Questa professione che ricopre un ruolo chiave nel percorso di crescita di bambine e bambini deve essere valorizzata tenendo pienamente conto della prestazione innovativa portata nelle scuole materne in questi ultimi anni. Esprimiamo la nostra solidarietà al personale delle scuole materne e chiediamo alla giunta di ascoltare le richieste delle maestre con un nuovo regolamento sul numero dei posti di lavoro in relazione al numero di bambini da accudire e con la loro parificazione anche in termini di stipendio con gli/le insegnanti delle scuole elementari.

09.06.2016

L.Abg.
Brigitte Foppa
Hans Heiss
Riccardo Dello Sbarba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Le scuole materne „tedesche“ e le contraddizioni della politica scolastica in Alto Adige

Le scuole materne „tedesche“ e le contraddizioni della politica scolastica in Alto Adige

Il dibattito sulle iscrizioni di bambini e bambine „non-tedeschi/e“ nelle scuole materne tedesche apre svariate questioni tipiche della politica scolastica sudtirolese degli ultimi decenni. Ora più che mai è evidente quanto la politica della separazi[...]
Disposizioni sull’assestamento di bilancio in Consiglio provinciale

Disposizioni sull’assestamento di bilancio in Consiglio provinciale

Breve guida verde nella giungla di norme Nel corso della odierna conferenza stampa del Gruppo Verde, Hans Heiss, Riccardo Dello Sbarba e Brigitte Foppa hanno commentato la legge sull'assestamento di bilancio che verrà discussa nella sessione di Cons[...]
È tempo di cambiare!

È tempo di cambiare!

Il sistema scolastico separato è agli sgoccioli Da molti anni noi Verdi ci impegniamo con decisione per un rinnovamento radicale del sistema scolastico sudtirolese, i cui obiettivi principali, in una provincia con più gruppi linguistici, dovrebbero [...]
Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Giunta provinciale: troppe decisioni fondamentali prese a colpi di “delibere fuori sacco”. La giunta Kompatscher si era presentata annunciando un nuovo stile, caratterizzato da trasparenza e partecipazione. Nel corso del tempo queste promesse sono[...]
Convegno internazionale a Merano

Convegno internazionale a Merano

#greeningtourism – limiti e opportunità dello sviluppo turistico in Europa e sull’Arco alpino All Inclusive? Con questa domanda i Verdi del Sudtirolo hanno accolto una platea internazionale per analizzare il conflitto, ma anche le possibili simbio[...]
Ennesima omnibus

Ennesima omnibus

Meno diritti per le persone immigrate e meno garanzie sugli OGM per consumatori e consumatrici. La legge omnibus (LGE Nr. 125/17) è l’ennesimo esempio di come non si fa legislazione. Un anno fa, in occasione della omnibus precedente, il Gruppo Ver[...]
La legge sulla dirigenza arriva in Consiglio provinciale

La legge sulla dirigenza arriva in Consiglio provinciale

Una piramide d’oro con la base d’argilla Dopo il dibattito in Commissione legislativa, giovedì 29 giugno la legge sulla struttura dirigenziale dell’amministrazione provinciale approda in Consiglio provinciale. Le nostre valutazioni iniziali resta[...]
Natura e turismo, conflitto e simbiosi: conferenza internazionale a Merano con patrocinio verde.

Natura e turismo, conflitto e simbiosi: conferenza internazionale a Merano con patrocinio verde.

All Inclusive? Nature and tourism between conflict and symbiosis – Questo è il titolo della conferenza internazionale organizzata dai Verdi sudtirolesi in collaborazione con i Verdi europei il prossimo fine settimana a Merano. Venerdì 23 giugno si[...]