Interrogazione: Maestre tramutate in guardie sanitarie?

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Dal gruppo di rappresentanza del personale pedagogico delle scuole materne (KAS) riceviamo una lettera piena di dubbi e domande sulla questione vaccini. Noi Verdi condividiamo pienamente le loro perplessità.
Le maestre si chiedono, in vista dell’attuazione della legge statale sull’obbligo di vaccinazione, perché devono improvvisarsi esecutrici di misure sanitarie e si ribellano a tale incarico che non è parte delle loro competenze.
Fanno anche riferimento al fatto che in caso di pidocchi o di malattie infettive le maestre sono tenute alla protezione meticolosa della privacy. A maggior ragione ritengono che maneggiare dati relativi alle vaccinazioni sia per loro molto problematico.
Nella lettera si fa riferimento a una situazione legislativa assolutamente da chiarire per quanto riguarda le disposizioni per la protezione dei dati. Le maestre vogliono essere tutelate, in vista di eventuali denunce da parte dei genitori in tal senso.

Sappiamo che l’ispettorato delle scuole materne si sta già muovendo per fare chiarezza e dare sicurezza. Alcune domande però sembrano ancora aperte.
Pertanto chiediamo alla Giunta:

  1. La scuola materna è una istituzione scolastica o no? Con quale motivazione giuridica si può negare a un bambino o una bambina l’accesso alla scuola materna?
  2. Viene presa in considerazione la proposta da parte del personale delle scuole materne, affinché la gestione dei dati relativi alla certificazione dei vaccini venga gestita dall’azienda sanitaria (a cui gli asili consegnerebbero la lista degli iscritti di modo che l’azienda possa controllare autonomamente la situazione delle vaccinazioni)? Se no, perché? Perché non si è deciso questo modo di procedere fin dall’inizio?
  3. Come viene data tutela al personale di asili e scuole materne da eventuali denunce da parte dei genitori?
  4. Perché in Sudtirolo non si è optato per una proroga dell’applicazione della legge, viste le proteste, le difficoltà organizzative e lo stato attuale poco problematico della salute dei bambini nella nostra provincia? Una proroga non consentirebbe anche di affrontare la situazione complessiva con l’attenzione necessaria per valutare in maniera adeguata tutti gli aspetti coinvolti?

Bolzano, 06.09. 2017

Cons. prov.

Brigitte Foppa
Hans Heiss
Riccardo Dello Sbarba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Interrogazione: “Bike & Sci” nel parco naturale

Interrogazione: “Bike & Sci” nel parco naturale

Il 5 gennaio 2018, sull’Alpe di Siusi, si è tenuto l’evento “Bike & Sci”. La manifestazione, che vedeva in gara sulla pista Bullaccia una combinazione di motociclisti e sciatori, è stata organizzata dall’Alpe di Siusi Marketing Soc. coop. Da [...]
A Bolzano il Vertice Euregio sul traffico: tre azioni concrete invece di inutili promesse

A Bolzano il Vertice Euregio sul traffico: tre azioni concrete invece di inutili promesse

Se oggi i governatori dell’Euregio e gli/le assessori/e competenti di ambiente e trasporti si incontrano per un vertice su traffico e trasporti, vuol dire che tutti hanno preso atto della gravità della situazione del traffico sull’asse del Brennero: [...]
No thumbnail available
I Verdi del Alto Adige – Südtirol con Liberi e Uguali

I Verdi del Alto Adige – Südtirol con Liberi e Uguali

Il Coordinamento Provinciale dei Verdi ha deciso nella sua riunione di sabato, 30 dicembre, di aderire alla Lista „Liberi e Uguali“ guidata dal Presidente del Senato Pietro Grasso e dalla Presidente della Camera Laura Boldrini. La decisione è stata [...]
Pensiamo alle  conseguenze - Posizione dei Verdi sulla doppia cittadinanza 

Pensiamo alle  conseguenze - Posizione dei Verdi sulla doppia cittadinanza 

  Partiamo dai fatti: già oggi in Europa migliaia di persone hanno un doppio passaporto. Ciò rispecchia a buon diritto la storia loro e della loro famiglia in un’Europa i cui confini sono stati continuamente attraversati. La nostra posizi[...]
Il governo ÖVP-FPÖ in Austria è fatto: comincia una trasformazione blu-turchese della vicina Repubblica - con preoccupanti conseguenze per l'Alto Adige

Il governo ÖVP-FPÖ in Austria è fatto: comincia una trasformazione blu-turchese della vicina Repubblica - con preoccupanti conseguenze per l'Alto Adige

I vertici di ÖVP e FPÖ hanno concluso velocemente la formazione del nuovo governo a Vienna. Esattamente due mesi dopo le elezioni, nasce il gabinetto Kurz-Strache. Con tre sorprese: tante nuove facce, una folta rappresentanza di donne nelle file dell[...]
Biotestamento: grazie a Mina Schett Welby

Biotestamento: grazie a Mina Schett Welby

Per una volta, la politica italiana si è assunta grande responsabilità. Con il voto a larga maggioranza di questa mattina al Senato, il cosiddetto testamento biologico è finalmente legge. Pazienti irreversibilmente malati, le loro famiglie e gli oper[...]
Più che sicurezza ci vuole coraggio

Più che sicurezza ci vuole coraggio

Questa mattina si è concluso il dibattito generale sul bilancio provinciale. La presentazione di numeri e cifre offre a maggioranza e minoranza l’occasione per valutare il corso delle politiche attuate dalla Giunta provinciale negli ultimi quattro an[...]