Interrogazione: Maestre tramutate in guardie sanitarie?

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Dal gruppo di rappresentanza del personale pedagogico delle scuole materne (KAS) riceviamo una lettera piena di dubbi e domande sulla questione vaccini. Noi Verdi condividiamo pienamente le loro perplessità.
Le maestre si chiedono, in vista dell’attuazione della legge statale sull’obbligo di vaccinazione, perché devono improvvisarsi esecutrici di misure sanitarie e si ribellano a tale incarico che non è parte delle loro competenze.
Fanno anche riferimento al fatto che in caso di pidocchi o di malattie infettive le maestre sono tenute alla protezione meticolosa della privacy. A maggior ragione ritengono che maneggiare dati relativi alle vaccinazioni sia per loro molto problematico.
Nella lettera si fa riferimento a una situazione legislativa assolutamente da chiarire per quanto riguarda le disposizioni per la protezione dei dati. Le maestre vogliono essere tutelate, in vista di eventuali denunce da parte dei genitori in tal senso.

Sappiamo che l’ispettorato delle scuole materne si sta già muovendo per fare chiarezza e dare sicurezza. Alcune domande però sembrano ancora aperte.
Pertanto chiediamo alla Giunta:

  1. La scuola materna è una istituzione scolastica o no? Con quale motivazione giuridica si può negare a un bambino o una bambina l’accesso alla scuola materna?
  2. Viene presa in considerazione la proposta da parte del personale delle scuole materne, affinché la gestione dei dati relativi alla certificazione dei vaccini venga gestita dall’azienda sanitaria (a cui gli asili consegnerebbero la lista degli iscritti di modo che l’azienda possa controllare autonomamente la situazione delle vaccinazioni)? Se no, perché? Perché non si è deciso questo modo di procedere fin dall’inizio?
  3. Come viene data tutela al personale di asili e scuole materne da eventuali denunce da parte dei genitori?
  4. Perché in Sudtirolo non si è optato per una proroga dell’applicazione della legge, viste le proteste, le difficoltà organizzative e lo stato attuale poco problematico della salute dei bambini nella nostra provincia? Una proroga non consentirebbe anche di affrontare la situazione complessiva con l’attenzione necessaria per valutare in maniera adeguata tutti gli aspetti coinvolti?

Bolzano, 06.09. 2017

Cons. prov.

Brigitte Foppa
Hans Heiss
Riccardo Dello Sbarba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Doppia cittadinanza o doppia strategia?

Doppia cittadinanza o doppia strategia?

L'atteggiamento ballerino della SVP sulla doppia cittadinanza è un flirt rischioso con i secessionisti. La lettera firmata da 19 consiglieri al governo austriaco sulla doppia cittadinanza ha fatto scalpore... non tanto per i contenuti, quanto piut[...]
Il fango resta attaccato alla mano che lo lancia. I Verdi del Sudtirolo e i Verdi di Bolzano condannano l’azione leghista contro la collega Maria Laura Lorenzini

Il fango resta attaccato alla mano che lo lancia. I Verdi del Sudtirolo e i Verdi di Bolzano condannano l’azione leghista contro la collega Maria Laura Lorenzini

Oggi i consiglieri comunali della Lega a Bolzano hanno distribuito ai passanti delle finte banconote da 1000 Euro con l’immagine dell’assessora Maria Laura Lorenzini. Questa azione  vuole portare l’attenzione (e l’odio!) della gente sull’iniziativa[...]
Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

60 anni da Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l’oggi Il 17/11/1957 a Castel Firmiano resta una data di riferimento per l’Alto Adige. Circa 35.000 persone, donne e uomini, espressero con la loro presenza e [...]
Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Mozione: Consiglio Regionale La ferrovia della Val di Fiemme (in tedesco Fleimstalbahn) era una ferrovia a scartamento ridotto, costruita dal Genio militare austriaco all’inizio del ‘900 che congiungeva la ferrovia del Brennero da Ora a Predazzo[...]
L’università trilingue merita il patentino

L’università trilingue merita il patentino

  In occasione del 40° compleanno dell’esame di bilinguismo, il Gruppo Verde in Consiglio provinciale ha presentato questa mozione. Ci sembra paradossale che chi frequenta una scuola superiore in italiano e una università in Germania, o v[...]
I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

In fondo si tratta di una cosa molto semplice: pubblicare nei menù delle mense pubbliche (di scuole, case di riposo, ospedali, asili) la provenienza della carne offerta nei piatti. Perché è importante? Solo una piccolissima parte della carne che arri[...]
Aeroporto: la pista non deve essere allungata

Aeroporto: la pista non deve essere allungata

Aeroporto: Kompatscher promette che “la pista non sarà allungata”. Bene! E allora perché non fissare questo impegno nel piano urbanistico di Laives? La maggioranza SVP-PD ha oggi votato contro la mozione dei Verdi che chiedeva di eliminare dal p[...]
Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Sulla morte del piccolo Adan l’assessora si nasconde dietro un muro di burocratico silenzio. Con una interrogazione del Gruppo verde la TRAGICA vicenda del profugo curdo irakeno è arrivata per la prima volta in Consiglio provinciale. Dall’assessora [...]