Inaccettabile cambiare con legge i contratti di lavoro

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Legge sul personale: la posizione dei Verdi

source: http://www.provincia.bz.it/personale/default.asp

source: http://www.provincia.bz.it/personale/default.asp

Questa mattina la prima commissione legislativa ha iniziato a discutere i 53 articoli della nuova legge sul personale. La riunione di oggi è stata preceduta da alcuni incontri della Giunta provinciale con i sindacati e dall‘audizione di ieri per la commissione, organizzata e comunicata letteralmente all‘ultimo minuto. In generale viene apprezzata (anche da noi Verdi) l‘intenzione di unire i vari testi legislativi in una sorta di testo unico. Per contro non possiamo però dirci d‘accordo con la modalità con cui in varie parti della legge si interferisce per legge nella sfera dei contratti collettivi. In questo modo il legislatore si pone a senso unico sopra un contratto che invece deve essere negoziato da due parti – altrimenti non è più un contratto.

Abbiamo preparato 59 emendamenti che tra le altre cose contengono miglioramenti sui seguenti 7 punti critici:

  1. Preservare i contratti collettivi: emendamenti per eliminare tutti gli articoli che devono essere lasciati alla negoziazione all‘interno del contratto collettivo, in modo particolare per quanto riguarda i diritti sindacali, il regolamento disciplinare e il codice di comportamento.
  2. Mobilità dei dipendenti pubblici: L‘allungamento delle possibili tratte di percorso verso il posto di lavoro di buoni 50 km (!) è una grave interferenza nella quotidianità lavorativa, specialmente per le donne che già troppo spesso hanno una tabella di marcia giornaliera intensa. Le tante promesse della Giunta per quanto riguarda la compatibilità e la professione, con queste misure, si trasformano in bugie. Noi chiediamo di eliminare questo articolo o per lo meno una mitigazione.
  3. Trattamento economico legato alla produttività individuale: Qui deve essere inserita l‘applicazione trasparente della norma, altrimenti può diventare uno strumento di potere.
  4. Permessi per mandato politico: Il dato di fatto che consigliere e consiglieri comunali non potranno più avere diritto al tempo per preparare le sedute del Consiglio comunale, è una punizione non accettabile contro l’impegno politico di consigliere e consiglieri. Un buon lavoro in Consiglio comunale richiede tempo e approfondimenti, soprattutto, anche se non solo, per chi lavora all‘opposizione. Si potrebbe addirittura pensare che proprio qui si vogliano vanificare gli sforzi e il potenziale. Non sono buoni presupposti per le elezioni comunali 2015! Noi chiediamo che si conservino i permessi, così che almeno i/le dipendenti provinciali possano prendere davvero sul serio anche in futuro la loro eventuale funzione di consigliere/a. Altrimenti i consigli verranno presto occupati da una riserva di benestanti, pensionate/i e/o di partecipanti non preparati/e.
  5. Il diritto a corsi di aggiornamento deve restare assicurato.
  6. Non è interessante sapere le azioni di cui dispongono i „parenti“ dei dipendenti pubblici.
  7. E non ci sembra corretto che solo a chi ha un‘occupazione extraservizio legata all‘agricoltura sia permesso di sforare il limite del quinto dell‘orario di servizio settimanale.

Grande irritazione aveva provocato in un primo momento il fatto che alle collaboratrici, ai collaboratori e ai/lle giornalisti/e „privati/e“ della Giunta venissero riservate posizioni privilegiate. Vediamo con favore il fatto che anche la stessa Giunta abbia ammesso che un tale articolo non fosse opportuno.

Infine ricordiamo le proteste dei/lle dipendenti pubblici/he del 2012 contro le misure di risparmio che si riversavano sul personale. Ora costi aggiuntivi di 1,5 milioni devono essere risparmiati di nuovo sul personale. Se si pensa che proprio ieri sono stati destinati 20,5 milioni per la manutenzione delle strade, ci sembra che le priorità della Giunta siano passibili di qualche correzione.

 

Brigitte Foppa, Riccardo Dello Sbarba, Hans Heiss

BZ, 12.3.2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Interrogazione: “Bike & Sci” nel parco naturale

Interrogazione: “Bike & Sci” nel parco naturale

Il 5 gennaio 2018, sull’Alpe di Siusi, si è tenuto l’evento “Bike & Sci”. La manifestazione, che vedeva in gara sulla pista Bullaccia una combinazione di motociclisti e sciatori, è stata organizzata dall’Alpe di Siusi Marketing Soc. coop. Da [...]
A Bolzano il Vertice Euregio sul traffico: tre azioni concrete invece di inutili promesse

A Bolzano il Vertice Euregio sul traffico: tre azioni concrete invece di inutili promesse

Se oggi i governatori dell’Euregio e gli/le assessori/e competenti di ambiente e trasporti si incontrano per un vertice su traffico e trasporti, vuol dire che tutti hanno preso atto della gravità della situazione del traffico sull’asse del Brennero: [...]
No thumbnail available
I Verdi del Alto Adige – Südtirol con Liberi e Uguali

I Verdi del Alto Adige – Südtirol con Liberi e Uguali

Il Coordinamento Provinciale dei Verdi ha deciso nella sua riunione di sabato, 30 dicembre, di aderire alla Lista „Liberi e Uguali“ guidata dal Presidente del Senato Pietro Grasso e dalla Presidente della Camera Laura Boldrini. La decisione è stata [...]
Pensiamo alle  conseguenze - Posizione dei Verdi sulla doppia cittadinanza 

Pensiamo alle  conseguenze - Posizione dei Verdi sulla doppia cittadinanza 

  Partiamo dai fatti: già oggi in Europa migliaia di persone hanno un doppio passaporto. Ciò rispecchia a buon diritto la storia loro e della loro famiglia in un’Europa i cui confini sono stati continuamente attraversati. La nostra posizi[...]
Il governo ÖVP-FPÖ in Austria è fatto: comincia una trasformazione blu-turchese della vicina Repubblica - con preoccupanti conseguenze per l'Alto Adige

Il governo ÖVP-FPÖ in Austria è fatto: comincia una trasformazione blu-turchese della vicina Repubblica - con preoccupanti conseguenze per l'Alto Adige

I vertici di ÖVP e FPÖ hanno concluso velocemente la formazione del nuovo governo a Vienna. Esattamente due mesi dopo le elezioni, nasce il gabinetto Kurz-Strache. Con tre sorprese: tante nuove facce, una folta rappresentanza di donne nelle file dell[...]
Biotestamento: grazie a Mina Schett Welby

Biotestamento: grazie a Mina Schett Welby

Per una volta, la politica italiana si è assunta grande responsabilità. Con il voto a larga maggioranza di questa mattina al Senato, il cosiddetto testamento biologico è finalmente legge. Pazienti irreversibilmente malati, le loro famiglie e gli oper[...]
Più che sicurezza ci vuole coraggio

Più che sicurezza ci vuole coraggio

Questa mattina si è concluso il dibattito generale sul bilancio provinciale. La presentazione di numeri e cifre offre a maggioranza e minoranza l’occasione per valutare il corso delle politiche attuate dalla Giunta provinciale negli ultimi quattro an[...]