I tempi sono maturi per un nuovo plurilinguismo in Alto Adige/Südtirol

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Apriamogli la porta!
Il nostro sostegno all’iniziativa del senatore Palermo.

Francesco Palermo ha portato in questi giorni in Senato una richiesta storica dei Verdi, cioè la possibilità di offrire nelle scuole anche classi plurilingui.

Alla proposta molto cauta e ponderata del senatore Palermo, il Sudtirolo conservatore ha reagito subito con un atteggiamento difensivo e di rifiuto, dipingendo nuovamente uno scenario minaccioso verso il disfacimento della minoranza tedesca.

Particolarmente sconcertante in questa occasione è l’atteggiamento della SVP. Ancora sabato scorso alla conferenza della Consulta provinciale dei genitori, l’assessore Achammer si è espresso a favore di un Alto Adige plurilingue. Ora invece ci si chiude di nuovo a riccio contro la libertà di scelta delle famiglie, ormai sempre più richiesta.

Lo stesso atteggiamento lo abbiamo potuto constatare quando nel 2016 abbiamo discusso in commissione legislativa il nostro disegno di legge provinciale sulla scuola plurilingue*. Allora la nostra proposta è stata bocciata con la motivazione che non si voleva creare una corsia preferenziale.

Ci spiace vedere che il Sudtirolo governativo sia pietrificato dalla paura nei confronti dei partiti di destra e si barrichi contro una strada richiesta a gran voce da più parti e ormai provata e riconosciuta in molti altri Paesi. Il coraggio e la volontà della giunta a provare nuove strade sono ora alla prova del nove.

La modernità e l’apertura mentale collegate a questa strada sarebbero urgentemente necessarie per la nostra provincia, anche per poter utilizzare al meglio la nostra ricchezza interiore. Sull’uscio di casa abbiamo la possibilità del plurilinguismo e della padronanza di più lingue. È proprio lì, a portata di mano. Lasciamola entrare.

Cons. prov.
Brigitte Foppa, Riccardo Dello Sbarba, Hans Heiss
21.02.2017

*”Grazie” all’assurdo regolamento interno del Consiglio provinciale, anche questo nostro disegno di legge non riuscirà a essere trattato in aula, poiché di iniziativa della minoranza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

60 anni da Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l’oggi Il 17/11/1957 a Castel Firmiano resta una data di riferimento per l’Alto Adige. Circa 35.000 persone, donne e uomini, espressero con la loro presenza e [...]
Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Mozione: Consiglio Regionale La ferrovia della Val di Fiemme (in tedesco Fleimstalbahn) era una ferrovia a scartamento ridotto, costruita dal Genio militare austriaco all’inizio del ‘900 che congiungeva la ferrovia del Brennero da Ora a Predazzo[...]
L’università trilingue merita il patentino

L’università trilingue merita il patentino

  In occasione del 40° compleanno dell’esame di bilinguismo, il Gruppo Verde in Consiglio provinciale ha presentato questa mozione. Ci sembra paradossale che chi frequenta una scuola superiore in italiano e una università in Germania, o v[...]
I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

In fondo si tratta di una cosa molto semplice: pubblicare nei menù delle mense pubbliche (di scuole, case di riposo, ospedali, asili) la provenienza della carne offerta nei piatti. Perché è importante? Solo una piccolissima parte della carne che arri[...]
Aeroporto: la pista non deve essere allungata

Aeroporto: la pista non deve essere allungata

Aeroporto: Kompatscher promette che “la pista non sarà allungata”. Bene! E allora perché non fissare questo impegno nel piano urbanistico di Laives? La maggioranza SVP-PD ha oggi votato contro la mozione dei Verdi che chiedeva di eliminare dal p[...]
Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Sulla morte del piccolo Adan l’assessora si nasconde dietro un muro di burocratico silenzio. Con una interrogazione del Gruppo verde la TRAGICA vicenda del profugo curdo irakeno è arrivata per la prima volta in Consiglio provinciale. Dall’assessora [...]
Oggi il Parlamento europeo vota
Consultazioni in Veneto e Lombardia: forte segnale democratico, risultato ambiguo

Consultazioni in Veneto e Lombardia: forte segnale democratico, risultato ambiguo

La consultazione popolare sull’autonomia in Veneto e Lombardia si è conclusa con una notevole partecipazione popolare, rispettivamente del 60% e del 39%. Un risultato, impressionante per il Veneto e considerevole per la Lombardia, che dà adito a inte[...]