Dibattito sui pesticidi in Val Venosta: le richieste di salute e sicurezza sono fondate!

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Melicoltura

Da molti anni gli ambientalisti si preoccupano per la salute di persone, animali e suoli di fronte all’uso massiccio di pesticidi in agricoltura.

I timori ora vengono sempre più confermati e il grido d’allarme lanciato da una lista impressionante di esperti (medici, biologi, farmacisti, veterinari) dell’Alta Val Venosta fa riflettere.

Non si tratta di una „guerra di religione“ tra agricoltori biologici e convenzionali, ma di una paura sempre più diffusa nella popolazione riguardo agli effetti dell’uso intenso di pesticidi. Per via del vento i “medicinali”, usati nell’agricoltura convenzionale ed integrata attraversano i limiti dei propri campi e passano negli orti degli abitanti dei paesi e nei campi di agricoltura biologica confinanti.

Si è già iniziato a formare un fronte di resistenza contro questa prassi e la richiesta di zone libere da pesticidi, nel concreto la richiesta di referendum nel comune di Malles, è assolutamente legittima e trova il nostro pieno appoggio.

Del resto anche in questa questione dovrebbe valere il principio di prevenzione: se sussiste il sospetto di possibili danni a persone o alla natura, allora si dovrebbe procedere al divieto di uso di sostanze nocive.

Dalla giunta provinciale ci aspettiamo chiare azioni in questo senso e dal capolista SVP Kompatscher un chiaro pronunciamento su cosa fare per salvaguardare la salute di persone, animali e suoli.

 

Brigitte Foppa, capolista Verdi‐Grüne‐Vërc – SEL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ritorno del lupo: le misure di prevenzione ci sono, ma in Alto Adige nessuno le adotta

Ritorno del lupo: le misure di prevenzione ci sono, ma in Alto Adige nessuno le adotta

La conferma ora è ufficiale: sebbene esistano misure efficaci per prevenire gli attacchi del lupo alle greggi e che esse siano finanziate generosamente dalla Provincia, in Alto Adige finora nessuno ne ha adottato neppure una. Sono queste le conseguen[...]
Mozione approvata: "Cercasi uomini che vogliano fare i maestri"

Mozione approvata: "Cercasi uomini che vogliano fare i maestri"

Siamo molto contente/i che la nostra mozione sia stata approvata! La Giunta provinciale ha accettato di avviare una campagna sia per informare uomini e giovani sul mestiere di maestro di scuola dell’infanzia o primaria, sia e per lottare contro gli s[...]
Proteggere le minoranze anziché la SVP nel parlamento italiano

Proteggere le minoranze anziché la SVP nel parlamento italiano

L’opposizione al completo (16 consigliere e consiglieri provinciali) chiedono una nuova e più giusta legge elettorale. Anche il Gruppo Verde ha partecipato oggi alla conferenza stampa comune e ha sostenuto in aula la mozione-voto unitaria. “Vogliamo [...]
Verità per i prodotti a marchio Alto Adige

Verità per i prodotti a marchio Alto Adige

Il marchio Alto Adige – Südtirol dovrebbe essere garanzia di qualità, origine e autenticità. La carne di maiale da cui vengono confezionati i salumi però, proprio come lo speck, può arrivare anche da fuori regione. È dunque impossibile per la [...]
Mozione: Ius soli - il parlamento concluda l’iter legislativo

Mozione: Ius soli - il parlamento concluda l’iter legislativo

Il Parlamento italiano sta discutendo un disegno di legge per istituire lo ius soli temperato e lo ius culturae per l’attribuzione della cittadinanza italiana a bambine e bambini nati e/o cresciuti sul territorio italiano. La situazione attuale A[...]
Paesaggio in pericolo – Interessi delle lobby sotto tutela

Paesaggio in pericolo – Interessi delle lobby sotto tutela

Un primo commento sulla nuova legge urbanistica Politica degli annunci e strategia della zebra: questi i principali punti critici sottolineati dai Verdi alla presentazione della nuova legge urbanistica „territorio e paesaggio“. Il processo che ha [...]
Interrogazione: Maestre tramutate in guardie sanitarie?

Interrogazione: Maestre tramutate in guardie sanitarie?

Dal gruppo di rappresentanza del personale pedagogico delle scuole materne (KAS) riceviamo una lettera piena di dubbi e domande sulla questione vaccini. Noi Verdi condividiamo pienamente le loro perplessità. Le maestre si chiedono, in vista dell’att[...]
Visite private contro le liste d’attesa – non è una buona soluzione

Visite private contro le liste d’attesa – non è una buona soluzione

Da tempo le pazienti e i pazienti sudtirolesi soffrono delle lunghe liste d’attesa nella sanità. Oggi veniamo a sapere dal direttore generale Schael e dalla Giunta che l’emergenza verrà affrontata con l’aumento delle visite private e che al momento s[...]