Contro la violenza, rompere il silenzio

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

fiocco-bianco-violenza-donneAzioni concrete per contrastare la tratta e lo sfruttamento della prostituzione: mozione del Gruppo Verde in occasione dell’odierna “giornata del fiocco bianco”.
Ieri l’istituto provinciale di statistica ci ha ricordato che in quanto a violenza contro le donne la nostra provincia non è affatto un’isola felice: il 30% delle donne dichiara di aver subito violenza fisica o sessuale da partner, ex partner, conoscenti, colleghi di lavoro, parenti o sconosciuti. Si tratta sempre di violenza esercitata da uomini sulle donne. Anche i media nazionali e internazionali ci raccontano ogni giorno di violenze che vanno dalle forme più barbare dell’omicidio e dello stupro, delle percosse, alla costrizione e alla negazione della libertà negli ambiti familiari, sino alle manifestazioni di disprezzo del corpo femminile. Una recente ricerca del Consiglio d’Europa afferma che l’aggressività maschile è la prima causa di morte violenta e di invalidità permanente per le donne fra i 16 e i 44 anni in tutto il mondo.

Contro la violenza sulle donne gli uomini devono prendere la parola e assumersi la responsabilità che loro spetta. Non può esservi complicità o silenzio: la violenza nasce anche dall’indifferenza di chi intorno sa e vede, ma tace.
In occasione dell’odierna giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne il gruppo Verde in Consiglio provinciale ha presentato una mozione che tocca uno degli aspetti di questa terribile realtà: la violenza legata allo sfruttamento della prostituzione. Le donne prostitute, spesso straniere, sono tra le più esposte e più deboli.
E’ un’illusione pensare – come fanno purtroppo molti uomini – che la donna che si prostituisce lo faccia per libera scelta. La realtà è ben diversa: nella maggioranza dei casi la prostituzione è legata alla povertà, alla violenza, alla tratta di esseri umani e allo sfruttamento. Gli uomini clienti di prostituzione di fronte a questa realtà spesso chiudono gli occhi, facendosi così oggettivamente complici della violenza.
La mozione dei Verdi propone alla Provincia un’azione di conoscenza e consapevolezza sulla realtà della prostituzione e della tratta e su quella del cliente di prostituzione in provincia di Bolzano, in modo che chi si trova di fronte a donne vittime di violenza, tratta e sfruttamento ne prenda coscienza e se ne assuma la responsabilità.

Bolzano Bozen, 25.11.2015

Riccardo Dello Sbarba
Hans Heiss
Brigitte Foppa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Le scuole materne „tedesche“ e le contraddizioni della politica scolastica in Alto Adige

Le scuole materne „tedesche“ e le contraddizioni della politica scolastica in Alto Adige

Il dibattito sulle iscrizioni di bambini e bambine „non-tedeschi/e“ nelle scuole materne tedesche apre svariate questioni tipiche della politica scolastica sudtirolese degli ultimi decenni. Ora più che mai è evidente quanto la politica della separazi[...]
Disposizioni sull’assestamento di bilancio in Consiglio provinciale

Disposizioni sull’assestamento di bilancio in Consiglio provinciale

Breve guida verde nella giungla di norme Nel corso della odierna conferenza stampa del Gruppo Verde, Hans Heiss, Riccardo Dello Sbarba e Brigitte Foppa hanno commentato la legge sull'assestamento di bilancio che verrà discussa nella sessione di Cons[...]
È tempo di cambiare!

È tempo di cambiare!

Il sistema scolastico separato è agli sgoccioli Da molti anni noi Verdi ci impegniamo con decisione per un rinnovamento radicale del sistema scolastico sudtirolese, i cui obiettivi principali, in una provincia con più gruppi linguistici, dovrebbero [...]
Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Giunta provinciale: troppe decisioni fondamentali prese a colpi di “delibere fuori sacco”. La giunta Kompatscher si era presentata annunciando un nuovo stile, caratterizzato da trasparenza e partecipazione. Nel corso del tempo queste promesse sono[...]
Convegno internazionale a Merano

Convegno internazionale a Merano

#greeningtourism – limiti e opportunità dello sviluppo turistico in Europa e sull’Arco alpino All Inclusive? Con questa domanda i Verdi del Sudtirolo hanno accolto una platea internazionale per analizzare il conflitto, ma anche le possibili simbio[...]
Ennesima omnibus

Ennesima omnibus

Meno diritti per le persone immigrate e meno garanzie sugli OGM per consumatori e consumatrici. La legge omnibus (LGE Nr. 125/17) è l’ennesimo esempio di come non si fa legislazione. Un anno fa, in occasione della omnibus precedente, il Gruppo Ver[...]
La legge sulla dirigenza arriva in Consiglio provinciale

La legge sulla dirigenza arriva in Consiglio provinciale

Una piramide d’oro con la base d’argilla Dopo il dibattito in Commissione legislativa, giovedì 29 giugno la legge sulla struttura dirigenziale dell’amministrazione provinciale approda in Consiglio provinciale. Le nostre valutazioni iniziali resta[...]
Natura e turismo, conflitto e simbiosi: conferenza internazionale a Merano con patrocinio verde.

Natura e turismo, conflitto e simbiosi: conferenza internazionale a Merano con patrocinio verde.

All Inclusive? Nature and tourism between conflict and symbiosis – Questo è il titolo della conferenza internazionale organizzata dai Verdi sudtirolesi in collaborazione con i Verdi europei il prossimo fine settimana a Merano. Venerdì 23 giugno si[...]