Conchita, chapeau!

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

ConchitaWurstIl potere di gay e lesbiche: il trionfo di Conchita Wurst all’Eurovision Song Contest è una vittoria della cantante, del suo Paese e dell’Europa.

La vittoria di Conchita Wurst allo “Eurovision Song Contest” non è solo il trionfo di una cantante eccezionale con la splendida ballata “Rise like a phoenix”, ma anche un segnale forte di tolleranza, diversità e umorismo. Che una cantante gay riesca a vincere le selezioni nazionali e a raggiungere punteggi altissimi in quasi tutti gli stati europei è un segnale forte non solo per il settore dell’intrattenimento culturale, , ma anche per un’Europa aperta. L’appello accorato e per nulla forzato della cantante per i diritti di gay e lesbiche mostra chiaramente quale valenza politica possano assumere la cultura e l’intrattenimento.
Il fatto che sia la ORF che la Repubblica Austriaca, primo fra tutti il Presidente Fischer, si siano schierati in modo così chiaro perla cantante, onora anche lei. Conchita Wurst ci ha dato una bella lezione su come si possano unire glamour, eleganza e impegno civile e sociale e su come si possano rivendicare in maniera credibile i diritti delle minoranze sessuali: Chapeau!

Hans Heiss
Brigitte Foppa
Riccardo Dello Sbarba

Bozen, 12. maggio 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Natura e turismo, conflitto e simbiosi: conferenza internazionale a Merano con patrocinio verde.

Natura e turismo, conflitto e simbiosi: conferenza internazionale a Merano con patrocinio verde.

All Inclusive? Nature and tourism between conflict and symbiosis – Questo è il titolo della conferenza internazionale organizzata dai Verdi sudtirolesi in collaborazione con i Verdi europei il prossimo fine settimana a Merano. Venerdì 23 giugno si[...]
Natura e turismo, conflitto e simbiosi: Conferenza internazionale a Merano

Natura e turismo, conflitto e simbiosi: Conferenza internazionale a Merano

All Inclusive? Nature and tourism between conflict and symbiosis – è il titolo della conferenza internazionale, organizzata il 24/25 giugno a Merano dai Verdi dell’Alto Adige/Südtirol in collaborazione con i Verdi Europei. Il fitto fine settimana [...]
Referente per la comunicazione cercasi

Referente per la comunicazione cercasi

Il Gruppo Verde in Consiglio provinciale e regionale cerca un*a referente per la comunicazione Il lavoro del gruppo consiste nella critica costruttiva e nel controllo dell’azione della giunta provinciale. In Consiglio vengono presentate proposte per[...]
C’è ancora speranza per la Turchia? UE e occidente alla prova.

C’è ancora speranza per la Turchia? UE e occidente alla prova.

C’è ancora speranza per la Turchia? UE e occidente alla prova. Venerdì, 9. giugno 2017, ore 18.30 Incontro e discussione c/o Ristorante Jona (Via Crispi 38, Bolzano) Dopo un periodo di modernizzazione e di apertura, dal 2012 il presidente turc[...]
Musei e collezioni: spazio a dialogo, diversità e apertura

Musei e collezioni: spazio a dialogo, diversità e apertura

È da quasi 30 anni che in provincia stiamo aspettando una nuova legge sui musei. Dal 1988, anno in cui è stata varata la legge vigente, il settore museale ha conosciuto una rapida evoluzione in tutta Europa e così anche in Alto Adige. In questi 25 an[...]
Libertà di scelta per il parto!

Libertà di scelta per il parto!

In occasione della Giornata internazionale del parto in casa, il Collegio delle ostetriche dell'Alto Adige ha ribadito con forza che la libera scelta del luogo in cui  partorire deve essere maggiormente sostenuta. Il diritto a un parto autodeterminat[...]
Partenza ecosociale verso gli appuntamenti elettorali - commiato e nuove elezioni all’assemblea provinciale verde

Partenza ecosociale verso gli appuntamenti elettorali - commiato e nuove elezioni all’assemblea provinciale verde

C’era un fitto ordine del giorno all’assemblea provinciale verde il 27 maggio 2017 nella sala di Rappresentanza del Comune di Bolzano. Hans Heiss è stato salutato con una Standing Ovation dopo 14 mesi di co-portavoce. Sono seguite le votazioni.[...]