Chi erano i consulenti e cosa hanno consigliato?

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

punto-interrogativoLegge 6 del 2012 (sui vitalizi) e delibere attuative: Chi erano i consulenti e cosa hanno consigliato?

Come Gruppo Verde avevamo presentato al Presidente del Consiglio Regionale Moltrer nel marzo scorso alcune interrogazioni riguardo alla genesi della Legge 6 del 2012 e delle delibere attuative. In particolare avevamo chiesto, con interrogazione n. 24/XV, quali erano stati i consulenti incaricati dall’Ufficio di presidenza e che esiti avevano avuto le loro perizie.
Il Presidente Moltrer allora ci rispose in modo elusivo e incompleto. Inoltre non si è ancora degnato di rispondere alla nostra interrogazione (n. 29/XV) sull’effettivo risparmio apportato dalla legge 6/2012.
Chiediamo quindi al Presidente, alla luce degli articoli apparsi in questi ultimi giorni sui quotidiani e delle indagini della magistratura in corso, di colmare le lacune rimaste rispondendoalle seguenti domande:

Per quanto riguarda l’elaborazione della legge n. 6 del 2012 e tutti gli aspetti della sua attuazione, comprese le delibere attuative dell’Ufficio di presidenza del Consiglio Regionale:

  1. Chi è il professionista, citato sulla stampa, che avrebbe fornito un primo parere poi accantonato, preferendo l’Ufficio di presidenza lo studio del prof. Tappeiner?
  2. Cosa ha consigliato il dott. Giorgio Demattè nella sua consulenza per cui ha avuto l’incarico il 16.10.2013 e per cui ha ricevuto il compenso di 38.064,00 Euro?
  3.  Quando ha consegnato il suo parere il dott. Demattè?
  4. Perché nella Sua risposta il Presidente Moltrer non ha indicato la data di consegna del parere del dott. Demattè?
  5. E perché il Presidente Moltrer non ha risposto in nessun modo alla nostra domanda n. 4 della suddetta interrogazione in cui chiedevamo quale esito avesse avuto ciascun incarico (che tipo di materiale era stato presentato, in merito a quali argomenti, e a quale atto amministrativo o di legge era riferito o per quale era stato utilizzato)?
  6. Come mai non abbiamo mai ricevuto risposta alla nostra interrogazione (n. 29/XV consegnata il 28 marzo 2014), in cui chiedevamo un’altra volta esplicitamente su quali calcoli si fosse basato l’Ufficio di Presidenza per l’elaborazione degli effetti della legge e su chi avesse fatto questi calcoli?

A termini di regolamento si chiede risposta scritta.

F.to cons. regionali

Brigitte Foppa Hans Heiss Riccardo Dello Sbarba

Bolzano, 25.07.2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

L’Austria in turchese-blu e le conseguenze per l’Alto Adige

L’Austria in turchese-blu e le conseguenze per l’Alto Adige

Gli stravolgimenti delle elezioni nazionali austriache hanno superato tutte le aspettative: la lista Kurz (una volta ÖVP) ha concluso alla grande con una campagna super-egocentrica, la FPÖ è ritornata alle vette dei tempi di Haider, la SPÖ ha chi[...]
Cinque smentite all’assessora Stocker

Cinque smentite all’assessora Stocker

La tragica vicenda del bambino profugo curdo morto a Bolzano ha sollevato in tutto l’Alto Adige una forte emozione. Ciò dovrebbe portare i responsabili politici e amministrativi a un profondo esame di coscienza. Al contrario, l’assessora Stocker cont[...]
Girarci intorno, rimuovere, scaricare: così non può andare avanti, assessora Stocker!

Girarci intorno, rimuovere, scaricare: così non può andare avanti, assessora Stocker!

Girarci intorno, rimuovere, scaricare: sulla ricostruzione delle circostanze che sono costate la vita al giovane Adan. Così non può andare avanti, assessora Stocker! L’agenda profughi deve passare al Presidente Kompatscher. Durante l’odierna confe[...]
L’ennesimo dramma dell’accoglienza negata

L’ennesimo dramma dell’accoglienza negata

In merito alla tragica morte a Bolzano del minore disabile e profugo curdo-iracheno, il Gruppo Verde in Consiglio provinciale ha presentato questa interrogazione urgente per chiedere alla Giunta provinciale una dettagliata ricostruzione dei fatti e d[...]
Ingorgo A22: protesta dei camionisti comprensibile, disagio di chi ci vive vicino molto più grande

Ingorgo A22: protesta dei camionisti comprensibile, disagio di chi ci vive vicino molto più grande

Ingorgo sull’Autobrennero: la protesta dei camionisti è comprensibile, ma il disagio di chi vive lungo l’a22 è molto più grande. I camionisti dell’Alto Adige e la Camera di commercio protestano all’unisono contro l’ingorgo creatosi nel fine settiman[...]
Autorizzazioni ambientali:  la politica rispetti l'indipendenza dei comitati tecnici

Autorizzazioni ambientali: la politica rispetti l'indipendenza dei comitati tecnici

La nuova legge n. 135/17 sulla “Valutazione ambientale per piani e progetti”  offre la possibilità di marcare finalmente una chiara distinzione tra tecnica e politica, che finora si è riservata la possibilità di ribaltare arbitrariamente i pareri[...]
Collegamento sciistico Vallelunga-Kaunertal: i risultati del Comitato ambientale vanno rispettati!

Collegamento sciistico Vallelunga-Kaunertal: i risultati del Comitato ambientale vanno rispettati!

Ordine del giorno DdL 135/17 La questione di un nuovo collegamento sciistico tra Vallelunga nell’Alta Val Venosta e Kaunertal in Tirolo si trascina da parecchio tempo. Si tratta di impianti di risalita che dovrebbero essere realizzati tra l'ancora[...]
Referendum in Catalogna: dopo il risultato incombe un nuovo scontro – e l’Europa non c’è

Referendum in Catalogna: dopo il risultato incombe un nuovo scontro – e l’Europa non c’è

Più di 2 milioni di sì per l’indipendenza della Catalogna sono un risultato impressionante. Anche se la sua legittimità giuridica è fragile, l’espressione democratica della volontà popolare è da prendere sul serio. La carenza di disponibilità a un co[...]