Che cosa succederà lunedì dopo l’azione lampo?

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Ospitalità-GastlichkeitAccoglienza profughi in Alto Adige/Südtirol II.

L’azione solidale spontanea da parte della Giunta provinciale con l’uso temporaneo delle palestre di Bressanone come centri d‘accoglienza fa sorgere alcune domande:
Che cosa succederà lunedì, quando le palestre dovranno essere sgomberate? I profughi verranno portati in altre sedi o verranno lasciati a sé stessi affinché spariscano velocemente in direzione Brennero?

La stessa domanda non se la pongono solo molte cittadine e cittadini, ma anche le forze di assistenza e protezione: se la disponibilità all’aiuto viene offerta solo per un periodo così breve rischia di essere solo un buco nell’acqua più che un’azione veramente efficace.

La Giunta deve ora comunicare come proseguirà il soggiorno dei profughi, dove verranno portati e se verranno sottoposti alle regolari procedure di accoglienza. Bressanone dispone di una serie di immobili provinciali e statali che potrebbero essere utilizzati per periodi non solo temporanei, a partite dall’Istituto delle Dame inglesi fino all’ex sede del IV corpo d’armata.
Anche le forze di polizia e lo Stato ci devono dei chiarimenti: profughi vengono fatti scendere arbitrariamente dai treni e portati nel centro d’accoglienza allestito nelle ultime ore mentre da un certo momento in poi regna di nuovo il via libera. Ci troviamo di fronte quindi a un elevato grado di insicurezza giuridica per non usare il termine arbitrarietà.

Cittadine e cittadini, volontari/e, il cui impegno è da lodare, e i profughi stessi hanno il diritto di sapere che cosa succederà, se questa bella azione sia solo una mossa mediatica volta a tranquillizzare i vicini tedeschi e la propria coscienza, o se rappresenta un primo passo per un aiuto efficace e durevole.

Hans Heiss
Brigitte Foppa
Riccardo Dello Sbarba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Per gli animali e le persone

Per gli animali e le persone

Presentazione del disegno di legge per un “Divieto di utilizzo di esche e bocconi avvelenati” Il disegno di legge è stato presentato trasversalmente da Brigitte Foppa, Riccardo Dello Sbarba, Hans Heiss, Andreas Pöder e Paul Köllensperger e il 21 apr[...]
La legge sul fine vita

La legge sul fine vita

Serata-Info-Abend Bolzano-Bozen, Sala Comune/Gemeindesaal, Vicolo Gumer Gasse La legge sul fine vita Die Patientenverfügung con/mit On. DELIA MURER e/und MINA WELBY On. DELIA MURER, deputata "Articolo1-MDP", è prima-firmataria della legge[...]
Osservatore elettorale in Turchia.

Osservatore elettorale in Turchia.

Questa domenica, domenica di Pasqua, in Turchia avrà luogo il contestato referendum sulla cosiddetta riforma costituzionale con la quale il presidente Erdogan cerca di legalizzare ed assicurare a sé stesso e al suo partito AKP quel potere pressoché a[...]
Sguardi 2016

Sguardi 2016

Per il Gruppo Verde si è concluso ormai un altro anno intenso. Ancora una volta possiamo guardarci indietro soddisfatti e fare un bilancio delle attività svolte nel 2016. Ci siamo impegnate e impegnati su tutti i fronti caldi dell’attualità provin[...]
Riforma sanità: il buon lavoro politico paga

Riforma sanità: il buon lavoro politico paga

Ben dieci importanti emendamenti dei Verdi approvati dal Consiglio provinciale (cui se ne aggiungono altri due già approvati in commissione). La riforma resta problematica, ma qualche passo avanti è stato fatto, tramite il reciproco ascolto tra maggi[...]
Maestri cercasi

Maestri cercasi

Consenso sulla proposta "Cercasi uomini che vogliano fare i maestri" Il Consiglio provinciale oggi ha discusso le nostre proposte per incentivare la presenza maschile nelle scuole materne e nelle scuole elementari. Il dibattito ha dimostrato che s[...]
Sanità, una riforma malriuscita.

Sanità, una riforma malriuscita.

Le proposte del gruppo Verde per garantire il diritto alla salute a cittadine e cittadini Non è la „grande riforma“ che era stata promessa. Restano due diverse leggi a regolare il settore. Manca qualsiasi piano finanziario. L'auspicato coordinam[...]