Che cosa rimane del Parco dello Stelvio

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

La posizione del Deputato Florian Kronbichler.

StilfserJoch_StelvioIeri 14 aprile 2015 alla Camera il Ministro per l’ambiente ha finalmente risposto a una “interrogazione urgente” che il Deputato SEL-Verdi Florian Kronbichler aveva presentato ancora un anno fa e nella quale metteva in guardia sul pericolo di disfacimento del Parco nazionale dello Stelvio.

Il testo sulla riforma del Parco dello Stelvio approvato dalla Commissione dei 12 il 25 febbraio 2015 prevede quanto segue:

  • Il Parco dello Stelvio continuerà a chiamarsi Parco nazionale. Decisione accettata e confermata anche dalla Provincia di Bolzano.
  • Al posto dell’attuale consorzio, per la gestione verrà istituito un comitato di coordinamento e di indirizzo che sulla carta ha una composizione ragionevolmente equilibrata, ma che non avrà valore giuridico e non disporrà né di una sede, né di personale, né di mezzi finanziari e che quindi non sarà altro che un consiglio di 9 saggi.
  • L’interno del parco verrà gestito separatamente dalle province di Trento e Bolzano e dalla Regione Lombardia per i territorio di rispettiva competenza.
  • Il finanziamento sarà a carico delle province autonome e non c’è motivo per non pensare che alla fine dei conti chi paga fa.
  • Unico elemento di garanzia per l’unitarietà del parco (e ostacolato fino all’ultimo dal Sudtirolo): il parere vincolante del Ministero dell’ambiente su tutti gli interventi e le decisioni importanti.

Il Ministero è soddisfatto per il mantenimento del nome e dei confini, ma sia il piano del parco che il regolamento verranno decisi separatamente dalle Province autonome di Trento e Bolzano e dalla Regione Lombardia.
Che si sia costretti ad accettare il diritto di veto da parte del Ministero centralista è sicuramente poco dignitoso, ma questa misura, vista come necessaria, non deve sorprendere i politici della SVP che per decenni hanno boicottato il Parco demonizzandolo come un relitto dell’occupazione fascista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Salvata la pace domenicale

Salvata la pace domenicale

Legge omnibus: la Giunta provinciale voleva autorizzare i cantieri rumorosi anche nei giorni festivi. Grazie a un emendamento dei Verdi il passo è stato eliminato! Oggi si è riunita la 2 commissione legislativa del Consiglio provinciale per discut[...]
Studio Kolipsi II: peggioramento delle conoscenze della seconda lingua

Studio Kolipsi II: peggioramento delle conoscenze della seconda lingua

Studio Kolipsi II: il peggioramento delle conoscenze della seconda lingua tra gli/le studenti non è un incidente di percorso, ma un difetto del sistema Sudtirolo. Le proposte verdi. L’analisi approfondita realizzata da Kolipsi mostra un risultat[...]
Vaccini obbligatori: un gesto quanto meno precipitoso

Vaccini obbligatori: un gesto quanto meno precipitoso

In questi giorni in Alto Adige si discute sul provvedimento spropositato e sproporzionato del Governo che prevede 12 vaccini obbligatori con multe draconiane in caso di inadempimento. Noi Verdi sudtirolesi ci siamo sempre impegnati per la libertà di [...]
Lasciamo crescere l’erba

Lasciamo crescere l’erba

No all'uso di erbicidi a livello provinciale e comunale I Verdi presentano un disegno di legge e una proposta di mozione per limitare l’utilizzo di erbicidi che metteranno a disposizione di rappresentanti comunali. In alcuni casi si è arrivati ad[...]
Una piramide d’oro con la base d’argilla

Una piramide d’oro con la base d’argilla

Il nuovo disegno di legge sulla struttura dirigenziale dell’amministrazione provinciale punta sugli alti dirigenti. Questo a discapito di competenza ed equità sociale – e con indennità fino a 240.000 Euro! Il 18 maggio la giunta provinciale ha app[...]
Migranti, sull’integrazione la Giunta provinciale fa populismo

Migranti, sull’integrazione la Giunta provinciale fa populismo

La Giunta provinciale ha annunciato un giro di vite sui sussidi “aggiuntivi”, che andranno d’ora in poi riservati solo a chi “mostra volontà di integrazione”. L’annuncio si riferisce all’articolo 18 della legge Omnibus n. 125/2017 che verrà discusso [...]
La legge elettorale va in aula: migliorarla è possibile!

La legge elettorale va in aula: migliorarla è possibile!

Questa settimana il Consiglio provinciale si occupa della legge elettorale SVP per le elezioni provinciali. Già in commissione legislativa noi Verdi abbiamo sottolineato le gravi mancanze del disegno di legge. Dopo un lungo, ma costruttivo lavoro, an[...]