CENTRALE A POMPAGGIO BRONZOLO: ADDIO!

16 Flares Filament.io 16 Flares ×

CENTRALE A POMPAGGIO BRONZOLO-ALDINO: ADDIO! – Una vittoria della popolazione, dell’ambiente, della ragionevolezza e di noi Verdi.

bronzolo2

Il quotidiano Alto Adige, nell’edizione di oggi, riferisce che i promotori hanno scritto una lettera ai comuni per comunicare la rinuncia all’insensato progetto.

E’ innanzitutto una vittoria dei comitati di cittadini e cittadine critici verso il progetto che si erano formati sia a Bronzolo che a Aldino. Queste persone vanno ringraziate per aver salvato il proprio territorio dall’ennesimo insensato mega-progetto.

Decisiva per lo stop al progetto un’interrogazione-dossier del gruppo verde in Consiglio provinciale che dimostrava:

1. che centrali come queste non sono più economicamente vantaggiose, poiché la forbice tra i prezzi dell’energia di punta e di base si sta chiudendo. Questo faceva venire meno anche la convenienza per i comuni a cui era stata promessa una certa percentuale di profitti: ma se i profitti sono zero, zero sono anche gli introiti del comune.

2. che prendere milioni di litri d’acqua dalla falda (e non da un fiume o da un lago, come si fa in questi casi) avrebbe messo a rischio idrogeologico l’intera area.

Soprattutto, nell’interrogazione si chiedava alla Provincia di scoprire le carte e di dire se la SEL era interessata al progetto, visto che era stato detto che c’era questa possibilità (importante per raccogliere i 500 milioni necessari all’investimento).

Questa interrogazione aveva dato l’occasione alla Provincia di affermare che la SEL non era affatto interessata perché considerava questo tipo di centrali opere dal futuro molto incerto e dalla dubbia redditività. Insomma, confermava in pieno i dubbi esposti nella nostra interrogazione.

Credo che gli argomenti economici riportati nella nostra interrogazione-dossier, che sono noti agli esperti del settore, siano anche stati alla base della rinuncia, che probabilmente è causata dalla mancanza di investitori disposti a rischiare per una cosa del genere.

Un’altra dimostrazione dell’efficacia del lavoro che il gruppo Verde in Consiglio provinciale ha fatto in questa legislatura!

Riccardo Dello Sbarba
Hans Heiss

Consiglieri provinciali dei Verdi-Grüne-Verc

Bolzano, 22 settembre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

L’Austria in turchese-blu e le conseguenze per l’Alto Adige

L’Austria in turchese-blu e le conseguenze per l’Alto Adige

Gli stravolgimenti delle elezioni nazionali austriache hanno superato tutte le aspettative: la lista Kurz (una volta ÖVP) ha concluso alla grande con una campagna super-egocentrica, la FPÖ è ritornata alle vette dei tempi di Haider, la SPÖ ha chi[...]
Cinque smentite all’assessora Stocker

Cinque smentite all’assessora Stocker

La tragica vicenda del bambino profugo curdo morto a Bolzano ha sollevato in tutto l’Alto Adige una forte emozione. Ciò dovrebbe portare i responsabili politici e amministrativi a un profondo esame di coscienza. Al contrario, l’assessora Stocker cont[...]
Girarci intorno, rimuovere, scaricare: così non può andare avanti, assessora Stocker!

Girarci intorno, rimuovere, scaricare: così non può andare avanti, assessora Stocker!

Girarci intorno, rimuovere, scaricare: sulla ricostruzione delle circostanze che sono costate la vita al giovane Adan. Così non può andare avanti, assessora Stocker! L’agenda profughi deve passare al Presidente Kompatscher. Durante l’odierna confe[...]
L’ennesimo dramma dell’accoglienza negata

L’ennesimo dramma dell’accoglienza negata

In merito alla tragica morte a Bolzano del minore disabile e profugo curdo-iracheno, il Gruppo Verde in Consiglio provinciale ha presentato questa interrogazione urgente per chiedere alla Giunta provinciale una dettagliata ricostruzione dei fatti e d[...]
Ingorgo A22: protesta dei camionisti comprensibile, disagio di chi ci vive vicino molto più grande

Ingorgo A22: protesta dei camionisti comprensibile, disagio di chi ci vive vicino molto più grande

Ingorgo sull’Autobrennero: la protesta dei camionisti è comprensibile, ma il disagio di chi vive lungo l’a22 è molto più grande. I camionisti dell’Alto Adige e la Camera di commercio protestano all’unisono contro l’ingorgo creatosi nel fine settiman[...]
Autorizzazioni ambientali:  la politica rispetti l'indipendenza dei comitati tecnici

Autorizzazioni ambientali: la politica rispetti l'indipendenza dei comitati tecnici

La nuova legge n. 135/17 sulla “Valutazione ambientale per piani e progetti”  offre la possibilità di marcare finalmente una chiara distinzione tra tecnica e politica, che finora si è riservata la possibilità di ribaltare arbitrariamente i pareri[...]
Collegamento sciistico Vallelunga-Kaunertal: i risultati del Comitato ambientale vanno rispettati!

Collegamento sciistico Vallelunga-Kaunertal: i risultati del Comitato ambientale vanno rispettati!

Ordine del giorno DdL 135/17 La questione di un nuovo collegamento sciistico tra Vallelunga nell’Alta Val Venosta e Kaunertal in Tirolo si trascina da parecchio tempo. Si tratta di impianti di risalita che dovrebbero essere realizzati tra l'ancora[...]
Referendum in Catalogna: dopo il risultato incombe un nuovo scontro – e l’Europa non c’è

Referendum in Catalogna: dopo il risultato incombe un nuovo scontro – e l’Europa non c’è

Più di 2 milioni di sì per l’indipendenza della Catalogna sono un risultato impressionante. Anche se la sua legittimità giuridica è fragile, l’espressione democratica della volontà popolare è da prendere sul serio. La carenza di disponibilità a un co[...]