CENTRALE A POMPAGGIO BRONZOLO: ADDIO!

16 Flares Filament.io 16 Flares ×

CENTRALE A POMPAGGIO BRONZOLO-ALDINO: ADDIO! – Una vittoria della popolazione, dell’ambiente, della ragionevolezza e di noi Verdi.

bronzolo2

Il quotidiano Alto Adige, nell’edizione di oggi, riferisce che i promotori hanno scritto una lettera ai comuni per comunicare la rinuncia all’insensato progetto.

E’ innanzitutto una vittoria dei comitati di cittadini e cittadine critici verso il progetto che si erano formati sia a Bronzolo che a Aldino. Queste persone vanno ringraziate per aver salvato il proprio territorio dall’ennesimo insensato mega-progetto.

Decisiva per lo stop al progetto un’interrogazione-dossier del gruppo verde in Consiglio provinciale che dimostrava:

1. che centrali come queste non sono più economicamente vantaggiose, poiché la forbice tra i prezzi dell’energia di punta e di base si sta chiudendo. Questo faceva venire meno anche la convenienza per i comuni a cui era stata promessa una certa percentuale di profitti: ma se i profitti sono zero, zero sono anche gli introiti del comune.

2. che prendere milioni di litri d’acqua dalla falda (e non da un fiume o da un lago, come si fa in questi casi) avrebbe messo a rischio idrogeologico l’intera area.

Soprattutto, nell’interrogazione si chiedava alla Provincia di scoprire le carte e di dire se la SEL era interessata al progetto, visto che era stato detto che c’era questa possibilità (importante per raccogliere i 500 milioni necessari all’investimento).

Questa interrogazione aveva dato l’occasione alla Provincia di affermare che la SEL non era affatto interessata perché considerava questo tipo di centrali opere dal futuro molto incerto e dalla dubbia redditività. Insomma, confermava in pieno i dubbi esposti nella nostra interrogazione.

Credo che gli argomenti economici riportati nella nostra interrogazione-dossier, che sono noti agli esperti del settore, siano anche stati alla base della rinuncia, che probabilmente è causata dalla mancanza di investitori disposti a rischiare per una cosa del genere.

Un’altra dimostrazione dell’efficacia del lavoro che il gruppo Verde in Consiglio provinciale ha fatto in questa legislatura!

Riccardo Dello Sbarba
Hans Heiss

Consiglieri provinciali dei Verdi-Grüne-Verc

Bolzano, 22 settembre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Iniziative popolari per la DEMOCRAZIA DIRETTA: Raccolta firme prolungata!

Iniziative popolari per la DEMOCRAZIA DIRETTA: Raccolta firme prolungata!

IMPORTANTE!!! Raccolta firme prolungata! Affrettati a FIRMARE le due iniziative popolari per la DEMOCRAZIA DIRETTA fino al 18 agosto! Il numero di firme necessario non è ancora raggiunto, per cui la scadenza è stata posticipata. Informazioni e mat[...]
Pausa sudtirolese per Cem Özdemir – con intermezzo Verde

Pausa sudtirolese per Cem Özdemir – con intermezzo Verde

Anche i candidati e le candidate alle elezioni del Bundestag si prendono una pausa estiva. Accanto alle altre personalità di spicco della politica tedesca, anche Cem Özdemir, uno dei candidati di punta dei Verdi alle prossime elezioni del Bundestag, [...]
Orientamento eco-sociale per i prossimi appuntamenti elettorali. Seminario estivo dei Verdi a Montagna

Orientamento eco-sociale per i prossimi appuntamenti elettorali. Seminario estivo dei Verdi a Montagna

Le elezioni provinciali 2018 si avvicinano in fretta. E proprio a questo tema noi Verdi Grüne Vërc abbiamo dedicato la nostra tradizionale clausura estiva che ha avuto luogo il 5 agosto sull’assolato Elsenhof a Montagna. In primo piano: un bilancio d[...]
Risparmio con il passaggio a Microsoft?

Risparmio con il passaggio a Microsoft?

Per i Verdi sarà tutto a discapito di democrazia e innovazione. Il direttore generale della SIAG Stefan Gasslitter ha spiegato in questi giorni che il passaggio del sistema informatico dell’amministrazione pubblica a Microsoft è stato voluto, tra le[...]
Le scuole materne „tedesche“ e le contraddizioni della politica scolastica in Alto Adige

Le scuole materne „tedesche“ e le contraddizioni della politica scolastica in Alto Adige

Il dibattito sulle iscrizioni di bambini e bambine „non-tedeschi/e“ nelle scuole materne tedesche apre svariate questioni tipiche della politica scolastica sudtirolese degli ultimi decenni. Ora più che mai è evidente quanto la politica della separazi[...]
Disposizioni sull’assestamento di bilancio in Consiglio provinciale

Disposizioni sull’assestamento di bilancio in Consiglio provinciale

Breve guida verde nella giungla di norme Nel corso della odierna conferenza stampa del Gruppo Verde, Hans Heiss, Riccardo Dello Sbarba e Brigitte Foppa hanno commentato la legge sull'assestamento di bilancio che verrà discussa nella sessione di Cons[...]
È tempo di cambiare!

È tempo di cambiare!

Il sistema scolastico separato è agli sgoccioli Da molti anni noi Verdi ci impegniamo con decisione per un rinnovamento radicale del sistema scolastico sudtirolese, i cui obiettivi principali, in una provincia con più gruppi linguistici, dovrebbero [...]
Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Giunta provinciale: troppe decisioni fondamentali prese a colpi di “delibere fuori sacco”. La giunta Kompatscher si era presentata annunciando un nuovo stile, caratterizzato da trasparenza e partecipazione. Nel corso del tempo queste promesse sono[...]