Bypassando la Convenzione

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Ma la maggioranza crede o no nella convenzione?
L‘assenza del „centro“, eventi paralleli e leggi anticipate sullo statuto indicano di no.

autonomiekonventIeri la Commissione legislativa sulle questioni dell’Autonomia ha dato parere positivo sul disegno di legge del Consigliere Alfreider „Per la tutela della minoranza ladina“.
La Commissione competente in Consiglio regionale, appena la settimana scorsa, aveva sospeso la stessa proposta su invito della minoranza. In quella occasione avevamo sottolineato che non era opportuno procedere a cambiamenti dello Statuto d‘Autonomia per vie consiliari proprio quando si era nel pieno della prima fase della Convenzione (e ancor PRIMA che avesse luogo l‘open space delle Valli ladine!).
A quanto pare, in Consiglio provinciale questo modo di procedere non è sembrato più valido e così il disegno di legge Alfreider è stato fatto passare.* Una procedura che non rende onore all’impegno delle cittadine e dei cittadini che di sabato in sabato dedicano il loro tempo alla discussione negli incontri della Convenzione.
Così si rafforza il dubbio se i partiti della maggioranza credano davvero alla Convenzione, anche perché la partecipazione tiepida delle e dei rappresentanti SVP e l‘assenza del centro politico agli incontri della Convenzione è sotto gli occhi di tutte/i. Considerata la diffusione capillare dei 40.000 iscritti alla SVP è davvero incomprensibile perché la Convenzione venga abbandonata allo strapotere dei sostenitori della secessione e ai coraggiosi, seppur minoritari, ecosociali. Sabato scorso il PD ha addirittura organizzato un evento di partito contemporaneo alla Convenzione dei giovani e all’open space di Egna.
Sembra quasi che gli incontri della Convenzione siano stati prescritti come attività terapeutiche per la popolazione: mentre cittadine e cittadini possono “giocare” alla Convenzione, gli affari politici vanno avanti come sempre. Business as usual in terra altoatesina. Siamo dell’avviso che qui si stia giocando con il fuoco, poiché si rischia di bruciare il bonus di fiducia che i cittadini e le cittadine stanno dando ai nuovi processi democratici.
Non possiamo sprecare l’occasione che ci viene data da questa Convenzione. Difficile che si potrà ripetere in futuro se questa volta dovesse essere tutto invano. La responsabilità per questa situazione è tutta dei partiti di maggioranza.

*considerazione sul disegno di legge: siamo contro 3 vicepresidenti della Provincia! La SVP può benissimo suddividersi il secondo vicepresidente tra un ladino e un tedesco.
01.03.2016
Brigitte Foppa, Riccardo Dello Sbarba, Hans Heiss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Iniziative popolari per la DEMOCRAZIA DIRETTA: Raccolta firme prolungata!

Iniziative popolari per la DEMOCRAZIA DIRETTA: Raccolta firme prolungata!

IMPORTANTE!!! Raccolta firme prolungata! Affrettati a FIRMARE le due iniziative popolari per la DEMOCRAZIA DIRETTA fino al 18 agosto! Il numero di firme necessario non è ancora raggiunto, per cui la scadenza è stata posticipata. Informazioni e mat[...]
Pausa sudtirolese per Cem Özdemir – con intermezzo Verde

Pausa sudtirolese per Cem Özdemir – con intermezzo Verde

Anche i candidati e le candidate alle elezioni del Bundestag si prendono una pausa estiva. Accanto alle altre personalità di spicco della politica tedesca, anche Cem Özdemir, uno dei candidati di punta dei Verdi alle prossime elezioni del Bundestag, [...]
Orientamento eco-sociale per i prossimi appuntamenti elettorali. Seminario estivo dei Verdi a Montagna

Orientamento eco-sociale per i prossimi appuntamenti elettorali. Seminario estivo dei Verdi a Montagna

Le elezioni provinciali 2018 si avvicinano in fretta. E proprio a questo tema noi Verdi Grüne Vërc abbiamo dedicato la nostra tradizionale clausura estiva che ha avuto luogo il 5 agosto sull’assolato Elsenhof a Montagna. In primo piano: un bilancio d[...]
Risparmio con il passaggio a Microsoft?

Risparmio con il passaggio a Microsoft?

Per i Verdi sarà tutto a discapito di democrazia e innovazione. Il direttore generale della SIAG Stefan Gasslitter ha spiegato in questi giorni che il passaggio del sistema informatico dell’amministrazione pubblica a Microsoft è stato voluto, tra le[...]
Le scuole materne „tedesche“ e le contraddizioni della politica scolastica in Alto Adige

Le scuole materne „tedesche“ e le contraddizioni della politica scolastica in Alto Adige

Il dibattito sulle iscrizioni di bambini e bambine „non-tedeschi/e“ nelle scuole materne tedesche apre svariate questioni tipiche della politica scolastica sudtirolese degli ultimi decenni. Ora più che mai è evidente quanto la politica della separazi[...]
Disposizioni sull’assestamento di bilancio in Consiglio provinciale

Disposizioni sull’assestamento di bilancio in Consiglio provinciale

Breve guida verde nella giungla di norme Nel corso della odierna conferenza stampa del Gruppo Verde, Hans Heiss, Riccardo Dello Sbarba e Brigitte Foppa hanno commentato la legge sull'assestamento di bilancio che verrà discussa nella sessione di Cons[...]
È tempo di cambiare!

È tempo di cambiare!

Il sistema scolastico separato è agli sgoccioli Da molti anni noi Verdi ci impegniamo con decisione per un rinnovamento radicale del sistema scolastico sudtirolese, i cui obiettivi principali, in una provincia con più gruppi linguistici, dovrebbero [...]
Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Giunta provinciale: troppe decisioni fondamentali prese a colpi di “delibere fuori sacco”. La giunta Kompatscher si era presentata annunciando un nuovo stile, caratterizzato da trasparenza e partecipazione. Nel corso del tempo queste promesse sono[...]