Bolzano nelle mani di Benko?

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

L’opzione Virgolo rafforza ancora di più le pressioni dell’investitore. Il consulente di Benko e presidente dell’università Bergmeister si trova in un chiaro conflitto di interessi.

passeggiata_virgoloIl pluri-investitore Renè Benko, grazie agli sforzi dell’operoso luogotenente Heinz Peter Hager, si è accaparrato anche una opzione d’acquisto di 38 ha di terreno sul Virgolo. Con la scusa di rivalutare la montagna trascurata di Bolzano, ora l’investitore ha in mano altri elementi per fare pressione sulla città e quindi realizzare il suo progetto del centro commerciale vicino alla stazione. La zona ricreativa con ristorante e area divertimenti sul Virgolo sarebbe proprio quel “regalo ai bolzanini” che gli assicurerebbe l’assegnazione dell’areale della stazione. Chi non ascolterebbe infatti le richieste di tal generoso mecenate e benefattore della città? A nessuno sembra importare che, così facendo, per dei vantaggi a breve termine, una buona fetta della città verrebbe privatizzata e così sottratta al diritto di pianificazione da parte del comune e dei suoi cittadini.
Ancor più dubbioso è poi il fatto che il prof. ing. Konrad Bergmeister, presidente dell’Università di Bolzano, si sia schierato come membro del gruppo per la pianificazione generale a favore del progetto. Come più alto rappresentante della “Libera” Università di Bolzano, Bergmeister ha il dovere etico di mantenere una posizione superpartes, soprattutto in questioni così centrali per la città di Bolzano. Se Bergmeister si esprime apertamente come promotore di Benko, viene messa in dubbio anche la neutralità della stessa Università. Già nella sua funzione di direttore del BBT, negando la pubblicazione dello studio sulla salute Public-Health-Studie, Bergmeister è andato contro i principi base della libertà di ricerca.
Con questo suo atteggiamento non è più adeguato a ricoprire la carica di Presidente dell’Università e per questo motivo riteniamo che la Giunta, per coerenza, non dovrebbe più rinnovare il suo mandato nel Consiglio dell’Università ormai a breve scadenza.

Brigitte Foppa Riccardo dello Sbarba Hans Heiss

Bolzano, 29 maggio 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Per gli animali e le persone

Per gli animali e le persone

Presentazione del disegno di legge per un “Divieto di utilizzo di esche e bocconi avvelenati” Il disegno di legge è stato presentato trasversalmente da Brigitte Foppa, Riccardo Dello Sbarba, Hans Heiss, Andreas Pöder e Paul Köllensperger e il 21 apr[...]
La legge sul fine vita

La legge sul fine vita

Serata-Info-Abend Bolzano-Bozen, Sala Comune/Gemeindesaal, Vicolo Gumer Gasse La legge sul fine vita Die Patientenverfügung con/mit On. DELIA MURER e/und MINA WELBY On. DELIA MURER, deputata "Articolo1-MDP", è prima-firmataria della legge[...]
Osservatore elettorale in Turchia.

Osservatore elettorale in Turchia.

Questa domenica, domenica di Pasqua, in Turchia avrà luogo il contestato referendum sulla cosiddetta riforma costituzionale con la quale il presidente Erdogan cerca di legalizzare ed assicurare a sé stesso e al suo partito AKP quel potere pressoché a[...]
Sguardi 2016

Sguardi 2016

Per il Gruppo Verde si è concluso ormai un altro anno intenso. Ancora una volta possiamo guardarci indietro soddisfatti e fare un bilancio delle attività svolte nel 2016. Ci siamo impegnate e impegnati su tutti i fronti caldi dell’attualità provin[...]
Riforma sanità: il buon lavoro politico paga

Riforma sanità: il buon lavoro politico paga

Ben dieci importanti emendamenti dei Verdi approvati dal Consiglio provinciale (cui se ne aggiungono altri due già approvati in commissione). La riforma resta problematica, ma qualche passo avanti è stato fatto, tramite il reciproco ascolto tra maggi[...]
Maestri cercasi

Maestri cercasi

Consenso sulla proposta "Cercasi uomini che vogliano fare i maestri" Il Consiglio provinciale oggi ha discusso le nostre proposte per incentivare la presenza maschile nelle scuole materne e nelle scuole elementari. Il dibattito ha dimostrato che s[...]
Sanità, una riforma malriuscita.

Sanità, una riforma malriuscita.

Le proposte del gruppo Verde per garantire il diritto alla salute a cittadine e cittadini Non è la „grande riforma“ che era stata promessa. Restano due diverse leggi a regolare il settore. Manca qualsiasi piano finanziario. L'auspicato coordinam[...]