Alto Adige Pass: bonus prima annunciato e poi ritirato

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

INTERROGAZIONE

AltoAdigePassL’AltoAdige Pass è nato il 14 febbraio 2012 e per tutti coloro che hanno richiesto la tessera fin dal primo momento comincia a scadere la validità annuale e occorre fare il rinnovo, che avviene in automatico per un altro anno.

Dunque una questione solo formale? Niente affatto. Infatti c’è un’unica ma sostanziale novità: al momento del rinnovo viene azzerato l’ammontare dei chilometri percorsi. La persona interessata deve ricominciare da capo la “scalata” dei chilometri, ripartendo dalla fascia a più alto prezzo, per accumulare viaggi e entrare nelle fasce più agevolate.

Il sistema tariffario infatti prevede una prima fascia da 8 cent al km (6 per le famiglie) sino al raggiungimento dei 1.000 km percorsi, e un costo che cala a 4 cent al km (3 per le famiglie) per la seconda fascia tra i 1.000 e i 10.000 km. C’è poi una terza fascia, per chi percorre tra i 10.000 e i 20.000 km, che prevede un costo ancora inferiore, pari a 2 cent per ogni km percorso, mentre una volta superata la soglia dei 20.000 km, gli ulteriori viaggi saranno a costo zero.

Al momento dell’adesione alle persone interessate è stato concesso un “bonus” di 500 Km. La cosa si è ripetuta al primo rinnovo, lo scorso anno.

Anche per il rinnovo nel 2014 gli utenti hanno ricevuto una prima comunicazione scritta che diceva che il bonus veniva concesso anche quest’anno. Ma poi, subito dopo, le stesse persone hanno ricevuto una seconda comunicazione che spiegava che dal 2014 in poi il “bonus” per il rinnovo non è più previsto: si riparte davvero “da zero”. La cosa ha suscitato lo sconcerto degli interessati, soprattutto per questo susseguirsi di due comunicazioni una l’opposto dell’altra.

Si chiede

  1. Come è potuto accadere che sia stata data prima la comunicazione della ripetizione del “bonus” anche per il 2014 e subito dopo la comunicazione opposta?
  2. Quale ufficio era responsabile di queste comunicazioni?
  3. L’annullamento del “bonus” dopo due anni era previsto fin dall’inizio dell’introduzione del sistema Alto Adige Pass, oppure è stata decisa dopo? Se dopo, quando, con quale atto e perché?
  4. Comunque sia, e in qualunque momento sia stata decisa, la sospensione del bonus dopo un certo periodo è stata messa chiaramente a conoscenza degli utenti al momento della prima richiesta della tessera per i trasporti pubblici? Se sì, come era informata la persona interessata? In quale atto a lei trasmesso o comunque da lei necessariamente letto nel corso della procedura di richiesta della tessera?
  5. Se tale informazione non era a portata di utente, tale clausola può essere considerata valida o si presta a ricorsi?

Bolzano, 17 febbraio 2014

Firmato Consiglieri

Riccardo Dello Sbarba
Hans Heiss
Brigitte Foppa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Disposizioni sull’assestamento di bilancio in Consiglio provinciale

Disposizioni sull’assestamento di bilancio in Consiglio provinciale

Breve guida verde nella giungla di norme Nel corso della odierna conferenza stampa del Gruppo Verde, Hans Heiss, Riccardo Dello Sbarba e Brigitte Foppa hanno commentato la legge sull'assestamento di bilancio che verrà discussa nella sessione di Cons[...]
È tempo di cambiare!

È tempo di cambiare!

Il sistema scolastico separato è agli sgoccioli Da molti anni noi Verdi ci impegniamo con decisione per un rinnovamento radicale del sistema scolastico sudtirolese, i cui obiettivi principali, in una provincia con più gruppi linguistici, dovrebbero [...]
Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Giunta provinciale: troppe decisioni fondamentali prese a colpi di “delibere fuori sacco”. La giunta Kompatscher si era presentata annunciando un nuovo stile, caratterizzato da trasparenza e partecipazione. Nel corso del tempo queste promesse sono[...]
Convegno internazionale a Merano

Convegno internazionale a Merano

#greeningtourism – limiti e opportunità dello sviluppo turistico in Europa e sull’Arco alpino All Inclusive? Con questa domanda i Verdi del Sudtirolo hanno accolto una platea internazionale per analizzare il conflitto, ma anche le possibili simbio[...]
Ennesima omnibus

Ennesima omnibus

Meno diritti per le persone immigrate e meno garanzie sugli OGM per consumatori e consumatrici. La legge omnibus (LGE Nr. 125/17) è l’ennesimo esempio di come non si fa legislazione. Un anno fa, in occasione della omnibus precedente, il Gruppo Ver[...]
La legge sulla dirigenza arriva in Consiglio provinciale

La legge sulla dirigenza arriva in Consiglio provinciale

Una piramide d’oro con la base d’argilla Dopo il dibattito in Commissione legislativa, giovedì 29 giugno la legge sulla struttura dirigenziale dell’amministrazione provinciale approda in Consiglio provinciale. Le nostre valutazioni iniziali resta[...]
Natura e turismo, conflitto e simbiosi: conferenza internazionale a Merano con patrocinio verde.

Natura e turismo, conflitto e simbiosi: conferenza internazionale a Merano con patrocinio verde.

All Inclusive? Nature and tourism between conflict and symbiosis – Questo è il titolo della conferenza internazionale organizzata dai Verdi sudtirolesi in collaborazione con i Verdi europei il prossimo fine settimana a Merano. Venerdì 23 giugno si[...]
Natura e turismo, conflitto e simbiosi: Conferenza internazionale a Merano

Natura e turismo, conflitto e simbiosi: Conferenza internazionale a Merano

All Inclusive? Nature and tourism between conflict and symbiosis – è il titolo della conferenza internazionale, organizzata il 24/25 giugno a Merano dai Verdi dell’Alto Adige/Südtirol in collaborazione con i Verdi Europei. Il fitto fine settimana [...]