Alto Adige Pass: bonus prima annunciato e poi ritirato

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

INTERROGAZIONE

AltoAdigePassL’AltoAdige Pass è nato il 14 febbraio 2012 e per tutti coloro che hanno richiesto la tessera fin dal primo momento comincia a scadere la validità annuale e occorre fare il rinnovo, che avviene in automatico per un altro anno.

Dunque una questione solo formale? Niente affatto. Infatti c’è un’unica ma sostanziale novità: al momento del rinnovo viene azzerato l’ammontare dei chilometri percorsi. La persona interessata deve ricominciare da capo la “scalata” dei chilometri, ripartendo dalla fascia a più alto prezzo, per accumulare viaggi e entrare nelle fasce più agevolate.

Il sistema tariffario infatti prevede una prima fascia da 8 cent al km (6 per le famiglie) sino al raggiungimento dei 1.000 km percorsi, e un costo che cala a 4 cent al km (3 per le famiglie) per la seconda fascia tra i 1.000 e i 10.000 km. C’è poi una terza fascia, per chi percorre tra i 10.000 e i 20.000 km, che prevede un costo ancora inferiore, pari a 2 cent per ogni km percorso, mentre una volta superata la soglia dei 20.000 km, gli ulteriori viaggi saranno a costo zero.

Al momento dell’adesione alle persone interessate è stato concesso un “bonus” di 500 Km. La cosa si è ripetuta al primo rinnovo, lo scorso anno.

Anche per il rinnovo nel 2014 gli utenti hanno ricevuto una prima comunicazione scritta che diceva che il bonus veniva concesso anche quest’anno. Ma poi, subito dopo, le stesse persone hanno ricevuto una seconda comunicazione che spiegava che dal 2014 in poi il “bonus” per il rinnovo non è più previsto: si riparte davvero “da zero”. La cosa ha suscitato lo sconcerto degli interessati, soprattutto per questo susseguirsi di due comunicazioni una l’opposto dell’altra.

Si chiede

  1. Come è potuto accadere che sia stata data prima la comunicazione della ripetizione del “bonus” anche per il 2014 e subito dopo la comunicazione opposta?
  2. Quale ufficio era responsabile di queste comunicazioni?
  3. L’annullamento del “bonus” dopo due anni era previsto fin dall’inizio dell’introduzione del sistema Alto Adige Pass, oppure è stata decisa dopo? Se dopo, quando, con quale atto e perché?
  4. Comunque sia, e in qualunque momento sia stata decisa, la sospensione del bonus dopo un certo periodo è stata messa chiaramente a conoscenza degli utenti al momento della prima richiesta della tessera per i trasporti pubblici? Se sì, come era informata la persona interessata? In quale atto a lei trasmesso o comunque da lei necessariamente letto nel corso della procedura di richiesta della tessera?
  5. Se tale informazione non era a portata di utente, tale clausola può essere considerata valida o si presta a ricorsi?

Bolzano, 17 febbraio 2014

Firmato Consiglieri

Riccardo Dello Sbarba
Hans Heiss
Brigitte Foppa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

A Bolzano il Vertice Euregio sul traffico: tre azioni concrete invece di inutili promesse

A Bolzano il Vertice Euregio sul traffico: tre azioni concrete invece di inutili promesse

Se oggi i governatori dell’Euregio e gli/le assessori/e competenti di ambiente e trasporti si incontrano per un vertice su traffico e trasporti, vuol dire che tutti hanno preso atto della gravità della situazione del traffico sull’asse del Brennero: [...]
No thumbnail available
I Verdi del Alto Adige – Südtirol con Liberi e Uguali

I Verdi del Alto Adige – Südtirol con Liberi e Uguali

Il Coordinamento Provinciale dei Verdi ha deciso nella sua riunione di sabato, 30 dicembre, di aderire alla Lista „Liberi e Uguali“ guidata dal Presidente del Senato Pietro Grasso e dalla Presidente della Camera Laura Boldrini. La decisione è stata [...]
Pensiamo alle  conseguenze - Posizione dei Verdi sulla doppia cittadinanza 

Pensiamo alle  conseguenze - Posizione dei Verdi sulla doppia cittadinanza 

  Partiamo dai fatti: già oggi in Europa migliaia di persone hanno un doppio passaporto. Ciò rispecchia a buon diritto la storia loro e della loro famiglia in un’Europa i cui confini sono stati continuamente attraversati. La nostra posizi[...]
Il governo ÖVP-FPÖ in Austria è fatto: comincia una trasformazione blu-turchese della vicina Repubblica - con preoccupanti conseguenze per l'Alto Adige

Il governo ÖVP-FPÖ in Austria è fatto: comincia una trasformazione blu-turchese della vicina Repubblica - con preoccupanti conseguenze per l'Alto Adige

I vertici di ÖVP e FPÖ hanno concluso velocemente la formazione del nuovo governo a Vienna. Esattamente due mesi dopo le elezioni, nasce il gabinetto Kurz-Strache. Con tre sorprese: tante nuove facce, una folta rappresentanza di donne nelle file dell[...]
Biotestamento: grazie a Mina Schett Welby

Biotestamento: grazie a Mina Schett Welby

Per una volta, la politica italiana si è assunta grande responsabilità. Con il voto a larga maggioranza di questa mattina al Senato, il cosiddetto testamento biologico è finalmente legge. Pazienti irreversibilmente malati, le loro famiglie e gli oper[...]
Più che sicurezza ci vuole coraggio

Più che sicurezza ci vuole coraggio

Questa mattina si è concluso il dibattito generale sul bilancio provinciale. La presentazione di numeri e cifre offre a maggioranza e minoranza l’occasione per valutare il corso delle politiche attuate dalla Giunta provinciale negli ultimi quattro an[...]
Mercatini di Natale: superati i limiti del sostenibile

Mercatini di Natale: superati i limiti del sostenibile

L'ultimo fine settimana ha stabilito nuovi record per i mercatini di Natale dell'Alto Adige: le città della provincia sono state invase da centinaia di migliaia di visitatori, migliaia di auto, autobus e camper hanno intasato strade e parcheggi. I[...]