Aeroporto: la pista non deve essere allungata

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Aeroporto: Kompatscher promette che “la pista non sarà allungata”.
Bene! E allora perché non fissare questo impegno nel piano urbanistico di Laives?

La maggioranza SVP-PD ha oggi votato contro la mozione dei Verdi che chiedeva di eliminare dal piano urbanistico di Laives la possibilità di allungare la pista dell’aeroporto dagli attuali 1292 metri a 1432 m. Tale possibilità è stata inserita d’ufficio nel 2013 dalla vecchia Giunta Durnwalder e la sua cancellazione è stata chiesta di recente dallo stesso comune di Laives.
Il no della maggioranza alla nostra mozione è incomprensibile poiché lo stesso presidente Kompatscher, nel suo intervento sulla mozione, ha affermato che – anche se venisse richiesto – la Provincia non darà mai più l’autorizzazione a allungare la pista, poiché considera questa la volontà popolare espressa nel referendum che la Giunta intende rispettare. Bene! Ma perché allora non fissare questo principio nelle norme urbanistiche del comune?
L’unica spiegazione è che la Giunta teme di indebolire la già debole procedura attualmente in corso per trasferire ai privati la gestione di un aeroporto che mai ha funzionato e mai funzionerà. Anche Kompatscher ha espresso perplessità sulle offerte arrivate finora, non escludendo la possibilità che alla fine “la gara vada a vuoto”.
In questo modo si sfata la propaganda fatta sui media nei mesi scorsi: si parlava infatti di “cordate”, di “investitori nazionali e europei”, ma alla fine solo tre singoli soggetti locali hanno mostrato un interesse sulla cui dimensione e solidità anche Kompatscher ha ammesso di “non avere ancora una concreta valutazione”.
Insomma, il rifiuto di una misura di buon senso (come l’eliminazione dal PUC di Laives della possibilità di allungare la pista) è lo specchio della debolezza di una situazione come quella dell’aeroporto di Bolzano: un affare che non ha suscitato interesse.
La Giunta, invece di coltivare illusioni su favolosi privati, farebbe bene a passare a un piano B, che non può che consistere che in un drastico ridimensionamento di questa inutile infrastruttura.

Bolzano, 08.11.2017

Riccardo Dello Sbarba, Brigitte Foppa, Hans Heiss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Doppia cittadinanza o doppia strategia?

Doppia cittadinanza o doppia strategia?

L'atteggiamento ballerino della SVP sulla doppia cittadinanza è un flirt rischioso con i secessionisti. La lettera firmata da 19 consiglieri al governo austriaco sulla doppia cittadinanza ha fatto scalpore... non tanto per i contenuti, quanto piut[...]
Il fango resta attaccato alla mano che lo lancia. I Verdi del Sudtirolo e i Verdi di Bolzano condannano l’azione leghista contro la collega Maria Laura Lorenzini

Il fango resta attaccato alla mano che lo lancia. I Verdi del Sudtirolo e i Verdi di Bolzano condannano l’azione leghista contro la collega Maria Laura Lorenzini

Oggi i consiglieri comunali della Lega a Bolzano hanno distribuito ai passanti delle finte banconote da 1000 Euro con l’immagine dell’assessora Maria Laura Lorenzini. Questa azione  vuole portare l’attenzione (e l’odio!) della gente sull’iniziativa[...]
Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

60 anni da Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l’oggi Il 17/11/1957 a Castel Firmiano resta una data di riferimento per l’Alto Adige. Circa 35.000 persone, donne e uomini, espressero con la loro presenza e [...]
Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Mozione: Consiglio Regionale La ferrovia della Val di Fiemme (in tedesco Fleimstalbahn) era una ferrovia a scartamento ridotto, costruita dal Genio militare austriaco all’inizio del ‘900 che congiungeva la ferrovia del Brennero da Ora a Predazzo[...]
L’università trilingue merita il patentino

L’università trilingue merita il patentino

  In occasione del 40° compleanno dell’esame di bilinguismo, il Gruppo Verde in Consiglio provinciale ha presentato questa mozione. Ci sembra paradossale che chi frequenta una scuola superiore in italiano e una università in Germania, o v[...]
I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

In fondo si tratta di una cosa molto semplice: pubblicare nei menù delle mense pubbliche (di scuole, case di riposo, ospedali, asili) la provenienza della carne offerta nei piatti. Perché è importante? Solo una piccolissima parte della carne che arri[...]
Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Sulla morte del piccolo Adan l’assessora si nasconde dietro un muro di burocratico silenzio. Con una interrogazione del Gruppo verde la TRAGICA vicenda del profugo curdo irakeno è arrivata per la prima volta in Consiglio provinciale. Dall’assessora [...]
Oggi il Parlamento europeo vota