9,9 % (più x) per Oktavia Brugger e la lista Per un’altra Europa con Tsipras

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

okti danke

Le elezioni europee e lo spoglio delle schede ormai sono alle nostre spalle e i Verdi dell‘Alto Adige/Südtirol si possono dire soddisfatti. Il risultato con il 9,9% (18.948 voti) confermano che con la candidatura Oktavia Brugger nella lista Per un’altra Europa con Tsipras siamo riusciti a dare una vera alternativa all‘elettorato eco-sociale.

Con questa lista siamo riusciti a superare lo scoglio del 4%, il che ci dimostra che la decisione di unirci alla lista Tsipras è stata strategicamente corretta.

Che poi Oktavia Brugger fosse la candidata migliore lo conferma il fantastico risultato personale: con 15.845 preferenza in Sudtirolo e 21.446 è stata la candidata più votata nella circoscrizione del nord-est.
Purtroppo questo risultato non basta per ottenere un mandato nel Parlamento europeo, poiché nelle altre circoscrizioni la lista Tsipras ha avuto un risultato migliore rispetto al nord-est. È proprio un peccato, perché siamo sicuri che Oktavia Brugger sarebbe stata una vera risorsa per la rappresentanza sudtirolese a Bruxelles.

E così rimane solo l‘SVP ad avere un mandato europeo. La legge elettorale elaborata con il beneplacito della SVP funziona dunque benissimo, nel rendere la vita degli altri il doppio più difficile. Per partiti sotto i 50.000 voti è infatti necessario inserirsi in liste nazionali, cosa che compromette molto la loro visibilità.

Nel nostro caso abbiamo subito un ulteriore danno, quando il resto dei Verdi italiani guidati da Marco Boato sono stati ammessi in extremis sulla scheda: per il nostro elettorato si è trattato di un elemento di grande confusione. Questa lista, a livello italiano, non ha nemmeno raggiunto l‘1%, ma i 7.500 voti che sono riusciti a raccogliere in Alto Adige in gran parte erano probabilmente voti di elettori che hanno dato la loro preferenza a Oktavia Brugger nella lista dei Verdi. Questa supposizione viene avvalorata dal numero risicato di preferenze ottenute dai candidati di questa lista in Sudtirolo (il più votato è stato Marco Boato con 339 preferenze!).

Tutti questi ostacoli rendono ancora più grande la soddisfazione per il risultato davvero positivo di Oktavia Brugger.
A Oktavia e a tutto il giovane team che l’ha supportata per tutto il corso della campagna va il nostro più sincero ringraziamento. E grazie anche alle nostre elettrici e ai nostri elettori, che ancora una volta ci hanno dato la loro fiducia e così motivazione e slancio per continuare nel nostro impegno politico.

 

Brigitte Foppa e Giorgio Zanvettor

Co-portavoci Verdi Grüne Vërc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Solidarietà a Ägidius Wellenzohn – il mondo politico e il Bauernbund devono prendere le distanze con decisione dagli avvelenamenti.

Solidarietà a Ägidius Wellenzohn – il mondo politico e il Bauernbund devono prendere le distanze con decisione dagli avvelenamenti.

Da quanto ci è dato sapere, il coltivatore di mele Ägidius Wellenzohn, un coltivatore biologico impegnato della Val Venosta, è stato vittima da poco dell’avvelenamento sistematico dei suoi campi con il glifosato. Wellenzohn, che da ormai 30 anni colt[...]
Elezioni in Germania: un segnale per l’Europa, cinque lezioni per l’Alto Adige /Südtirol

Elezioni in Germania: un segnale per l’Europa, cinque lezioni per l’Alto Adige /Südtirol

Le elezioni appena conclusesi in Germania cambiano il panorama politico, confermano la stabilità della democrazia tedesca e sono un segnale per tutta Europa. Il crollo clamoroso di CDU/CSU e SPD arriva inaspettato, ma è l’evidente conseguenza dell’af[...]
Ritorno del lupo: le misure di prevenzione ci sono, ma in Alto Adige nessuno le adotta

Ritorno del lupo: le misure di prevenzione ci sono, ma in Alto Adige nessuno le adotta

La conferma ora è ufficiale: sebbene esistano misure efficaci per prevenire gli attacchi del lupo alle greggi e che esse siano finanziate generosamente dalla Provincia, in Alto Adige finora nessuno ne ha adottato neppure una. Sono queste le conseguen[...]
Mozione approvata: "Cercasi uomini che vogliano fare i maestri"

Mozione approvata: "Cercasi uomini che vogliano fare i maestri"

Siamo molto contente/i che la nostra mozione sia stata approvata! La Giunta provinciale ha accettato di avviare una campagna sia per informare uomini e giovani sul mestiere di maestro di scuola dell’infanzia o primaria, sia e per lottare contro gli s[...]
Proteggere le minoranze anziché la SVP nel parlamento italiano

Proteggere le minoranze anziché la SVP nel parlamento italiano

L’opposizione al completo (16 consigliere e consiglieri provinciali) chiedono una nuova e più giusta legge elettorale. Anche il Gruppo Verde ha partecipato oggi alla conferenza stampa comune e ha sostenuto in aula la mozione-voto unitaria. “Vogliamo [...]
Verità per i prodotti a marchio Alto Adige

Verità per i prodotti a marchio Alto Adige

Il marchio Alto Adige – Südtirol dovrebbe essere garanzia di qualità, origine e autenticità. La carne di maiale da cui vengono confezionati i salumi però, proprio come lo speck, può arrivare anche da fuori regione. È dunque impossibile per la [...]
Mozione: Ius soli - il parlamento concluda l’iter legislativo

Mozione: Ius soli - il parlamento concluda l’iter legislativo

Il Parlamento italiano sta discutendo un disegno di legge per istituire lo ius soli temperato e lo ius culturae per l’attribuzione della cittadinanza italiana a bambine e bambini nati e/o cresciuti sul territorio italiano. La situazione attuale A[...]
Paesaggio in pericolo – Interessi delle lobby sotto tutela

Paesaggio in pericolo – Interessi delle lobby sotto tutela

Un primo commento sulla nuova legge urbanistica Politica degli annunci e strategia della zebra: questi i principali punti critici sottolineati dai Verdi alla presentazione della nuova legge urbanistica „territorio e paesaggio“. Il processo che ha [...]