9,9 % (più x) per Oktavia Brugger e la lista Per un’altra Europa con Tsipras

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

okti danke

Le elezioni europee e lo spoglio delle schede ormai sono alle nostre spalle e i Verdi dell‘Alto Adige/Südtirol si possono dire soddisfatti. Il risultato con il 9,9% (18.948 voti) confermano che con la candidatura Oktavia Brugger nella lista Per un’altra Europa con Tsipras siamo riusciti a dare una vera alternativa all‘elettorato eco-sociale.

Con questa lista siamo riusciti a superare lo scoglio del 4%, il che ci dimostra che la decisione di unirci alla lista Tsipras è stata strategicamente corretta.

Che poi Oktavia Brugger fosse la candidata migliore lo conferma il fantastico risultato personale: con 15.845 preferenza in Sudtirolo e 21.446 è stata la candidata più votata nella circoscrizione del nord-est.
Purtroppo questo risultato non basta per ottenere un mandato nel Parlamento europeo, poiché nelle altre circoscrizioni la lista Tsipras ha avuto un risultato migliore rispetto al nord-est. È proprio un peccato, perché siamo sicuri che Oktavia Brugger sarebbe stata una vera risorsa per la rappresentanza sudtirolese a Bruxelles.

E così rimane solo l‘SVP ad avere un mandato europeo. La legge elettorale elaborata con il beneplacito della SVP funziona dunque benissimo, nel rendere la vita degli altri il doppio più difficile. Per partiti sotto i 50.000 voti è infatti necessario inserirsi in liste nazionali, cosa che compromette molto la loro visibilità.

Nel nostro caso abbiamo subito un ulteriore danno, quando il resto dei Verdi italiani guidati da Marco Boato sono stati ammessi in extremis sulla scheda: per il nostro elettorato si è trattato di un elemento di grande confusione. Questa lista, a livello italiano, non ha nemmeno raggiunto l‘1%, ma i 7.500 voti che sono riusciti a raccogliere in Alto Adige in gran parte erano probabilmente voti di elettori che hanno dato la loro preferenza a Oktavia Brugger nella lista dei Verdi. Questa supposizione viene avvalorata dal numero risicato di preferenze ottenute dai candidati di questa lista in Sudtirolo (il più votato è stato Marco Boato con 339 preferenze!).

Tutti questi ostacoli rendono ancora più grande la soddisfazione per il risultato davvero positivo di Oktavia Brugger.
A Oktavia e a tutto il giovane team che l’ha supportata per tutto il corso della campagna va il nostro più sincero ringraziamento. E grazie anche alle nostre elettrici e ai nostri elettori, che ancora una volta ci hanno dato la loro fiducia e così motivazione e slancio per continuare nel nostro impegno politico.

 

Brigitte Foppa e Giorgio Zanvettor

Co-portavoci Verdi Grüne Vërc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Giunta provinciale: troppe decisioni fondamentali prese a colpi di “delibere fuori sacco”. La giunta Kompatscher si era presentata annunciando un nuovo stile, caratterizzato da trasparenza e partecipazione. Nel corso del tempo queste promesse sono[...]
Convegno internazionale a Merano

Convegno internazionale a Merano

#greeningtourism – limiti e opportunità dello sviluppo turistico in Europa e sull’Arco alpino All Inclusive? Con questa domanda i Verdi del Sudtirolo hanno accolto una platea internazionale per analizzare il conflitto, ma anche le possibili simbio[...]
Ennesima omnibus

Ennesima omnibus

Meno diritti per le persone immigrate e meno garanzie sugli OGM per consumatori e consumatrici. La legge omnibus (LGE Nr. 125/17) è l’ennesimo esempio di come non si fa legislazione. Un anno fa, in occasione della omnibus precedente, il Gruppo Ver[...]
La legge sulla dirigenza arriva in Consiglio provinciale

La legge sulla dirigenza arriva in Consiglio provinciale

Una piramide d’oro con la base d’argilla Dopo il dibattito in Commissione legislativa, giovedì 29 giugno la legge sulla struttura dirigenziale dell’amministrazione provinciale approda in Consiglio provinciale. Le nostre valutazioni iniziali resta[...]
Natura e turismo, conflitto e simbiosi: conferenza internazionale a Merano con patrocinio verde.

Natura e turismo, conflitto e simbiosi: conferenza internazionale a Merano con patrocinio verde.

All Inclusive? Nature and tourism between conflict and symbiosis – Questo è il titolo della conferenza internazionale organizzata dai Verdi sudtirolesi in collaborazione con i Verdi europei il prossimo fine settimana a Merano. Venerdì 23 giugno si[...]
Natura e turismo, conflitto e simbiosi: Conferenza internazionale a Merano

Natura e turismo, conflitto e simbiosi: Conferenza internazionale a Merano

All Inclusive? Nature and tourism between conflict and symbiosis – è il titolo della conferenza internazionale, organizzata il 24/25 giugno a Merano dai Verdi dell’Alto Adige/Südtirol in collaborazione con i Verdi Europei. Il fitto fine settimana [...]
Referente per la comunicazione cercasi

Referente per la comunicazione cercasi

Il Gruppo Verde in Consiglio provinciale e regionale cerca un*a referente per la comunicazione Il lavoro del gruppo consiste nella critica costruttiva e nel controllo dell’azione della giunta provinciale. In Consiglio vengono presentate proposte per[...]
C’è ancora speranza per la Turchia? UE e occidente alla prova.

C’è ancora speranza per la Turchia? UE e occidente alla prova.

C’è ancora speranza per la Turchia? UE e occidente alla prova. Venerdì, 9. giugno 2017, ore 18.30 Incontro e discussione c/o Ristorante Jona (Via Crispi 38, Bolzano) Dopo un periodo di modernizzazione e di apertura, dal 2012 il presidente turc[...]